venerdì 6 novembre 2009

Artisan Bread 5 Minutes a Day - Pane senza Impastare, Amore a Prima Lettura!



A questo libro devo la frenesia panificatoria dell'ultimo anno.
Leggendo qua e là ero venuta a conoscenza di questo metodo veloce per fare il pane senza bisogno di impastare e con risultati strabilianti.
Così, prima di comprare il libro, ho provato la ricetta base: si impastano farina, lievito, acqua e sale...




si fa riposare l'impasto 2 ore a temperatura ambiente...

si da la forma al pane...

si prepara a seconda del tipo di pane che si vuole fare, si mette in forno...


et voilà: ecco il primo Pain D'Epi che ho fatto, una bontà! Mollica morbida e crosta croccante.
Una volta che il libro è arrivato, non ho più smesso di far pane e anche quest'estate, sfidando la canicola ho cotto pagnotte!



Sperimentando le varie ricette, come questa pita, che dovrebbe essere un pane schiacciato che però forma una "bolla d'aria" mentre cuoce e così è possibile aprirlo e usarlo come contenitore, di solito per kebab e falafel accompagnati da insalate saporite.


Oppure focacce mediorientali speziate


c
ome questo pane condito con spezie Za'atar.


O semplici focacce alle olive,


e per Natale una corona speciale...


la tecnica è sempre quella...



il risultato sempre ottimo!


La decorazione di Andrea ha reso questo pane veramente unico...


per la tavola di Natale.


Ma tornando alla quotidianità, l'accostamento umile del pane appena tiepido e mortadella fresca ci ha allietato con la sua semplicità e gusto intenso.


Una semplice pagnotta per accompagnare i piatti di tutti i giorni,


o un pane aromatizzato con il Carvi (cumino dei prati) come si fa in Trentino...


una focaccia alla moda provenzale, condita con olio di oliva e fiocchi di sale marino, essenza di bellezza e fragranza!



Una delle cose che mi sono piaciute meno è stata la brioche. Immaginavo una consistenza più sfogliata e forse un sapore più dolce, niente che non si possa aggiustare....




un bastoncino con l'impasto brioche impreziosito da una pioggia di semi di papavero...


Ecco ancora briochine per la prima colazione...



e infine, perché l'impasto stava strabordando dal contenitore, l'idea per i bomboloni, la cosa più buona che sia stata fatta con quell'impasto arricchito con uova, zucchero e burro.


E infine l'ultima infornata, proprio oggi ho finito l'impasto che era avanzato per fare il pane per i sandwich di Andrea, ed ecco l'ultima buonissima pagnotta!


Nessun commento:

Posta un commento

Vi ringrazio per i vostri commenti, fonte di ispirazione e miglioramento. :)