lunedì 20 giugno 2016

Il più Bello di Tutti - Smörgåstårta, il Sandwich Svedese che Sembra una Torta or Smörgåstårta, the Swedish Sandwich "Cake"


Scroll Down for English Version

Qui solo la fantasia sarà il vostro limite.
Per il ripieno, per la decorazione e per la presentazione.
Fatevi guidare dal vostro gusto, dall'estro e dalla stagione.
Io ho fatto un giro in giardino e ho raccolto qualche viola cornuta, dei lamponi e dei pomodorini gialli. Dalle piante aromatiche che ho sul balcone ho staccato qualche filo di erba cipollina, delle foglie, del timo-limone e qualche infiorescenza di prezzemolo e in frigo ho preso gli ingredienti per il ripieno, il formaggio fresco e mi sono messa all'opera.
La semplice esecuzione lo rende un piatto veloce da preparare e spettacolare da presentare per una merenda, un compleanno, come sandwich per un tè del pomeriggio particolarmente curato, o per chi come me voleva solo premiarsi per una mattinata un po' pesante con qualcosa di bello e gustoso.
Io ho usato del pane da sandwich ma si può usare qualsiasi tipo di pane in cassetta, volendo si possono combinare anche diverse qualità di pane per avere un bell'effetto cromatico una volta che taglierete il vostro sandwich. 
Per 2 persone
  • 5 fette quadrate di pane per sandwich morbido, senza crosta
  • maionese, q.b.
  • senape dolce, q.b.
  • 100 g di prosciutto cotto
  • 100 g di salmone affumicato
  • 150 g di formaggio spalmabile
  • erbe aromatiche fresche (erba cipollina, prezzemolo, timo limone)
  • Verdure e frutta fresca di stagione (carote, pomodorini, lamponi)
  • fiori commestibili
Mettete una fetta di pane su un tagliere e spalmatela con della maionese, aggiungete metà del salmone, mettete sopra una fetta di pane, fate una leggera pressione con le mani in modo che la fetta sia piatta e procedete come prima: maionese e il restante salmone.
Mettete un'altra fetta di pane, premete per livellare, spalmate con della senape e sistemate sopra metà del prosciutto. Altra fetta di pane, livellate, senape, prosciutto e finite con il pane.
Con una piccola spatola cominciate ad applicare generose quantità di formaggio spalmabile lungo i bordi del sandwich, facendolo aderire bene e cercando di non ripassare troppe volte sulle stesse parti perché rischiate di sbriciolare il pane e finire con un risultato un po' troppo pasticciato. Una volta che le pareti del sandwich saranno ricoperte passate uno strato di formaggio sopra il sandwich, poi livellate il tutto e decorate e piacere con le erbe aromatiche, la verdura, la frutta e i fiori.
Con l'aiuto di una spatola larga sistemate il sandwich in un piatto da portata.
Mettete in frigo per un'ora circa prima di servire in modo che il sandwich si compatti e sia più facile servirlo tagliato a fette.
English Version
Here only your imagination is the limit, for the fillings, decoration and presentation.
Let your taste, inspiration and the season guide you.

I walked in the garden and picked up some horned pansies, raspberries and yellow cherry tomatoes. From the aromatic plants on the balcony I cut a few chives, the leaves and inflorescence of parsley and I had the rest of the ingredients from the fridge.
This is so simple to make and yet so spectacular and can be a great choice if served for a birthday, or as a sandwiches for and elegant afternoon tea, or for those who, like me, just want to reward themselves after a though morning, with something beautiful and tasty.
I used common sandwich bread, but you can use any kind of sandwich bread, if you want you can also combine different kinds of bread to get a beautiful chromatic effect once you cut into you sandwich.
For 2 people
  • 5 square slices of soft sandwich bread, crust removed
  • mayonnaise, to taste
  • sweet mustard, to taste
  • 100 g ham
  • 100 g smoked salmon
  • 150 g cream cheese
  • fresh herbs (chives, parsley, lemon thyme)
  • vegetables and fresh seasonal fruit (carrots, tomatoes, raspberries)
  • edible flowers
Put a slice of bread on a cutting board and spread with a little mayonnaise, add half of the salmon, put on a slice of bread, press lightly with your hands so that the slice is flat and proceed as before: mayonnaise and the remaining of the salmon.
Put another slice of bread on top, press for leveling, spread with a little mustard and arrange half of the ham on it. Other slice of bread, leveled, mustard, ham and finished with the last slice of bread.
With a small spatula begin applying generous amounts of cream cheese around the sandwich sides, making it adhere well and trying not to go over the same spots too many times or you may crumble the bread and ending up with a messy finish. Once the sandwich sides are covered with a nice layer of cheese, cover the top of the sandwich with the remaining cheese, then leveled it and decorated with herbs, vegetables, fruits and flowers.
Carefully slide the sandwich on a serving plate.
Refrigerate for one hour before serving so that the sandwich is compact and easier to be sliced.

mercoledì 15 giugno 2016

Sorprese - Feta al Cartoccio or Feta Cheese Parcel

 
Scroll Down for English Version

Adoro la sapidità della feta!
Di solito uso questo formaggio a crudo, sbriciolato nelle insalatone per dare sapore e intensità alla verdura croccante.
Oggi voglio provare questa ricetta intravista in tele tanto tempo fa, quando ancora LaEffe trasmetteva in chiaro e il "Cuoco Vagabondo" saltava di paese in paese e ci faceva conoscere i cibi tipici delle regioni che visitava. 
La ricetta è molto semplice, si tratta di fare un cartoccio e lasciare che il calore faccia il suo lavoro. La cucina inizierà a profumare di pizza, il formaggio diventerà morbido e il suo sapore sarà più delicato. Io ho voluto accompagnare questo piatto con una fresca insalata di cetriolo.
Un pranzo leggere e di gran gusto.
Per 2 persone
  • 200 g di feta
  • 1 spicchio d'aglio
  • 2 grappoli di pomodori ciliegini
  • origano, q.b.
  • olio extravergine d'oliva, q.b.
  • pepe nero, q.b.
  • cetrioli, per servire
Accendete il forno a 220°.
Nel frattempo lavate i pomodori e tritate l'aglio grossolanamente.
Tagliate dell'alluminio in modo da avere una superficie capace di contenere tutti gli ingredienti formando un cartoccio. Sovrapponete un foglio di carta da forno all'alluminio e posizionate in centro la feta. Cospargetela con l'aglio, sistemate sopra i pomodori e condite con l'origano, il pepe e l'olio.
Chiudete il cartoccio e infornate per circa 15 minuti.
Togliete dal forno, aprite il cartoccio e servite suddividendo il formaggio e i pomodori in due piatti.

English Version

I love the intense flavour of feta cheese!
I usually have this cheese as it is, crumbled into salads to enhance the taste of crisp vegetables.
Today though, I want to try this recipe I remember from a TV programme I watched long time ago, back to when LaEffe TV channel was not encrypted and "the Wanderer Cook " went from country to country and showed us the typical dishes of the regions he visited.
The recipe is very simple, you just need to make a parcel and let the heat do the rest. The kitchen starts to smell like pizza, the cheese becomes soft and more delicate in flavour. I served this dish with a fresh cucumber salad.
A great light tasty lunch.
For 2 people
  • 200 g feta
  • 1 clove garlic
  • 2 vines of cherry tomatoes
  • oregano, to taste
  • extra virgin olive oil, to taste
  • black pepper, to taste
  • cucumbers, to serve
Preheat the oven to 220°C.
Meanwhile wash the tomatoes and coarsely chop the garlic.
Cut a sheet of aluminium foil so as to have a surface large enough to hold all the ingredients once you make a parcel. Put a sheet of baking paper over the foil and put in the feta cheese in the centre. Sprinkle with the garlic, place the tomatoes on top, season with oregano, pepper and drizzle with the oil.
Close the foil and bake for about 15 minutes.
Remove from the oven, open the parcel and serve by putting half of the cheese and tomatoes in each dish.
 

lunedì 13 giugno 2016

Fioriture Golose - Rose di Mele or Apple Roses


Scroll Down for English Version
 
Delicato dolce monoporzione, un tocco di marmellata ai lamponi dona una lieve dolcezza profumata e la sfoglia croccante racchiude petali di mela. 
Semplici da preparare queste rose di mela sono ottime servite a fine pasto, oppure con una tazza di tè o per una merenda raffinata. A mio avviso però danno il meglio di sé servite tiepide accompagnate da una pallina di gelato alla vaniglia.
Per 6 rose
  • 1 confezione di pasta sfoglia rettangolare da 240 g
  • 1 mela rossa biologiche
  • 4 cucchiai di confettura di lamponi
  • zucchero aromatizzato alla cannella, q.b.
  • Succo di 1/2 limone
Accendere il forno a 200°.
Mescolate 1 o 2 cucchiai d'acqua alla confettura di fragole per renderla un po' meno densa.
Mettete il succo di limone e un po' d'acqua in una pentola larga.
Lavate bene la mela poi tagliatela in due, togliete il torsolo e affettatela molto sottilmente. Mettete le fette di mela nella pentola, spolverizzate con dello zucchero alla cannella e ricoprite a filo con altra acqua. Portate a bollore e cuocete per 3-4 minuti.
Scolate le fette di mela e tamponate con carta assorbente.
Tagliate 6 strisce partendo dal lato lungo della pasta sfoglia.
Spennellate una striscia di pasta sfoglia con la confettura, arrangiate le fette di mela sovrapponendole in modo che la parte con la buccia sia all'esterno poi ripiegate la pasta sfoglia e arrotolatela.
 
 
Mettete ciascun rotolino di foglia in una teglia per muffin e poi cuocete per circa 25 minuti o fino a che la sfoglia è dorata. Sfornate, con l'aiuto di una pinza da cucina estraete le rose di mele e fatele intiepidire su una griglia da pasticcere prima di servirle.

English Version
This is a delightful mini dessert, a touch of raspberry jam gives it a slight fragrant sweetness and the crunchy buttery pastry encloses apple petals.
These apple roses are made with no effort, they are great served after a meal, or as a dessert for and afternoon tea. In my view, however, they are at their best when served warm with a scoop of vanilla ice cream.
For 6 mini desserts
  • 240 g rectangular fresh puff pastry
  • 1 organic red apple
  • 4 tablespoons of raspberry jam
  • cinnamon flavoured sugar flavored, to taste
  • Juice of 1/2 lemon
Turn on the oven to 200°C.
Mix 1 or 2 tablespoons of water to the raspberry jam to thin it.
Put the lemon juice and some water in a large pot.
Wash the apple then cut it in half, remove the core and slice very thinly. Place the apple slices in the pan, sprinkle with sugar and cinnamon and cover with more water. Bring to a boil and cook for 3-4 minutes.
Drain the apple slices.
Cut the puff pastry into 6 strips starting from the long side.
Lightly brush a strip of pastry with the jam, arranged the apple slices overlapping them then fold the pastry and roll it up.
 
 
Put each roll in a muffin tin and then cook for about 25 minutes or until the pastry is golden. Remove from the oven, and with the help of kitchen tongs pull the apple rose out of the muffin tin hole and let them cool on a wire rack before serving.

venerdì 10 giugno 2016

Gustosissime Sorprese - Burger di Lenticchie e altre Sane Bontà or Lentil (and Other Good Stuff) Burgers

 
Scroll Down for English Version

Quanto mi piacciono le polpette di verdura, le quenelles leggere di ricotta, i burger di carne, meno i polpettoni, troppo ingombranti e si trascinano per giorni dal frigo alla tavola togliendo il gusto del pasto. Un bel burger invece è un una tantum di gusto. Stavolta ho voluto seguire una ricetta trovata su questo blog, come sempre l'ho un po' modificata, per avere dei burger un po' più croccanti usando semi di lino senza tritarli del tutto, usando del timo limone fra le altre erbe per dare un tocco di profumo e meno noci del previsto perché avevo paura che il loro sapore fosse troppo prevaricante.
Il risultato ottimo!
E' piaciuto molto anche a Andrea, che ha mangiato il suo burger a pranzo in ufficio, mentre io, dopo una bella nuotata mattutina, ho preparato una bella insalata arricchita da rucola e ravanelli e ho servito il mio burger con due minuscole ciotoline di salsa messicana e senape al miele. Un piatto ricco di gusto, leggero, pieno di elementi sani e buoni per il benessere di tutti noi.
In più l'impasto per questi burger può essere preparato e lasciato in frigo per 2/3 giorni, una comodità incredibile. Ho preparato l'impasto ieri sera e oggi, tornata dalla piscina, ho preparato un burger mentre la padella si scaldava, messo l'insalata nel piatto mentre cuoceva e in 20 minuti il pranzo era pronto in tavola.
Vediamo come si fa.
Per 4 burger
  • 100 g di lenticchie marroni secche
  • 50 g di carote
  • 1 piccola cipolla dorata
  • 7-8 noci
  • 40 g di semi di girasole
  • 2 cucchiai di semi di lino
  • 2 cucchiaini di farina integrale
  • 50 g di pangrattato
  • 1 uovo, sbattuto
  • 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • 1 cucchiaio di salsa Worcestershire
  • qualche rametto di timo fresco
  • qualche rametto di timo limone fresco
  • qualche rametto di origano fresco
  • 1 cucchiaino di paprika dolce
  • sale
  • pepe
  • 3 cucchiai di olio extravergine d'oliva
Mettete le lenticchie in una piccola pentola con 250 ml di acqua fredda e portate a ebollizione. Abbassate la fiamma e fate cuocere a leggero bollore per circa 15 minuti o fino a che tutta l’acqua è evaporata e le lenticchie sono cotte al dente. Togliete dal fuoco e fate raffreddare leggermente.
In un robot da cucina tritate le lenticchie in modo da ottenere una purea grossolana, poi trasferirle in una ciotola capiente.
Tritate finemente la cipolla e la carota, sempre nel robot da cucina e mettere insieme alle lenticchie.
Allo stesso modo tritate i semi di girasole, le noci e i semi di lino e aggiungeteli alle verdure.
Aggiungete il pangrattato, le erbe spezzettate con le mani, la paprika, il sale e il pepe. Mescolate bene e poi aggiungete al composto il concentrato di pomodoro, la salsa Worcestershire e l’uovo.
Una volta che questi elementi umidi saranno stati incorporati aggiungete la farina e mescolate.
A questo punto potete mettere il composto in frigo e utilizzarlo in seguito oppure potete dividere l’impasto in 4 parti e formare dei burger dello spessore di circa 1-2 cm. Scaldate una padella antiaderente dal fondo spesso o una piastra per burger e quando sarà calda aggiungete l’olio.
Cuocete i burger circa 5 minuti per lato, a fuoco medio, facendo attenzione a che non si brucino troppo e servite ben caldi.
 
English Version
 
I do love vegetable patties, light ricotta cheese quenelles, meat burgers, not so much meatloaves, as they are too bulky and they drag on for days from the fridge to the table taking away the pleasure of a nice meal. A nice burger instead is a one-off tasty treat. This time I wanted to try a recipe found on this blog, as always I have altered the recipe a little bit, and I made it crisper using flaxseed, and I added some lemon thyme amongst to give it a fresher taste. –I also used less walnuts than stated in the recipe because I didn’t want their flavour to be too overpowering.
The result has been a great success!
Andrea loved them too, he had his burger for lunch at the office, while I, after a morning swim, I prepared a nice salad enriched with rocket and radishes and I served my burger with two tiny bowls of Mexican sauce and honey mustard. A tasteful light meal, full of healthy ingredients and good for you food.
In addition the mixture for these burger can be prepared ahead and left in the fridge for 2-3 days, so handy. I prepared the mixture last night and today, when I came back from the pool, I made the patty while the pan was heating, put the salad in the plate and cooked the burger. In just 20 minutes lunch was ready on the table.
Let's see how to make these burgers.
For 4 burgers
  • 100 g dried brown lentils
  • 50 g carrots
  • 1 small golden onion
  • 7-8 walnuts
  • 40 g sunflower seeds
  • 2 tablespoons of flaxseed
  • 2 teaspoons of wholewheat flour
  • 50 g of breadcrumbs
  • 1 egg, beaten
  • 1 tablespoon tomato paste
  • 1 tablespoon Worcestershire sauce
  • a few sprigs of fresh thyme
  • a few sprigs of fresh lemon thyme
  • a few sprigs of fresh oregano
  • 1 teaspoon sweet paprika
  • salt
  • pepper
  • 3 tablespoons extra virgin olive oil
Put the lentils in a small saucepan with 250 ml of cold water and bring to a boil. Reduce the heat to a simmer and cook for about 15 minutes or until the water has evaporated and the lentils are cooked al dente. Remove from the heat and let cool slightly.
In a food processor pulse the lentils until you get a coarse puree, then transfer into a large bowl.
Finely chop the onion and carrot, using the food processor, and transfer in the same bowl as the lentils.
Chop the sunflower seeds, walnuts and flax seeds and add to the vegetables.
Add the breadcrumbs, the herbs, thorn with your hands, the paprika, and some salt and pepper. Mix well and then add the tomato paste, Worcestershire sauce and egg to the mix.
Once these wet elements have been incorporated add the flour and stir.
At this point you can put the mixture in the fridge and use it at a later time, or you can divide it into 4 and form 1-2 cm thick burgers. Heat a heavy-bottomed pan and when is hot add the oil.
Cook the burgers about 5 minutes per side over medium heat, being careful not to burn them.
Serve hot.

mercoledì 8 giugno 2016

La Colazione della Sera - Pappa d'Avena e Chia con Banane e Lamponi or Overnight Oats with Fresh Fruit

 
 
Scroll Down for English Version

La scuola è finita oggi.
Inizio di giugno e ancora l'estate è ballerina, con la sua alternanza di giorni caldi e soleggiati e giornate grigie punteggiate da temporali incredibilmente violenti.
Ho in mente molti piccoli progetti per abbellire il giardino, come questa porta per fate e gnomi che verrà posizionata alla base del ciliegio accanto a altre piccole amenità per creare un angolo incantato.

 
Per portare a termine  le mie idee ho intenzione di lavorare nelle ore più fresche della giornata, la mattina, quando il mondo è ancora sonnolento e calmo.
Per preparami al meglio avrò bisogno di una buona colazione, che si sa,è il pasto più importante della giornata, ma per me il più difficile da affrontare. La mattina faccio fatica a preparare, o anche solo a pensare a qualcosa che mi piacerebbe mangiare, mi ritrovo sempre a corto di tempo e così finisco per fare colazione al volo, con un frutto o un caffè americano con un biscotto o due, oppure al lavoro: un caffè e una brioche, un succo di frutta e delle gallette di riso o di mais. Va detto che a scuola, nell'arco della mattinata ci sono due ricreazioni e quindi riesco a mangiare qualcosa in modo da non arrivare a pranzo con il vuoto cosmico nello stomaco, ma la colazione vera, quella mangiata a tavola con calma mentre sfoglio le pagine del libro del momento o una rivista, nel silenzio del mattino, quella è un evento raro. Ma ora potrò prendermi il mio tempo e godermi questo pasto mattutino, soprattutto se lo preparo la sera prima e al momento di gustarlo non mi resterà che aggiungere della buona frutta fresca. Ecco perché questo mix di fiocchi d'avena e semi di chia che si prepara la sera e riposa in frigo tutta la notte è diventato la mia colazione preferita del momento.
Leggendo molte ricette che utilizzavano i semi di chia nelle pietanze ho deciso di seguire questi suggerimenti e ne ho aggiunti un po' alla mia colazione. Adoro il senso di soddisfazione che questo barattolino mi dà, basta così poco per iniziare bene la giornata!
Ecco come si fa.
Per 2 porzioni.
  • 100 g di fiocchi d'avena
  • 2 cucchiai rasi di semi di chia
  • 2 cucchiai di cacao amaro in polvere
  • 2 cucchiai di sciroppo d'acero
  • 250 ml di latte (possono essere utilizzati anche latti vegetali, a voi la scelta)
  • 1 banana
  • una manciata di lamponi
Misurate tutti gli ingredienti, eccetto la frutta fresca, e  metteteli in un piccolo contenitore, io uso un barattolo di vetro, mescolate bene, chiudete il contenitore e mettete in frigo per tutta la notte. La mattina dopo, al momento di servire la colazione, dividete il contenuto del barattolo in due ciotole, aggiungete la banana tagliata a rondelle e i lamponi e servite.

Le alternative sono infinite.
Potete omettere il cacao, sostituire lo sciroppo d'acero con del miele o della stevia o decidere di non usare alcun dolcificante. La frutta può essere sostituita con altra frutta fresca di stagione, a me piace molto accompagnare questo "porridge" freddo con frutta succosa come albicocche, pesche, fragole o frutti di bosco. Si possono usare anche frutta secca e disidratata. Scatenate la vostra fantasia.

English Version

Today was the last day of school.It's the beginning of June and Summer is still unstable as we're having warm and sunny days, and gray days punctuated by incredibly violent storms.I'm going to make many small projects to decorate the garden, as this little fairy and gnome door is the first thing I made. It'll be placed at the base of the cherry tree next to other small amenities I'm making to create an enchanted corner.
 
In order to complete my  projects I intend to work during the coolest hours of the day, in the morning, when the world is still sleepy and quiet. I'll need a good breakfast to be at my best. As it is well known breakfast is the most important meal of the day, but for me is the most difficult to deal with. In the morning I can hardly think about something I should eat, I always find myself running out of time, and so I end up having breakfast in a hurry, sometimes is a piece of fruit or a coffee with a biscuit or two, or I have it at work: a coffee and a croissant, fruit juice and a puffed rice or corn galette. It's not that bad because at school, during the morning there are two breaks and then I can eat something so I don't get to lunch with a cosmic void in the stomach. But the real breakfast, the one eaten quietly at the table while flipping through the pages of a book or a magazine, in the silence of the morning, that is a rare occurrence. From now on  though I can take my time and enjoy this morning treat, especially if I prepare it the night before and all I have to do in the morning is just adding some good fresh fruit to it. That's why this mix of oats and chia seeds that is prepared in the evening and rests in the fridge overnight has become my favorite breakfast of the moment.I've been reading many recipes in which chia seeds are used as a main element and I decided to follow these tips and I added them to my breakfast. I love the sense of satisfaction that this breakfast gives me, I don't need much for a great start the day!Here's how it's done.
For 2 servings.
  • 100 g oats
  • 2 scant tablespoons chia seeds
  • 2 tablespoons unsweetened cocoa powder
  • 2 tablespoons maple syrup
  • 250 ml milk, can be substitute with any vegetable milk of your choice
  • 1 bananaa
  • a handful of raspberries
Measure all the ingredients, apart from the fresh fruit, and put them in a small container, I use a glass jar, mix well, close the container and refrigerate overnight. The next morning, just before serving, divide the contents of the jar into two bowls, add the ​​banana slices and raspberries and serve.
The alternatives are endless.You can omit the cocoa, replace the maple syrup with honey or stevia or decide not to use any sweetener at all. The fruit can be replaced with other seasonal fruits, I like to serve  this cold "porridge" with juicy fruits such as apricots, peaches, strawberries or summer berries. You can also use dried and dehydrated fruit.  
Let your imagination go wild!

lunedì 9 maggio 2016

Metti una Giornata Piovosa - Insalata Tiepida di Patate con Pancetta Croccante, Scaglie di Parmigiano e Riduzione di Aceto Balsamico or Warm Potato Salad with Crispy Pancetta, Parmesan Shards and Balsamic Vinegar Reduction

 

Scroll Down for English Version
 
Metti una giornata grigia, un po' piovosa e decisamente freddina come ne abbiamo avute ultimamente, soprattutto nei weekend. Metti la voglia di raggomitolarsi sul divano con la copertina sulle gambe, un buon libro o un film da vedere in compagnia, una coccola al gatto acciambellato lì vicino e due chiacchiere per far passare l'uggia del brutto tempo. Per l'ora di pranzo non si è pensato a niente perché questo tempo ci toglie le energie e l'intenzione è quella di fare il meno possibile aspettando che passi. Così si opta per un pasto "bianco", di solito riso o pasta conditi con olio extravergine e parmigiano per me e burro e parmigiano per il mio nordico marito. Stavolta però ho optato per delle patate, ma invece di lessarle e servirle da sole, che confessiamolo, sarebbe stato un pasto un po' tristino, ho pensato di arricchirle con dei sapori importanti come quello della pancetta ben grigliata, del parmigiano sapido e un tocco di riduzione al balsamico per amalgamare tutti gli ingredienti con la sua nota appena acidula e pastosa. Un piatto consolatorio, in attesa di un raggio di sole.
Per 2 persone  
  • 2 patate medie
  • 4 fette  pancetta stesa affumicata
  • scaglie di parmigiano reggiano, q.b.
  • riduzione di aceto balsamico, q.b.
Sbucciare le patate e tagliatele a fette di circa ½ cm. Mettere sul fuoco una pentola con poca acqua bollente e il cestino per la cottura a vapore. Sistemare le fette di patate nel cestino e cuocere per circa 15 minuti. Nel frattempo scaldare una padella antiaderente e cuocere le fette di pancetta fino a che saranno ben dorate.
Sistemare la pancetta cotta fra due strati di carta assorbente e tamponare bene e far raffreddare. Mettere uno strato di patate in un piatto di portata, cospargere con un poco di pancetta sbriciolata, aggiungere delle scaglie di parmigiano e ripetere gli strati fino a esaurimento degli ingredienti. Prima di servire condite con un filo di riduzione di aceto balsamico e servire.

 English Version

Say a grey rainy day, in the chilly side and we have had some of those days lately, especially at weekends. Say you feel the urge to curl up on the couch with a throw over your legs, a good book or a movie to watch with your loved ones, a cuddle to the cat curled up nearby, and a small talk waiting for the bad weather to go away. Come lunch time we haven’t thought of anything to cook, as this weather drains all our energy and the intention is to do as little as possible. So we decide for a "white" lunch, usually rice or pasta tossed with a little extra virgin olive oil and grated Parmesan cheese for me and butter and Parmesan cheese for my northerner husband. But this time I opted for potatoes, and instead of boiling and serving them on their own, as it would have been a sad little meal, I thought of giving them and extra kick by adding great flavours like that of crispy pancetta, the savoury Parmesan cheese and a touch of balsamic reduction to mix all the ingredients with its barely noticeable tanginess. A comforting dish, waiting for a sunny day.
For 2 servings
  • 2 medium potatoes,
  • 4 slices  smoked pancetta,
  • shards of Parmesan cheese, to taste
  • balsamic vinegar reduction, to taste
Peel the potatoes and cut into 2 inch slices. Steam the potato slices for about 15 minutes. Meanwhile heat a frying pan and cook the pancetta slices until they are golden brown. Place the cooked pancetta between two sheets of absorbent paper, dab it well and let cool. Put a layer of potatoes in a serving dish, sprinkle with a little crumbled bacon, add the parmesan cheese and repeat the layers until all ingredients are used. Before serving, drizzle with some balsamic vinegar reduction and serve wire.

domenica 8 maggio 2016

Soffici come Nuvole - Sgonfiotti di Pasta Choux al Parmigiano or Parmesan Cheese Gougeres

Scroll Down for English Version
I miei primi approcci con la pasta choux o pasta per bignè risalgono a quando frequentavo le elementari. Ricordo che a casa di un'amica provavamo a fare i bignè consumando una quantità incredibile di uova.
I bigné e gli éclair sono da sempre una delle mie passioni, la pasta leggerissima e poco saporita che racchiude creme golose e la glassa lucida che li decora sono il massimo della ghiottoneria.
Nel mio paese c'era una sola pasticceria e ricordo che i bigné erano buonissimi. Credo che tutti i bimbi della mia generazione ricordino con gran golosità la piccola pasticceria che dava sulla strada principale dove su vassoi inclinati facevano bella mostra di sé la strepitosa focaccia di Dusola, la pizza al trancio e i bignè alla crema e al cioccolato. Come mi sembravano grandi quei bignè!
Il piacere di questi dolci della domenica mi è rimasto, ma ora che apprezzo molto anche la pasticceria salata, devo confessare che non so quale versione scegliere, se quella con le creme dolci o la versione salata, sapida e robusta.
Se siete curiosi provate questa versione salata e poi decidete se preferite ancora la versione dolce, oppure fate come me e non scegliete gustandole entrambe.
Questi gustosi sgonfiotti possono essere serviti con una crema di formaggio gorgonzola e panna o anche con una spuma di prosciutto cotto o semplicemente da soli.
  • 60 g di burro,
  • 120 ml d'acqua,
  • 1 pizzico sale marino fino,
  • 65 g di farina,
  • 2 uova
  • 75 g di Parmigiano reggiano
Grattugiare il parmigiano.
Mettere il burro, il sale e l’acqua in una pentola capiente e portare a ebollizione. 
Aggiungere la farina tutta insieme, togliere dal fuoco e mescolare con un cucchiaio di legno fino a che l’impasto è omogeneo.
Riportare la pentola sul fuoco e far cuocere per 5 minuti a fuoco basso mescolando. Il composto dovrà essere lucido e compatto.
Accendere il forno a 230°.
Trasferire il composto in una ciotola e aggiungere un uovo usando le fruste elettriche o un cucchiaio di legno.
Quando il primo uovo è incorporato aggiungere il secondo e mescolare bene poi aggiungere il parmigiano.
Rivestire una teglia con della carta da forno e versare il composto a cucchiaiate dandogli una forma arrotondata. Formate 12 sgonfiotti.
Cuocete per circa 20/25 minuti o fino a che gli sgonfiotti saranno ben gonfi e dorati, asciutti al tatto e leggeri.
Fate freddare su una griglia prima servire.
English Version 

My first approach to choux pastry dates back to when I was at primary school. I remember making eclairs at a friend's house using incredible amounts of eggs.
Choux puffs and éclairs have always been a passion of mine, the lightweight and not too overpowering pastry enclosing delicious cream fillings and the shiny glaze decorating them are the ultimate temptation.
In my village there was only one patisserie and their choux puffs were delicious. I believe that all the children of my generation gladly remember that patisserie, the entrance on the main street and inside on sloping trays were proudly displayed Dusola’s striking focaccia, pizza by the slice, and the chocolate and crème patissiere choux puffs. And those choux puffs looked enormous!
I still enjoy these sweet Sunday treat, but now that I also appreciate the savory pastries, I must confess that I don’t know which version to choose. Do I prefer the sweet or savory version?
If you are curious about it, do try this savory version and then decide if you still prefer the sweet one, or do as I do and forget about choosing and enjoy them both.
  • 60 g butter
  • 120 ml water
  • a pinch fine sea salt,
  • 65 g flour
  • 2 eggs
  • 75 g Parmesan cheese
Grate the Parmesan cheese.
Put the butter, salt and water in a large pan and bring to a boil.
Add the flour all at once, remove from heat and stir with a wooden spoon until the mixture is smooth. Return the pan on the stove and cook for 5 minutes over low heat, stirring. The mixture should be glossy and compact.
Turn on the oven to 230°C.
Transfer the mixture to a bowl and add an egg using an electric whisk or a wooden spoon. When the first egg as been incorporated add the second one and mix well then add the Parmesan cheese.
Line a baking tray with baking parchment and divide the mixture into 12 and scoop it using a spoon giving it a rounded shape.
Cook for about 20-25 minutes or until the gougeres are well puffed and golden, dry to the touch and light.
Let cool on a wire rack before serving.
You can serve the gougeres with a cream of gorgonzola cheese, or a ham mousse, or simply on their own.

venerdì 6 maggio 2016

In Giro per il Mondo - Gözleme (Pane Turco ripieno or Turkish Flat Bread)


Scroll Down for English Version
Una delle abitudini che più mi mancano della mia vita in Inghilterra è comprare il giornale della domenica. Il mio preferito era l'Observer, per il suo taglio più liberale e per il suo inserto mensile tutto dedicato al cibo. Tanti articoli interessanti e ricette da leccarsi i baffi! Oggi vi propongo una ricetta rivisitata da Rick Stein e letta proprio sull'Observer. Si tratta del gözleme cibo di strada turco, un ottimo pane ripieno di formaggio e spinaci, ma le alternative prevedono anche carne o uova.
Ho usato delle cipolle di Tropea al posto dei cipollotti e naturalmente ho cotto il pane su una piastra in mancanza d'altro, ma il risultato è stato un vero successo. Adoro il pane, e il ripieno di feta saporita e spinaci è uno dei miei preferiti.Per Andrea ho usato dei fagioli di soia (edamame) cotti in padella con un pizzico di spezie Colombo, comprate in Francia, dallo spiccato sapore di curry, e dello stracchino visto che a lui non piace la feta. Ho anche provato una gustosa variante con edamame e salamino piccante.
Per 4 gözleme
Per l'impasto:
  • 500 g di farina forte per panificazione, più un poco per stendere i gözleme
  • 7 g di lievito di birra disidratato, che non deve essere attivato con l'acqua
  • 1 pizzico di zucchero
  • 10 g di sale
  • 275 ml di acqua tiepida
  • 60 ml di olio extravergine d'oliva, più un poco per la cottura
  • burro, per servire
Per il ripieno:
  • 250 g di spinacini lavati, o degli spinaci decongelati e tritati
  • 200 g di feta, sbriciolata
  • 1/2 cipolla di Tropea grande, affettata finemente
  • 1/2 cucchiaino di peperoncino essiccato tritato
In una grande ciotola mescolate la farina con lo zucchero, il sale e il lievito. Fate una fontana e versate al centro l'olio e l'acqua tiepida. Mescolate con un cucchiaio di legno poi versate l'impasto su un piano di lavoro e impastate per qualche minuto fino a ottenere una consistenza liscia e omogenea. Mettete a lievitare per 30-60 minuti, o fino al raddoppio in volume dell'impasto, in una ciotola unta d'olio.
Preparate l'impasto tritando grossolanamente gli spinaci e mescolateli in una ciotola con la feta, i cipollotti e il peperoncino.
Quando siete pronti per cucinare i vostri gözleme, sgonfiate l'impasto e dividetelo in 4 porzioni. Stendete ogni porzione su un piano di lavoro infarinato fino a ottenere un disco di circa 25 cm di diametro e spesso un paio di millimetri.
Cospargete una metà del disco con 1/4 di ripieno e ricoprite con l'altra metà dell'impasto in modo da formare un semicerchio.
Spennellate la superficie dell'impasto con dell'olio.
Riscaldate una piastra o una grande padella antiaderente e cuocete un gözleme alla volta per circa 2-3 minuti per lato, poi spennellate l'altro lato con l'olio e cuocete anche quello.
Servite subito con del burro cosparso in superficie.
 
Mi trovate in questa raccolta
"Con questo pane partecipo alla raccolta di Panissimo ideata da Sandra e Barbara questo mese ospitata da Consuelo"
 
English Version


One of the habits I miss the most about my life in England is buying the Sunday papers. My favorite paper was the Observer. I liked it for its liberal cut and for its monthly insert entirely devoted to food. I read many interesting articles and found mouthwatering recipes. Today's recipe comes from the Observer food monthly issue and is revisited by Rick Stein. It's a recipe for gözleme, a lovely flat bread stuffed with cheese and spinach, but the alternatives also may include meat or eggs. Gözleme are one of the most famous Turkish street food.
I used sweet red onions from Tropea instead of spring onions and I cooked the bread on a hot griddle, but the result was a real success. I love this bread, and the tasty stuffing of feta cheese and spinach is one of my favourite. Andrea doesn't like feta so I filled his gözleme with edamame cooked in a pan with a pinch of curry scented Colombo spice, bought in France, and stracchino cheese. I also tried a tasty alternative with edamame and spicy salami.
Makes 4
For the flatbread dough:
  • 500g strong bread flour, plus extra for dusting
  • 7g sachet fast-acting yeast
  • a pinch of sugar
  • 10g salt
  • 275ml lukewarm water 
  • 60ml extra virgin olive oil, plus extra for greasing
  • butter to serve
For the filling:
  • 250g baby spinach, washed
  • 200g feta cheese, crumbled
  • 1/2 large Tropea onion finely sliced
  • ½ tsp chilli flakes
To make the dough, sift the flour into a large bowl and add the yeast, sugar and salt. Make a well in the centre and add the water and olive oil. Mix with a wooden spoon the knead on a floured work surface, for a few minutes until you have a soft, elastic dough. Place in a clean, lightly oiled bowl and cover with clingfilm. Leave to rise for 30-60 minutes until doubled insize.
To make the gözleme filling, chop the baby spinach and mix in a bowl with the feta, onion and chilli flakes.
When ready, punch the dough down and knead again until smooth, divide into 4 equal pieces. Roll each piece out on a floured surface until you have a thin round 2mm thick and about 25cm in diameter. Spread a quarter of the filling on to half of each flat bread, then fold over into a semi-circle. Brush the top side of each gözleme with olive oil.
Heat a large non-stick frying pan or griddle. Cook each one for 2-3 minutes, on the greased side, then brush with olive oil the other side, turn over and cook for another 2-3 minutes. Serve immediately, with a little butter melting over.

mercoledì 4 maggio 2016

Pranzi Primaverili - Tortino di Quinoa, Salmone Affumicato e Feta or Smoked Salmon, Feta Cheese and Quinoa

Scroll Down for English Version

Dopo una pedalata e un'ora di piscina sono tornata a casa con una fame da lupo e poca voglia di cucinare.
Conoscendomi avevo cotto della quinoa, pronta per essere condita e gustata in meno di 10 minuti.
Una ricetta veloce e gustosa, sana e leggera.
Ecco come si fa.
Per 2 persone
  • 60 g di quinoa
  • 1/4 di dado vegetale bio, opzionale
  • 1 confezione di salmone affumicato in olio d'oliva (115 g)
  • 2 piccole manciate di feta
  • buccia grattugiata di 1 limone bio
  • foglie di qualche rametto di aneto
  • foglie di qualche rametto di timo limone
  • qualche foglia di basilico viola
  • 1 cucchiaio di olio extravergine d'oliva
  • pepe bianco
Sciacquate la quinoa in un colino sotto acqua fredda poi mettete 150 ml di acqua a bollire, aggiungete il dado, se lo usate e unite la quinoa, cuocete a fuoco medio per circa 15 minuti o fino a che tutta l'acqua è stata assorbita. Lasciate riposare la quinoa a fuoco spento per altri 5 minuti e poi mettetela in una ciotola e fatela raffreddare.
Scolate il salmone, unitelo alla quinoa insieme alla feta sbriciolata. le erbe aromatiche, la scorza di limone, l'olio e il pepe. Mescolate bene e fate riposare per una decina di minuti prima di servire in modo che i sapori si amalgamino e si esaltino l'un l'altro.


English Version

After a ride on my bike and one hour spent in the swimming pool I came home starving but I didn't fancy cooking lunch.
Before leaving home in the morning I cooked some quinoa, ready to be prepped and eaten in less than 10 minutes.
Here's quick, light, healthy and tasty recipe for you.
Here's how it's done.
For 2 people
  • 60 g of quinoa
  • 1/4 organic vegetable stock cube, optional
  • 1 can of smoked salmon in olive oil (115 g)
  • 2 small handfuls of feta
  • grated zest of 1 organic lemon
  • leaves of a few sprigs of dill
  • leaves of a few sprigs of lemon thyme
  • a few leaves of purple basil
  • 1 tablespoon extra virgin olive oil
  • White pepper
Rinse the quinoa in a strainer under cold water, then bring to a boil150 ml of water, add the stock cube if using and add the quinoa. Cook over medium heat for about 15 minutes or until all the water has been absorbed. Let stand the quinoa off the heat for another 5 minutes, then place in a bowl and let cool.
Drain the salmon, add it to the quinoa together with the crumbled feta. herbs, lemon zest, olive oil and season with the pepper. Mix well and let stand for ten minutes before serving so that the flavours can blend.

giovedì 21 aprile 2016

La Primavera - Insalata di Pollo con Crostini al Parmigiano or Chicken Salad with Parmesan Croutons


Scroll Down for English Version

Con l'inizio della bella stagione il calore dei piatti che porto in tavola diminuisce in maniera proporzionale all'aumento della temperatura. Sul tavolo compaiono piatti di spaghetti tiepidi conditi con una spuma di pomodoro a crudo, insalate di farro, torte salate come questa ottima quiche di verdura e pancetta o queste graziose mini quiches di porri, finocchi e pancetta affumicata o ancora questa spettacolare torta salata di verdure. La cucina si riempie di colori intensi e profumi leggeri. Ecco che fanno il loro ingresso anche le insalatone, cavallo di battaglia di tanti pranzi e cene quando la voglia di cucinare manca ma si vuole comunque mangiare qualcosa di sfizioso e gustoso. A volte è il mix di verdure fresche che si usano che fa la differenza, altre volte il condimento particolare, oppure la preparazione della carne o del pesce che l'accompagnano, stavolta è un mix di tutte queste cose che rende questo piatto vincente. I crostini di pane aggiungono croccantezza e sapore e esaltano i bocconcini di pollo speziati. La verdura apporta freschezza e l'olio di noci, oltre a essere un prodotto di eccellenza e ad avere molte proprietà benefiche per il nostro organismo, unisce tutti questi sapori con la sua nota profumata e intensa. Vi consiglio di provarlo, è veramente ottimo e le vostre insalate non saranno più le stesse.
Per 4 persone.
  • 2 petti di pollo
  • 6 cucchiai di olio d’oliva extravergine
  • paprica dolce, q.b.
  • 200 g di pane raffermo,
  • 40 g di parmigiano reggiano 
  • 1 pizzico di erbe aromatiche essiccate
  • 1 pizzico aglio in polvere
  • olio di noci, q.b.
  • caglie di parmigiano reggiano “solodibruna”, q.b.
  • 200 g di insalata mista
  • sale marino fino, q.b.
  • pepe nero, q.b.

Scaldare il forno a 160°.
Tagliare il pane a cubetti di circa 2.5 cm. 
In una ciotola mescolare 5 cucchiai di olio d’oliva, le erbe aromatiche, l’aglio, un pizzico di sale e del pepe infine il parmigiano grattugiato. Aggiungere i cubetti di pane e mescolare bene per farlo insaporire. 
Infornate il pane su una teglia rivestita di carta da forno e cuocete per circa 20 minuti girando a metà cottura. Far freddare i crostini. 
Tagliate a metà i petti di pollo, condire con il sale, il pepe e la paprica da entrambi i lati e cuocere in una padella con il cucchiaio d’olio d’oliva rimanente.
Servire il pollo con l’insalata, i crostini, le scaglie di parmigiano e condite con l’olio di noci.

English Version

As soon as we get to this time of the year the heat of the meals I repare decreases in proportion to the rising of the temperature outside. On our table appear  bowls of lukewarm spaghetti dressed with a light raw tomato sauce, salads with spelt and grilled vegetables, quiches as this excellent vegetable and pancetta quiche or these lovely leek, fennel and bacon mini quiches , or even this spectacular savoury tomato and mixed vegetable tart. The kitchen is filled with intense colours and delicate scents. Here are the glorious mixed salads, a staple of many meals when we don't feel like cooking and yet we want crave something delicious and tasty. Sometimes it's the mix of fresh vegetables we use that makes the difference, other times a unique dressing, or again the way of cooking the meat or fish that go with it. This time it's the mix of all these things that makes this a great dish. The croutons add crunch and flavour and enhance the spiciness of the chicken morsels. The vegetables brings freshness and the walnut oil, as well as being a excellent product and being very good for you, binds all these flavours with its fragrant and intense note. Give it try it, it's really good, and your mixed salads will never be the same.
For 4 servings
  • 2 chicken breast
  • 6 tablespoons extra virgin olive oil
  • sweet paprika, to taste
  • 200 g of a day old bread
  • 40 g Parmesan cheese
  • a pinch of dried herbs
  • a pinch of dried garlic
  • walnut oil, to taste
  • Parmesan shards, to taste
  • fine sea salt, to taste
  • black pepper, to taste
  • 200 g mixed salad leaves
Heat the oven to 160°C.
Cut the bread into ½ inch cubes.
Mix 5 tablespoons of olive oil into a bowl together with the herbs, garlic, salt, pepper and the grated parmesan. Put the bread into the bowl and mix to coat. 
Bake the bread, on a tray lined with baking parchment, for 20 minutes turning once, then leave to cool.
Cut each chicken breast in half, sprinkle with salt, pepper and paprika and cook in pan with the remaining olive oil. 
Serve the chicken with the salad leaves, the croutons, shards of parmesan cheese and dress with some walnut oil.