lunedì 9 maggio 2016

Metti una Giornata Piovosa - Insalata Tiepida di Patate con Pancetta Croccante, Scaglie di Parmigiano e Riduzione di Aceto Balsamico or Warm Potato Salad with Crispy Pancetta, Parmesan Shards and Balsamic Vinegar Reduction

 

Scroll Down for English Version
 
Metti una giornata grigia, un po' piovosa e decisamente freddina come ne abbiamo avute ultimamente, soprattutto nei weekend. Metti la voglia di raggomitolarsi sul divano con la copertina sulle gambe, un buon libro o un film da vedere in compagnia, una coccola al gatto acciambellato lì vicino e due chiacchiere per far passare l'uggia del brutto tempo. Per l'ora di pranzo non si è pensato a niente perché questo tempo ci toglie le energie e l'intenzione è quella di fare il meno possibile aspettando che passi. Così si opta per un pasto "bianco", di solito riso o pasta conditi con olio extravergine e parmigiano per me e burro e parmigiano per il mio nordico marito. Stavolta però ho optato per delle patate, ma invece di lessarle e servirle da sole, che confessiamolo, sarebbe stato un pasto un po' tristino, ho pensato di arricchirle con dei sapori importanti come quello della pancetta ben grigliata, del parmigiano sapido e un tocco di riduzione al balsamico per amalgamare tutti gli ingredienti con la sua nota appena acidula e pastosa. Un piatto consolatorio, in attesa di un raggio di sole.
Per 2 persone  
  • 2 patate medie
  • 4 fette  pancetta stesa affumicata
  • scaglie di parmigiano reggiano, q.b.
  • riduzione di aceto balsamico, q.b.
Sbucciare le patate e tagliatele a fette di circa ½ cm. Mettere sul fuoco una pentola con poca acqua bollente e il cestino per la cottura a vapore. Sistemare le fette di patate nel cestino e cuocere per circa 15 minuti. Nel frattempo scaldare una padella antiaderente e cuocere le fette di pancetta fino a che saranno ben dorate.
Sistemare la pancetta cotta fra due strati di carta assorbente e tamponare bene e far raffreddare. Mettere uno strato di patate in un piatto di portata, cospargere con un poco di pancetta sbriciolata, aggiungere delle scaglie di parmigiano e ripetere gli strati fino a esaurimento degli ingredienti. Prima di servire condite con un filo di riduzione di aceto balsamico e servire.

 English Version

Say a grey rainy day, in the chilly side and we have had some of those days lately, especially at weekends. Say you feel the urge to curl up on the couch with a throw over your legs, a good book or a movie to watch with your loved ones, a cuddle to the cat curled up nearby, and a small talk waiting for the bad weather to go away. Come lunch time we haven’t thought of anything to cook, as this weather drains all our energy and the intention is to do as little as possible. So we decide for a "white" lunch, usually rice or pasta tossed with a little extra virgin olive oil and grated Parmesan cheese for me and butter and Parmesan cheese for my northerner husband. But this time I opted for potatoes, and instead of boiling and serving them on their own, as it would have been a sad little meal, I thought of giving them and extra kick by adding great flavours like that of crispy pancetta, the savoury Parmesan cheese and a touch of balsamic reduction to mix all the ingredients with its barely noticeable tanginess. A comforting dish, waiting for a sunny day.
For 2 servings
  • 2 medium potatoes,
  • 4 slices  smoked pancetta,
  • shards of Parmesan cheese, to taste
  • balsamic vinegar reduction, to taste
Peel the potatoes and cut into 2 inch slices. Steam the potato slices for about 15 minutes. Meanwhile heat a frying pan and cook the pancetta slices until they are golden brown. Place the cooked pancetta between two sheets of absorbent paper, dab it well and let cool. Put a layer of potatoes in a serving dish, sprinkle with a little crumbled bacon, add the parmesan cheese and repeat the layers until all ingredients are used. Before serving, drizzle with some balsamic vinegar reduction and serve wire.

domenica 8 maggio 2016

Soffici come Nuvole - Sgonfiotti di Pasta Choux al Parmigiano or Parmesan Cheese Gougeres

Scroll Down for English Version
I miei primi approcci con la pasta choux o pasta per bignè risalgono a quando frequentavo le elementari. Ricordo che a casa di un'amica provavamo a fare i bignè consumando una quantità incredibile di uova.
I bigné e gli éclair sono da sempre una delle mie passioni, la pasta leggerissima e poco saporita che racchiude creme golose e la glassa lucida che li decora sono il massimo della ghiottoneria.
Nel mio paese c'era una sola pasticceria e ricordo che i bigné erano buonissimi. Credo che tutti i bimbi della mia generazione ricordino con gran golosità la piccola pasticceria che dava sulla strada principale dove su vassoi inclinati facevano bella mostra di sé la strepitosa focaccia di Dusola, la pizza al trancio e i bignè alla crema e al cioccolato. Come mi sembravano grandi quei bignè!
Il piacere di questi dolci della domenica mi è rimasto, ma ora che apprezzo molto anche la pasticceria salata, devo confessare che non so quale versione scegliere, se quella con le creme dolci o la versione salata, sapida e robusta.
Se siete curiosi provate questa versione salata e poi decidete se preferite ancora la versione dolce, oppure fate come me e non scegliete gustandole entrambe.
Questi gustosi sgonfiotti possono essere serviti con una crema di formaggio gorgonzola e panna o anche con una spuma di prosciutto cotto o semplicemente da soli.
  • 60 g di burro,
  • 120 ml d'acqua,
  • 1 pizzico sale marino fino,
  • 65 g di farina,
  • 2 uova
  • 75 g di Parmigiano reggiano
Grattugiare il parmigiano.
Mettere il burro, il sale e l’acqua in una pentola capiente e portare a ebollizione. 
Aggiungere la farina tutta insieme, togliere dal fuoco e mescolare con un cucchiaio di legno fino a che l’impasto è omogeneo.
Riportare la pentola sul fuoco e far cuocere per 5 minuti a fuoco basso mescolando. Il composto dovrà essere lucido e compatto.
Accendere il forno a 230°.
Trasferire il composto in una ciotola e aggiungere un uovo usando le fruste elettriche o un cucchiaio di legno.
Quando il primo uovo è incorporato aggiungere il secondo e mescolare bene poi aggiungere il parmigiano.
Rivestire una teglia con della carta da forno e versare il composto a cucchiaiate dandogli una forma arrotondata. Formate 12 sgonfiotti.
Cuocete per circa 20/25 minuti o fino a che gli sgonfiotti saranno ben gonfi e dorati, asciutti al tatto e leggeri.
Fate freddare su una griglia prima servire.
English Version 

My first approach to choux pastry dates back to when I was at primary school. I remember making eclairs at a friend's house using incredible amounts of eggs.
Choux puffs and éclairs have always been a passion of mine, the lightweight and not too overpowering pastry enclosing delicious cream fillings and the shiny glaze decorating them are the ultimate temptation.
In my village there was only one patisserie and their choux puffs were delicious. I believe that all the children of my generation gladly remember that patisserie, the entrance on the main street and inside on sloping trays were proudly displayed Dusola’s striking focaccia, pizza by the slice, and the chocolate and crème patissiere choux puffs. And those choux puffs looked enormous!
I still enjoy these sweet Sunday treat, but now that I also appreciate the savory pastries, I must confess that I don’t know which version to choose. Do I prefer the sweet or savory version?
If you are curious about it, do try this savory version and then decide if you still prefer the sweet one, or do as I do and forget about choosing and enjoy them both.
  • 60 g butter
  • 120 ml water
  • a pinch fine sea salt,
  • 65 g flour
  • 2 eggs
  • 75 g Parmesan cheese
Grate the Parmesan cheese.
Put the butter, salt and water in a large pan and bring to a boil.
Add the flour all at once, remove from heat and stir with a wooden spoon until the mixture is smooth. Return the pan on the stove and cook for 5 minutes over low heat, stirring. The mixture should be glossy and compact.
Turn on the oven to 230°C.
Transfer the mixture to a bowl and add an egg using an electric whisk or a wooden spoon. When the first egg as been incorporated add the second one and mix well then add the Parmesan cheese.
Line a baking tray with baking parchment and divide the mixture into 12 and scoop it using a spoon giving it a rounded shape.
Cook for about 20-25 minutes or until the gougeres are well puffed and golden, dry to the touch and light.
Let cool on a wire rack before serving.
You can serve the gougeres with a cream of gorgonzola cheese, or a ham mousse, or simply on their own.

venerdì 6 maggio 2016

In Giro per il Mondo - Gözleme (Pane Turco ripieno or Turkish Flat Bread)


Scroll Down for English Version
Una delle abitudini che più mi mancano della mia vita in Inghilterra è comprare il giornale della domenica. Il mio preferito era l'Observer, per il suo taglio più liberale e per il suo inserto mensile tutto dedicato al cibo. Tanti articoli interessanti e ricette da leccarsi i baffi! Oggi vi propongo una ricetta rivisitata da Rick Stein e letta proprio sull'Observer. Si tratta del gözleme cibo di strada turco, un ottimo pane ripieno di formaggio e spinaci, ma le alternative prevedono anche carne o uova.
Ho usato delle cipolle di Tropea al posto dei cipollotti e naturalmente ho cotto il pane su una piastra in mancanza d'altro, ma il risultato è stato un vero successo. Adoro il pane, e il ripieno di feta saporita e spinaci è uno dei miei preferiti.Per Andrea ho usato dei fagioli di soia (edamame) cotti in padella con un pizzico di spezie Colombo, comprate in Francia, dallo spiccato sapore di curry, e dello stracchino visto che a lui non piace la feta. Ho anche provato una gustosa variante con edamame e salamino piccante.
Per 4 gözleme
Per l'impasto:
  • 500 g di farina forte per panificazione, più un poco per stendere i gözleme
  • 7 g di lievito di birra disidratato, che non deve essere attivato con l'acqua
  • 1 pizzico di zucchero
  • 10 g di sale
  • 275 ml di acqua tiepida
  • 60 ml di olio extravergine d'oliva, più un poco per la cottura
  • burro, per servire
Per il ripieno:
  • 250 g di spinacini lavati, o degli spinaci decongelati e tritati
  • 200 g di feta, sbriciolata
  • 1/2 cipolla di Tropea grande, affettata finemente
  • 1/2 cucchiaino di peperoncino essiccato tritato
In una grande ciotola mescolate la farina con lo zucchero, il sale e il lievito. Fate una fontana e versate al centro l'olio e l'acqua tiepida. Mescolate con un cucchiaio di legno poi versate l'impasto su un piano di lavoro e impastate per qualche minuto fino a ottenere una consistenza liscia e omogenea. Mettete a lievitare per 30-60 minuti, o fino al raddoppio in volume dell'impasto, in una ciotola unta d'olio.
Preparate l'impasto tritando grossolanamente gli spinaci e mescolateli in una ciotola con la feta, i cipollotti e il peperoncino.
Quando siete pronti per cucinare i vostri gözleme, sgonfiate l'impasto e dividetelo in 4 porzioni. Stendete ogni porzione su un piano di lavoro infarinato fino a ottenere un disco di circa 25 cm di diametro e spesso un paio di millimetri.
Cospargete una metà del disco con 1/4 di ripieno e ricoprite con l'altra metà dell'impasto in modo da formare un semicerchio.
Spennellate la superficie dell'impasto con dell'olio.
Riscaldate una piastra o una grande padella antiaderente e cuocete un gözleme alla volta per circa 2-3 minuti per lato, poi spennellate l'altro lato con l'olio e cuocete anche quello.
Servite subito con del burro cosparso in superficie.
 
Mi trovate in questa raccolta
"Con questo pane partecipo alla raccolta di Panissimo ideata da Sandra e Barbara questo mese ospitata da Consuelo"
 
English Version


One of the habits I miss the most about my life in England is buying the Sunday papers. My favorite paper was the Observer. I liked it for its liberal cut and for its monthly insert entirely devoted to food. I read many interesting articles and found mouthwatering recipes. Today's recipe comes from the Observer food monthly issue and is revisited by Rick Stein. It's a recipe for gözleme, a lovely flat bread stuffed with cheese and spinach, but the alternatives also may include meat or eggs. Gözleme are one of the most famous Turkish street food.
I used sweet red onions from Tropea instead of spring onions and I cooked the bread on a hot griddle, but the result was a real success. I love this bread, and the tasty stuffing of feta cheese and spinach is one of my favourite. Andrea doesn't like feta so I filled his gözleme with edamame cooked in a pan with a pinch of curry scented Colombo spice, bought in France, and stracchino cheese. I also tried a tasty alternative with edamame and spicy salami.
Makes 4
For the flatbread dough:
  • 500g strong bread flour, plus extra for dusting
  • 7g sachet fast-acting yeast
  • a pinch of sugar
  • 10g salt
  • 275ml lukewarm water 
  • 60ml extra virgin olive oil, plus extra for greasing
  • butter to serve
For the filling:
  • 250g baby spinach, washed
  • 200g feta cheese, crumbled
  • 1/2 large Tropea onion finely sliced
  • ½ tsp chilli flakes
To make the dough, sift the flour into a large bowl and add the yeast, sugar and salt. Make a well in the centre and add the water and olive oil. Mix with a wooden spoon the knead on a floured work surface, for a few minutes until you have a soft, elastic dough. Place in a clean, lightly oiled bowl and cover with clingfilm. Leave to rise for 30-60 minutes until doubled insize.
To make the gözleme filling, chop the baby spinach and mix in a bowl with the feta, onion and chilli flakes.
When ready, punch the dough down and knead again until smooth, divide into 4 equal pieces. Roll each piece out on a floured surface until you have a thin round 2mm thick and about 25cm in diameter. Spread a quarter of the filling on to half of each flat bread, then fold over into a semi-circle. Brush the top side of each gözleme with olive oil.
Heat a large non-stick frying pan or griddle. Cook each one for 2-3 minutes, on the greased side, then brush with olive oil the other side, turn over and cook for another 2-3 minutes. Serve immediately, with a little butter melting over.

mercoledì 4 maggio 2016

Pranzi Primaverili - Tortino di Quinoa, Salmone Affumicato e Feta or Smoked Salmon, Feta Cheese and Quinoa

Scroll Down for English Version

Dopo una pedalata e un'ora di piscina sono tornata a casa con una fame da lupo e poca voglia di cucinare.
Conoscendomi avevo cotto della quinoa, pronta per essere condita e gustata in meno di 10 minuti.
Una ricetta veloce e gustosa, sana e leggera.
Ecco come si fa.
Per 2 persone
  • 60 g di quinoa
  • 1/4 di dado vegetale bio, opzionale
  • 1 confezione di salmone affumicato in olio d'oliva (115 g)
  • 2 piccole manciate di feta
  • buccia grattugiata di 1 limone bio
  • foglie di qualche rametto di aneto
  • foglie di qualche rametto di timo limone
  • qualche foglia di basilico viola
  • 1 cucchiaio di olio extravergine d'oliva
  • pepe bianco
Sciacquate la quinoa in un colino sotto acqua fredda poi mettete 150 ml di acqua a bollire, aggiungete il dado, se lo usate e unite la quinoa, cuocete a fuoco medio per circa 15 minuti o fino a che tutta l'acqua è stata assorbita. Lasciate riposare la quinoa a fuoco spento per altri 5 minuti e poi mettetela in una ciotola e fatela raffreddare.
Scolate il salmone, unitelo alla quinoa insieme alla feta sbriciolata. le erbe aromatiche, la scorza di limone, l'olio e il pepe. Mescolate bene e fate riposare per una decina di minuti prima di servire in modo che i sapori si amalgamino e si esaltino l'un l'altro.


English Version

After a ride on my bike and one hour spent in the swimming pool I came home starving but I didn't fancy cooking lunch.
Before leaving home in the morning I cooked some quinoa, ready to be prepped and eaten in less than 10 minutes.
Here's quick, light, healthy and tasty recipe for you.
Here's how it's done.
For 2 people
  • 60 g of quinoa
  • 1/4 organic vegetable stock cube, optional
  • 1 can of smoked salmon in olive oil (115 g)
  • 2 small handfuls of feta
  • grated zest of 1 organic lemon
  • leaves of a few sprigs of dill
  • leaves of a few sprigs of lemon thyme
  • a few leaves of purple basil
  • 1 tablespoon extra virgin olive oil
  • White pepper
Rinse the quinoa in a strainer under cold water, then bring to a boil150 ml of water, add the stock cube if using and add the quinoa. Cook over medium heat for about 15 minutes or until all the water has been absorbed. Let stand the quinoa off the heat for another 5 minutes, then place in a bowl and let cool.
Drain the salmon, add it to the quinoa together with the crumbled feta. herbs, lemon zest, olive oil and season with the pepper. Mix well and let stand for ten minutes before serving so that the flavours can blend.

giovedì 21 aprile 2016

La Primavera - Insalata di Pollo con Crostini al Parmigiano or Chicken Salad with Parmesan Croutons


Scroll Down for English Version

Con l'inizio della bella stagione il calore dei piatti che porto in tavola diminuisce in maniera proporzionale all'aumento della temperatura. Sul tavolo compaiono piatti di spaghetti tiepidi conditi con una spuma di pomodoro a crudo, insalate di farro, torte salate come questa ottima quiche di verdura e pancetta o queste graziose mini quiches di porri, finocchi e pancetta affumicata o ancora questa spettacolare torta salata di verdure. La cucina si riempie di colori intensi e profumi leggeri. Ecco che fanno il loro ingresso anche le insalatone, cavallo di battaglia di tanti pranzi e cene quando la voglia di cucinare manca ma si vuole comunque mangiare qualcosa di sfizioso e gustoso. A volte è il mix di verdure fresche che si usano che fa la differenza, altre volte il condimento particolare, oppure la preparazione della carne o del pesce che l'accompagnano, stavolta è un mix di tutte queste cose che rende questo piatto vincente. I crostini di pane aggiungono croccantezza e sapore e esaltano i bocconcini di pollo speziati. La verdura apporta freschezza e l'olio di noci, oltre a essere un prodotto di eccellenza e ad avere molte proprietà benefiche per il nostro organismo, unisce tutti questi sapori con la sua nota profumata e intensa. Vi consiglio di provarlo, è veramente ottimo e le vostre insalate non saranno più le stesse.
Per 4 persone.
  • 2 petti di pollo
  • 6 cucchiai di olio d’oliva extravergine
  • paprica dolce, q.b.
  • 200 g di pane raffermo,
  • 40 g di parmigiano reggiano 
  • 1 pizzico di erbe aromatiche essiccate
  • 1 pizzico aglio in polvere
  • olio di noci, q.b.
  • caglie di parmigiano reggiano “solodibruna”, q.b.
  • 200 g di insalata mista
  • sale marino fino, q.b.
  • pepe nero, q.b.

Scaldare il forno a 160°.
Tagliare il pane a cubetti di circa 2.5 cm. 
In una ciotola mescolare 5 cucchiai di olio d’oliva, le erbe aromatiche, l’aglio, un pizzico di sale e del pepe infine il parmigiano grattugiato. Aggiungere i cubetti di pane e mescolare bene per farlo insaporire. 
Infornate il pane su una teglia rivestita di carta da forno e cuocete per circa 20 minuti girando a metà cottura. Far freddare i crostini. 
Tagliate a metà i petti di pollo, condire con il sale, il pepe e la paprica da entrambi i lati e cuocere in una padella con il cucchiaio d’olio d’oliva rimanente.
Servire il pollo con l’insalata, i crostini, le scaglie di parmigiano e condite con l’olio di noci.

English Version

As soon as we get to this time of the year the heat of the meals I repare decreases in proportion to the rising of the temperature outside. On our table appear  bowls of lukewarm spaghetti dressed with a light raw tomato sauce, salads with spelt and grilled vegetables, quiches as this excellent vegetable and pancetta quiche or these lovely leek, fennel and bacon mini quiches , or even this spectacular savoury tomato and mixed vegetable tart. The kitchen is filled with intense colours and delicate scents. Here are the glorious mixed salads, a staple of many meals when we don't feel like cooking and yet we want crave something delicious and tasty. Sometimes it's the mix of fresh vegetables we use that makes the difference, other times a unique dressing, or again the way of cooking the meat or fish that go with it. This time it's the mix of all these things that makes this a great dish. The croutons add crunch and flavour and enhance the spiciness of the chicken morsels. The vegetables brings freshness and the walnut oil, as well as being a excellent product and being very good for you, binds all these flavours with its fragrant and intense note. Give it try it, it's really good, and your mixed salads will never be the same.
For 4 servings
  • 2 chicken breast
  • 6 tablespoons extra virgin olive oil
  • sweet paprika, to taste
  • 200 g of a day old bread
  • 40 g Parmesan cheese
  • a pinch of dried herbs
  • a pinch of dried garlic
  • walnut oil, to taste
  • Parmesan shards, to taste
  • fine sea salt, to taste
  • black pepper, to taste
  • 200 g mixed salad leaves
Heat the oven to 160°C.
Cut the bread into ½ inch cubes.
Mix 5 tablespoons of olive oil into a bowl together with the herbs, garlic, salt, pepper and the grated parmesan. Put the bread into the bowl and mix to coat. 
Bake the bread, on a tray lined with baking parchment, for 20 minutes turning once, then leave to cool.
Cut each chicken breast in half, sprinkle with salt, pepper and paprika and cook in pan with the remaining olive oil. 
Serve the chicken with the salad leaves, the croutons, shards of parmesan cheese and dress with some walnut oil.

martedì 19 aprile 2016

La Bontà che Scrocchia - I Grissini Stirati or Stretched Grissini


Scroll Down for English Version

Ieri sera ci siamo guardati e ci siamo confessati una voglia pazza di pizzelle. Un, due e tre, ho preparato l'impasto per pane, il mio classico dove metto tutti gli ingredienti in una ciotola, mescolo vigorosamente con un cucchiaio di legno e faccio lievitare. Dopo un paio d'ore e abbiamo  fatto le nostre pizzelle.
Stasera, con il restante impasto che avevo conservato in frigo, ho fatto dei grissini per accompagnare una sana e gustosa insalatona.
Ecco gli ingredienti.
  • impasto di pane ben lievitato
  • olio extravergine d'oliva
  • semi di sesamo bianchi
  • erbe di Provenza
  • farina per il piano di lavoro
Infarinate la superficie dell'impasto e rovesciatelo su un piano di lavoro ben infarinato.
Fate un paio di pieghe per dare forza all'impasto e con le mani dategli una forma rettangolare, non imposta che sia troppo precisa.
Coprite con un panno pulito e accendete il forno a 220°.
Quando il forno avrà raggiunto la temperatura e l'impasto si sarà rilassato, rivestite con della carta da forno una teglia o due, in base a quanto impasto avete a disposizione. 
Tagliate l'impasto partendo dal lato corto in piccoli bastoncini di circa 1 cm di spessore. 
Prendete ogni bastoncino alle estremità e tiratelo fino ad ottenere un grissino lungo e sottile che sistemerete sulla teglia. Procedete così fino a esaurimento dell'impasto. 
Una volta che i vostri grissini saranno pronti sulle teglie spennellateli con l'olio e cospargete una metà con i semi di sesamo e l'altra metà con le erbe di Provenza.
Infornate per 18-25 minuti, a seconda di quando i vostri grissini saranno spessi, e cuocete fino a quando saranno dorati.
Fate raffreddare su una griglia da pasticcere prima di servire. 

English Version

Last night we confessed each other our crave for pizzelle. So I immediately whipped up my no-knead bread dough, I put all the ingredients in a bowl, stirred vigorously with a wooden spoon and let the dough rise. After a couple of hours we were making our pizzelle.Tonight, with the leftover dough that I stored in the fridge, I made some breadsticks to accompany a healthy and delicious mixed salad.Here are the ingredients for my grissini
  • well leavened bread dough
  • extra virgin olive oil
  • white sesame seeds
  • herbs de Provence
  • flour for the work surface
Flour the dough and tip over a well floured work surface.
Fold it a couple of times to give it strength then, with your hands, give it a rectangular shape.Cover with a clean cloth and turn on the oven to 220° C.
When the oven is hot and the dough relaxed and pliable, lined with parchment paper one or two baking sheet, it depends on how much dough you have.
Cut the dough starting from the short side into 1 cm thick sticks.
Take each stick by the ends and pull it in order to get a long and thin breadstick, arrange it on the baking tray. Make more breadsticks using all your dough.
Once the breadsticks are ready on the trays brush them with oil and sprinkle half of them with sesame seeds and the other half with the herbs of Provence.
Bake for 18-25 minutes, depending on how thick your breadsticks are, or until golden in colour.
Let cool on a wire rack before serving.

lunedì 18 aprile 2016

La Brillantezza del Verde - Gnocchi con Noci e Crema di Formaggio e Spinaci or Gnocchi in a Cheese and Spinach Sauce with Walnuts

 
Scroll Down for English Version

Il mese di aprile sta volando via in un soffio.
Sono stata occupata a scuola con corsi pomeridiani e casa il giardino ha richiesto il mio intervento per le cure primaverili. Fiori da travasare, piante da potare, il limone e le altre piante che hanno svernato al coperto sono state riportate fuori al sole e al calore.
Tutto questo verde ha ispirato la ricetta che vi propongo oggi. 
Il colore di questo piatto è meraviglioso!
Il verde brillante della salsa è allegro e fa presagire un sapore ricco e intenso. Le noci donano una nota croccante che contrasta con la morbida arrendevolezza degli gnocchi.
Per 2 persone
  • 500 g di gnocchi freschi
  • 80 g di spinaci congelati
  • 40 g di parmigiano
  • 60 ml di latte
  • 10 g di burro
  • 6 noci
  • sale marino fine, q.b.
  • pepe nero, q.b.
Cuocere gli spinaci a vapore poi strizzarli e metterli da parte. Mettere una pentola d’acqua al fuoco e portare a ebollizione. Schiacciare le noci e tritarle grossolanamente.
Grattugiare il formaggio, scaldare il latte, sciogliere il formaggio nel latte e poi versare il tutto nel bicchiere di un frullatore a immersione. Aggiungere gli spinaci con una presa di sale e del pepe e frullare il tutto fino a ottenere una crema liscia.
Mettere gli gnocchi a cuocere in acqua bollente salata e quando salgono a galla versarli in una ciotola dove avrete messo la salsa e 1 cucchiaio di acqua di cottura. Condire gli gnocchi con la salsa di formaggio e spinaci, servire cospargendoli con le noci e scaglie di formaggio.
English Version
 April is flying away.
I've been busy at school with afternoon classes and when at home the garden has requested my intervention as it needed some spring care. Flowers had to be repotted, plants had to be pruned, the lemon tree and other plants that spent the winter indoors were transfered outside in the sun.
All this greenery has ispiared the recipe in today's post.
The color of this dish is amazing!
The bright green of the sauce is cheerful and gives us a hint of the dish rich and intense flavour. The walnuts have a crisp note that contrasts with the softness of the gnocchi. 
For 2 servings
  • 500 g fresh gnocchi
  • 80 g frozen spinach
  • 40 g Parmesan cheese
  • 60 ml milk
  • 10 g butter
  • 6 walnuts
  • fine sea salt, to taste
  • black pepper, to taste
Steam the spinach then squeeze them and set aside. Put some water in a large pan and bring to a boil.
Crush the walnuts and chop coarsely.
Grate the cheese, heat the milk, melt the cheese in the milk and then pour it in the glass of a hand blender. Add the spinach with a pinch of salt and some black pepper and blend until smooth and creamy.
Cook the gnocchi in the salted boiling water and when they rise to the surface drain them and put them in a bowl where you previously put the sauce and 1 tablespoon of cooking water. Dress the gnocchi with the cheese and spinach sauce, and serve with a sprinkling of walnuts and some shredded cheese.

giovedì 31 marzo 2016

Sfiziosità - Petto di Pollo Impanato al Parmigiano or Parmesan Coated Chicken Breasts

 
 
Scroll Down for English Version

Per una cena veloce e gustosa. Uno sfizio che ci possiamo concedere di tanto in tanto. Da servire con tanta verdura fresca di stagione, per accompagnare una bella insalatona mista e seguito da una macedonia di frutta si fa perdonare anche il fatto di essere stato fritto!
Per 2 persone
  • 1 petto di pollo
  • 50 g di Parmigiano reggiano “solodibruna”
  • 50 g di pangrattato
  • 1 uovo
  • olio di semi per friggere, q.b.
  • sale marino fine, q.b.
  • pepe nero, q.b.
Tagliare il petto di pollo a filetti di circa 2-3 cm di spessore.
Mettere a scaldare abbondante olio in una padella.
Grattugiare il parmigiano e metterlo in un piatto, aggiungere il pangrattato e mescolare. In una fondina sbattere l’uovo con un pizzico di sale e del pepe macinato fresco.
Passare i pezzi di pollo nell’uovo e poi nel mix di parmigiano e pangrattato.
Friggere il pollo fino a che è ben dorato.
Scolare su della carta assorbente e servire ben caldo.


 English Version
 
For a quick and tasty dinner. A treat we can enjoy every now and then.
Serve it with plenty of fresh vegetables, or with a nice mixed salad and if followed by a fruit salad you can almost forget it was fried chicken!
For 2 servings.
  • 1 chicken breast, 1
  • 50 g Parmesan cheese
  • 50 g breadcrumbs, 1,76 oz
  • 1egg
  • vegetable oil for frying
  • fine sea salt, to taste
  • black pepper, to taste 
Cut the chicken breast into 1 inch thick strips.
Heat plenty of oil in a frying pan.
Grate the Parmesan cheese and put it in a dish, add the breadcrumbs and mix. In a bowl beat the egg with a pinch of salt and freshly ground black pepper.
Dredge the chicken pieces in egg and then in the Parmesan cheese and bread crumbs mix.
Fry the chicken until it is golden brown.
Drain on paper towels and serve hot.

mercoledì 23 marzo 2016

Aperitivi Gustosi - Bastoncini al Formaggio e Speck or Speck and Cheese Straws

 
Scroll Down for English Version

Adoro i bastoncini al formaggio, questi poi hanno una marcia in più con lo speck che li arricchisce. Un modo simpatico e un po' diverso di servire un aperitivo o uno spezza fame pomeridiano. Io li mangerei anche a colazione...
Per 8/10 persone
  • 170 g di burro
  • 50 g di parmigiano
  • 80 g di speck
  • 200 g di farina 0
  • 100 g di Emmentaler
  • ½ cucchiaino di lievito per torte salate
  • ½ cucchiaino di pepe di Cayenna
  • ¼ cucchiaino di sale marino fino
  • 30 ml di acqua
Riscaldare il forno a 200°C.
Rivestire un paio di placche con della carta da forno.
Tritare grossolanamente lo speck.
Grattugiare i formaggi.
Combinare in una ciotola la farina, il lievito, il pepe di Cayenna, il sale, i formaggi e il burro ammorbidito e tagliato a cubetti. Mescolare bene e aggiungere l'acqua poco alla volta fino ad ottenere un impasto compatto.
Su un piano di lavoro leggermente infarinato stendere l'impasto fino ad avere uno spessore di circa 3-4 mm mettere lo speck su una metà dell'impasto, ripiegatelo su se stesso e dopo averlo steso ancora con un mattarello tagliarlo in bastoncini lunghi 10 cm e spessi circa 1,5 cm poi sistemarli sulle placche. Cuocere per circa 10-12 minuti o fino a che i bastoncini al formaggio iniziano a dorarsi.
Lasciar raffreddare i bastoncini su una griglia prima di servirli.

English Version

I love cheese straws, These ones have an edge thanks to the speck that enriches them. They can be a nice addiction to a cocktail and they are perfect for an afternoon snack.
I would even have them for breakfast...
  • 170 g butter
  • 50 g Parmesan cheese
  • 80 g speck
  • 200 g all purpose flour
  • 100 g Emmentaler cheese
  • ½ teaspoon baking powder
  • ½ teaspoon Cayenne pepper
  • ¼ teaspoon fine sea salt
  • 30 ml water
Preheat oven to 200°C.
Line two baking sheets with baking parchment.
Coarsely chop the speck.
Grate the cheeses.
In a bowl combine the flour, baking powder, cayenne pepper, salt, cheeses, and the softened butter cut into small pieces. Mix well and add the water a little at a time until you get a dough.
On a lightly floured surface roll out the dough until you have a thickness of about 3-4 mm then put the speck on one half of the dough, fold the other half over it and flatten with a rolling pin then cut into 4 inches long and ½ inch wide sticks than adjust them on the baking sheets. Bake for about 10-12 minutes or until the cheese straws start to brown.
Allow to cool on a wire rack before serving.

martedì 22 marzo 2016

Le Ricette della Tradizione - Verdure Ripiene di Patate, Ricotta e Parmigiano or Stuffed Vegetables with Potatoes, Ricotta and Parmesan Cheese

 
Scroll Down for English Version
 
Da che mi ricordo a casa nostra le verdure ripiene sono un must dell'estate. Teglie di barchette di verdure ripiene di carne cotto in forno fino a doratura, i sapori che si mescolano, consumate tiepide nei grandi pranzi all'orto. Le verdure ripiene sanno di casa.
Da quando, ormai decenni, la sorella numero quattro non mangia più carne, si è aggiunta la versione vegetariana di questo piatto e oggi vi propongo la mia versione.
Di solito si servono come secondo, ma volendo si possono usare patate novelle, piccoli zucchini e gli strati interni delle cipolle per fare dei bocconcini più piccoli da servire come antipasto.
Per 4 persone
  • 2 patate medie 
  • 1 zucchino grande
  • 2 cipolle dorate medie
  • 70 g di parmigiano reggiano 
  • 200 g di ricotta
  • 2-3 cucchiai di olio extravergine d'oliva 
  • sale marino fine, q.b. 
  • pepe nero, q.b.
  • erbe aromatiche essiccate miste, q.b. 
Accendere il forno a 200°C.
Pelare le patate e cuocerle a vapore fino a quando sono tenere. Far raffreddare un poco e tagliarle a metà nel senso della lunghezza. Scavarle con un cucchiaio e mettere la polpa in una ciotola poi schiacciarla con una forchetta.
Tagliare lo zucchino in due nel senso della lunghezza e dividere ancora ogni metà in due parti. Scavare le zucchine con un cucchiaino, tritare la polpa e metterla a soffriggere in una padella con 1 cucchiaio d olio, una presa di sale, le erbe aromatiche e del pepe macinato fresco.
Sbucciare le cipolle e tagliatele a metà, togliere qualche strato all'interno, tritarlo e aggiungerlo alla polpa delle zucchine. Far cuocere per circa 8 minuti.
Grattugiate il parmigiano e mettetelo nella ciotola insieme alla ricotta e la polpa di verdure soffritta. Regolare di sale e con questo composto riempire bene le barchette di verdure.
Sistemare le verdure su una teglia rivestita di carta da forno e appena unta d'olio, condire con un filo d'olio. Infornare per 20 minuti o fino a quando le verdure saranno dorate e ben cotte.
Servire calde o a temperatura ambiente. 
 
English Version 
Since I can remember stuffed vegetables  are a summer must in our house. Trays of vegetable "boats" stuffed  with meat baked until golden brown, the flavours mingle, and they are eaten warm during the great lunches set up in the vegetable garden. Stuffed vegetables feel like home.
Ever since sister number four stopped eating meat, and we're talking about a couple of decades now, a vegetarian alternative has been added to the traditional dish and today I give you my take on it.
They are usually served as a main, but if you want you can use new potatoes, small courgettes and the inner layers of the onions to make smaller morsels to be served as an appetizer.
  • 2 medium potatoes
  • 1  large courgette 
  • 2 medium yellow onions 
  • 70 g Parmesan cheese
  • 200 g ricotta cheese
  • 2-3 tablespoons extra virgin olive oil 
  • fine sea salt, to taste 
  • black pepper, to taste 
  • dried mixed herbs, to taste
Preheat oven to 200°C.
Peel the potatoes and steam them until they are tender. Let cool slightly and cut in half lengthwise. Spoon out most of the pulp, put it in a bowl and mash it with a fork.
Cut the courgette in half lengthwise and again divide each half into two parts. Spoon out the pulp and chop it then stir-fry it in a little pan with a tablespoon of oil.
Peel the onions and cut them in half, remove a few inner layers, chop them and add to the pan. Cook for about 8 minutes.
Grate the Parmesan cheese and put in a bowl with the ricotta and the cooked vegetable pulp. Season with salt and fill the vegetables boats with a good amount of this mixture. Place the vegetables on a baking tray lined with baking paper brushed with a little oil, and then drizzle the vegetables with some more oil. Bake for 20 minutes or until the vegetables are golden and well cooked.
Serve hot or at room temperature.