venerdì 22 ottobre 2010

Dessert Movimentato - Torta delle Rose di Rosa or Rosa's Rose Cake




Diego ci chiama e dice che vuole fare una festa a sorpresa per il compleanno di Silvia.
Io figuriamoci, mi butto a pesce e mi offro volontaria per cucinare qualcosa di veloce che possa essere trasportato da casa nostra a casa di Silvia la sera della festa.
Pasta al forno, facile facile con i funghi che piacciono tanto a Silvia. Certo Andrea i funghi li mangia proprio malvolentieri, così decido per 2 teglie di pasta al forno, una con i funghi e una con il cavolfiore. La besciamella, confesso, l'ho comprata pronta, l'ho insaporita con noce moscata e una macinata di pepe. "Allentata" con un po' di latte e in quella che ho usato con il cavolfiore ho sciolto un po' di Gouda grattugiato. Cotto il cavolfiore a vapore, saltati i funghi misti con aglio e prezzemolo, ho riempito le due teglie con la pasta condita dalla salsa e dalle verdure ricoprendo il tutto con un misto di pane a cassetta frullato per fare del pangrattato fresco e parmigiano (in quella con i funghi ne ho messo giusto una manciatina piccola piccola che lo so che il formaggio con i funghi non ci andrebbe, ma io adoro contravvenire alle regole!)
Poi, tanto per staccare da questa pietanza ho preparato dei fagottini di salsiccia e zucca - salsiccia appena appassita in una pentola antiaderente, zucca cotta a vapore. Ho mescolato i due ingredienti e con questi, una volta che erano freddi, ho riempito dei quadratini di pasta sfoglia, li ho chiusi, spennellati di uovo sbattuto e cotti in forno a 200° fino a che si sono gonfiati e dorati in superficie.


Ma veniamo alla torta delle rose. Diego, amico di lunga data di Andrea, ci informa che vuole fare la torta per la festa di Silvia, e che ha scelto la torta delle rose. A me l'idea piace molto, mi offro di aiutare con la torta e così, visto che l'impasto deve lievitare Diego lo prepara nel pomeriggio. Poi viene da me e comincia la collaborazione per la fase finale. Io stendo l'impasto mentre Diego monta il burro con lo zucchero per il ripieno della torta, poi lo stende sull'impasto, facciamo il rotolo, tagliamo le "rose" e le mettiamo nella teglia a lievitare ancora un po'. Cottura in forno, la mettiamo nel portatorte e via a casa di Silvia. Saranno stati tutti questi viaggi che ha fatto, sarà stato che è stata messa nella tortiera ancora calda e quindi l'umidità non è evaporata, sarà stato che la ricetta è perfetta, questa torta è riuscita benissimo!
Il sapore è ricco e cremoso, l'impasto soffice e profumatissimo, ne avrei mangiata una quantità smodata! Non so come si comporti nel tempo, chiederò a Silvia e Diego se anche il giorno dopo era così golosamente buona.
A grande richiesta passiamo alla ricetta data a Diego da una ragazza del suo centro che si chiama Rosa e che devo ringraziare per aver condiviso questa torta deliziosa con noi.
Ingredienti per una teglia rotonda da 22 cm di diametro:
  • 500 g di farina + farina per la fase di impasto
  • 90 g di zucchero
  • 2 uova
  • 60 g di burro morbido
  • 20 g di lievito di birra
  • 60 g di latte
  • 60 g di acqua
  • sale
Per la farcitura:
  • 125 g di burro morbido
  • 125 g di zucchero
  • sale
Impastare in una ciotola 150 g di farina con il lievito sciolto in acqua e latte tiepido. Far lievitare per circa 40 minuti.
Unire il resto degli ingredienti e lavorare energicamente in una ciotola fino a che l'impasto non sarà più appiccicoso, se necessario unire un po' di farina in più. Far lievitare l'impasto per 2 ore.
Lavorare il burro, lo zucchero e un pizzico di sale fino a che il composto diventa spumoso. Noi abbiamo usato le fruste elettriche. Si stende l'impasto fino a circa 1/2 cm di spessore formando un rettangolo. Stendere la crema di burro sulla pasta e poi arrotolare la pasta partendo dal lato lungo e tagliare l'impasto a tronchetti di circa 4 cm di spessore. Metterli in una teglia imburrata (noi abbiamo usato la carta da forno) formando una corona e poi disponendo i restanti in centro. Far lievitare per altri 40 minuti e poi infornare a 180° facendo cuocere per circa 25 minuti o fino a che non è dorata in superficie.
Non vedo l'ora che arrivi l'occasione per poterla rifare...

Nessun commento:

Posta un commento

Vi ringrazio per i vostri commenti, fonte di ispirazione e miglioramento. :)