giovedì 14 febbraio 2013

Pranzo Domenicale: Teglia di Pollo alle Spezie con Copertura di Patate or Masala Chicken Pie

Scroll Donw for English Version

I nostro pranzi domenicali, ormai lo saprete, non vanno mai sul classico italiano. Andrea predilige la tradizione anglosassone, io amo il cibo speziato e soprattutto indiano e con il piatto di oggi abbiamo unito le nostre passioni. Una base di pollo e verdure speziate servito con uno strato di copertura di patate, come una cottage pie. I sapori e i profumi dell'India nella forma dei pasticci di carne britannici hanno fatto felici tutti e due. La ricetta è stata presa da Goodfood di febbraio e devo ammettere che ancora una volta ci ha soddisfatto a pieno.
Per 6 persone:
  • 2 cucchiai di olio di semi
  • 4 petti di pollo senza pelle
  • 2 cipolle, tritate
  • 5 cm circa di zenzero, grattugiato
  • 3 spicchi di aglio, schiacciati
  • 2 cucchiai di curry
  • 2 cucchiaini di coriandolo in polvere
  • 2 cucchiaini di cumino in polvere
  • 2 cucchiaini di semi di senape neri o marroni
  • 2 cucchiaini di aceto di vino bianco o rosso
  • 2 cucchiaini di zucchero
  • 2 barattoli da 400 g di pomodori a pezzi
  • 150 ml di latte di cocco (prendete una lattina da 400 ml che ve ne servirà anche per le patate)
  • 1 peperone rosso grande, tagliato a pezzettoni
  • 1 peperone verde grande, tagliato a pezzettoni
  • 1/2 mazzetto di coriandolo, le foglie tritate grossolanamente, i gambi preservati
  • sale
Per lo strato di patate:
  • 1.5 kg di patate tagliate a pezzettoni
  • 150 ml di latte di cocco
  • 1 cicchiaino di curcuma
  • succo di 1 limone
  • 1 mazzetto di cipollotti, tritati finemente
  • gambi di coriandolo, tritati finemente (io non li ho messi perchè il coriandolo mi piace in piccole dosi)
  • 1 cucchiaino di semi di nigella
  • sale
Scaldate 2 cucchiaini d'olio in una padella capiente e rosolate i petti di pollo a fiamma vivace fino a che non sono coloriti. Rimuoveteli dalla padella e aggiungete il restante olio abbassando la fiamma. Soffriggete la cipolla, lo zenzero e l'aglio fino a che si ammorbidiscono. Aggiungete le spezie e cuocete per qualche altro minuto. E' il momento di aggiungere l'aceto, lo zucchero il pomodoro e il latte di cocco. Portate a ebollizione e fate cuocere per circa 10 minuti. Tagliate il pollo in bocconcini,  aggiungeteli alla salsa con il sughetto sul fondo del piatto dove li avevate messi w aggiungete anche i peperoni. Fate sobbollire per circa 20 minuti fino a che il pollo sarà cotto completamente e la salsa si sarà ridotta. Togliete dal fuoco e aggiungete le foglie di coriandolo e una presa di sale abbondante.
Per preparare lo strato di patate mettete questa a bollire in una pentola con dell'acqua fredda dal momento dell'ebollizione contate 10-15 minuti, o fino a che sono cotte, scolatele e mettetele di nuovo nella pentola per farle asciugare per qualche minuto. Aggiungete il latte di cocco, la curcuma e schiacciatele molto bene. Aggiugnete poi il succo di limone e del sale infine aggiungete i cipollotti e i gambi di coriandolo se li usate e mescolate bene.
Accendete il forno a 200° e mettete il pollo con i peperoni in una teglia, Sistemate il composto di patate sopra versandolo a cucchiaiate, cospargete con i semi di nigella e infornate per circa 30 minuti. Servite con del pane naan.
Questo piatto può essere preparato e assemblato poi conservato in frigo fino a 2 giorni (o congelato per 1 mese). Se si inforna da frigo i tempi di cottura in forno si allungano di circa 15 minuti.


English Version

Our Sunday lunch is almost never an Italian affair. Andrea loves the British tradition, I’m fond of spicy food and Indian food above all. Our latest Sunday lunch was a combination of our passions. A layer of spicy chicken and veggies covered in potatoes, almost like a cottage pie. The flavours and scents of India in the shape of British meat pies made happy the both of us. The recipe was taken from this month’s Goodfood magazine, and I have to say that once again they fully encountered our taste.

  • 2 tbsp vegetable oil
  • 4 skinless chicken breasts
  • 2 onions, chopped
  • finger-length piece ginger, grated
  • 3 garlic cloves, crushed
  • 2 tbsp medium curry powder
  • 2 tsp each ground coriander, ground cumin, and black or brown mustard seeds
  • 2 tsp white or red wine vinegar
  • 1 tsp sugar (brown or white)
  • 2x400g cans chopped tomatoes
  • 150 ml light coconut milk (buy a 400 ml can – you’ll need more for topping)
  • 1 large red pepper, deseeded and cut into large chunks
  • 1 large green pepper, deseeded and cut into large chunks
½ small bunch coriander, leaves roughly chopped, stalks reserved


For the topping:
  • 1.5 kg floury potatoes, cut into very large chunks
  • 150 ml light coconut milk
  • 1 tsp turmeric
  • juice 1 lemon
  • 1 bunch spring onions, finely chopped
  • stalks from ½ small bunch coriander (I didn’t use them)
  • 1 tsp nigella seeds


Heat a deep frying pan and add 2 tsp of the oil. Brown the chicken breasts quickly on both sides, then remove to a plate. Turn down the heat and add the remaining oil, the onions, ginger and garlic. Fry until soft. Add the spices and cook for a few minutes, stirring.
Stir in the vinegar, sugar, tomatoes and coconut milk. Bring to a simmer and bubble for 10 mins. Roughly chop the chicken breast and stir into the pan with any chicken juices and the peppers.
Simmer for another 20 mins until the chicken is cooked through and the sauce reduced, Take off the heat, stir in the coriander leaves and season to taste – it will need a good seasoning.
To make the topping put the potatoes in a pan of water and bring to the boil. Cook for 10-15 mins, -Drain well and steam dry for a few minutes. Add coconut milk and turmeric powder and mash well. Season with lemon juice and salt then stir in the spring onions and coriander stalks if using.
Spoon the chicken masala into a baking dish, Dollop on spoonful of mash to cover and sprinkle with nigella seeds. Can be covered and refrigerated for up to two days (or frozen for up to a month).
Heat oven to 200C and bake for 25-30 mins (or 45 from chilled) until hot through and crisping on top. Serve with naan bread.
 

12 commenti:

  1. Ciao Debora, un piatto davvero squisito, aromatico ma nello stesso tempo semplice, complimenti. Buon San Valentino! Bacio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Emma, se ti piacciono le spezie prova questo piatto davvero appetitoso!
      Buon San Valentino anche a te.
      Un abbraccio. :)

      Elimina
  2. a me i sapori speziati piacciono molto, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora prova questo pollo Silva! Se non ti va di fare la copertura di patate puoi servire il pollo con del riso basmati bianco, semplice.
      baci. :)

      Elimina
  3. Ciao, arrivo a Te grazie a Kreattiva: new follower...se Ti va, sul mio blog c'è n giveaway in corso al quale partecipare - questo è il link http://lepassionidiantonella.blogspot.it/2013/01/il-mio-1-giveaway.html

    Ti aspetto
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Antonella,
      benvenuta sul mio blog! :)
      Passo volentieri a fare un salto sul tuo blog e vedo cos'è questo giveaway.
      A presto.
      :)

      Elimina
  4. Ho giusto un petto di pollo che non siamo riusciti a consumare e questo sembra un ottimo modo per salvarlo!
    Grazie!

    P.s. Sono passata grazie all'iniziativa "fatti conoscere".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ben arrivata Manuki!
      Prova, sconvolgi e modifica questa ricetta sfiziosa e fammi sapere se ti è piaciuto il pollo in questa versione insolita.
      A presto. :)

      Elimina
  5. Ciao Debora la tua ricetta sembra ben struttrata e decisamente gustosa, ma secondo me manca un profumo fondamentale per dare un po' di boost al tuo piatto (ps complimenti per la versione inglese): la pasta di tamarindo. Può trasformare un ottimo curry in un curry superlativo! La mia "spacciatrice" di cibo asiatico ce l'ha, sono sicura che anche tu troverai un buon negozio che la venda. Se la provi fammi sapere cosa ne pensi. Ciao a presto laura
    http://blog.giallozafferano.it/ristorantefiume/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta Laura!
      Sai che a me il tamarindo piace molto come frutto anche se è un po' laborioso, sbucciare, togliere i filamenti e poi tutti quei nocciolini, ma nei piatti di carne non è il mio ingrediente preferito. Io ho abitato per anni in Uk dove la cucina indiana è una delle più diffuse e ho avuto modo di assaggiare piatti superlativi. Molti anche con la pasta di tamarindo. Alcuni mi sono piaciuti altri un po' meno. Comunque visto che lo consigli proverò di nuovo, ho un bel libro di ricette indiane e ne troverò sicuramente una che lo usa. Grazie per i complimenti e per il consiglio. :)
      A presto.

      Elimina
  6. Ciao sono Federica di Paprika e Cannella il tuo blog è veramente interessante!! E questa ricetta la proverò sicuramente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Federica!
      Grazie per essere passata a trovarmi.
      Anche a me piace il tuo blog, e continuerò a seguirti con piacere.
      A presto. :)

      Elimina

Vi ringrazio per i vostri commenti, fonte di ispirazione e miglioramento. :)