venerdì 8 febbraio 2013

Arrendiamoci al Fritto - Frittelle di Patate or Sweet "Potatoes Fritters"

Scroll Down for English Version

Alla fine in mezzo a tutto questo friggere e profumi di frittelle dolci che ti irretiscono a ogni angolo della città ho deciso che anche io quest'anno avrei fatto il grande passo e mi sarei arresa a riempire il padellone di olio, preparare un impasto veloce e cuocerlo per pochi minuti, mangiarlo con soddisfazione e poi passare la settimana a vivere al freddo e al gelo, con le finestre spalancate per cambiare aria e dar fondo a tutte le candele profumate che ho in casa.
La mia scelta è caduta su queste frittelline che ricordano i "frati" (per i non toscani i frati sono i bomboloni con il buco, i doughnuts americani per intenderci). Ho trovato la ricetta su Sale&Pepe di questo mese e il fatto che ci fossero delle patate nell'impasto e pochi altri ingredienti mi ha intrigata. Si preparano in pochissimo tempo, bisogna giusto attendere che cuociano le patate e che raffreddino un po' e il gioco è fatto. Rispetto alle dosi date ho dovuto aggiungere un po' di farina ma credo sia dovuto al fatto che ho cotto le mie patate a vapore e non intere e con la buccia come da ricetta. Ho voluto accelerare i tempi. Il sapore e la consistenza sono ottimi, delicate, con il profumo appena accennato di limone, morbide morbide e golosissime. Andrea, che ama i sapori un po' più "ignoranti" mi ha detto che per lui erano troppo delicate. Però nonostante la critica ne ha mangiate un bel po', quindi tanto cattive non dovevano essere no?
Per 8 persone.
  • 450 g di patate vecchie o bianche
  • 2 uova
  • 100 g di farina
  • 50g di zucchero semolato
  • 1 limone non trattato
  • olio per friggere
  • zucchero a velo
  • sale

Lessate le patate con la buccia partendo da acqua fredda a cuocetele per 30 minuti dall'ebollizione. Scolatele, sbucciatele e schiacciatele. Fate intiepidire e impastate con la scorza grattugiata e  un cucchiaino di succo di limone, aggiungete la farina, le uova, lo zucchero semolato e un pizzico di sale. Prendete un po' di impasto e formate dei cordoncini di 1.5 cm di diametro. Tagliateli in cilindretti di circa 12 cm e chiudeteli formando delle ciambelle. Scaldate abbondante olio in una padella e friggete le ciambelle fino a che sono dorate. Scolatele su carta assorbente e spolverizzatele di zucchero a velo prima di servirle.


English Version

 
Everybody is frying these days, the sweet smell of fried goods is intoxicating, and the town smells like Carnival sweets. I knew this year I’d succumb to the large pan of hot oil, to the fast assembly of some kind of fritters, the quick process of frying and the indulgence of eating followed by a week of living in the freezing cold house with the windows wide open and surrounded by alighted scented candles in the attempt to get rid of the smell. In the end I decided for these fritters because they remind me of what is known in Tuscany as “friars” and in America as donuts. I found the recipe on this month’s Sale&Pepe magazine and I was drawn to them because they contained potatoes and they were fast to assemble. You just have to wait for the potatoes to be cooked and they’re almost done! I added a couple of spoonfuls of flour compared to the amount given by the recipe but I believe it’s my fault because I steamed the peeled and chopped potatoes instead of boiling them whole. I didn’t feel like waiting for half an hour for them to cook, so I took a shortcut. The taste and texture of these fritters are fantastic, delicate and soft, the fine lemon scent made them delectable. Andrea found them a bit bland, but he’s more of a rough flavour kind of guy. Nevertheless he ate quite a lot of them, so they were not that bad, were they?
For 8 people:
  • 50 g old or white potatoes
  • 2 eggs
  • 100 g flour 
  • 50 g caster sugar
  • 1 organic lemon
  • vegetable oil for frying
  • icing sugar
  • salt
Put the potatoes in a pan of cold water and bring to boil. Cook for 30 minutes then drain, peel and mash. Let cool and add the grated zest of the lemon and a teaspoon of juice. Add then the eggs, flour, caster sugar and a pinch of salt. Take some dough and roll it to a 1.5 cm thickness then cut it at 12 cm. Join the two ends to get a doughnut shape. Heat a pan with some vegetable oil and fry the fritters until they’re golden and cooked through. Turn them once or twice while cooking. Drain on kitchen paper and sprinkle with icing sugar before serving.

18 commenti:

  1. Belle e buonissime!
    Sembrano quasi le frittelle salate di Natale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che una mia vicina di casa che viene dalla Calabria fa delle ciambelline fritte di pasta di pane e ce le porta tutti gli anni proprio durante le feste di Natale. Mi ha detto che è una tradizione. Io non ne avevo mai sentito parlare ma sono felice di abitare vicino a lei... :D

      Elimina
  2. Viva le frittelle, le mangerei ogni giorno a ogni ora. Le tue sono gustosissime, complimenti.

    RispondiElimina
  3. wow proprio oggi li ho fatti :) sono buonissimi!!! sono arrivata al tuo blog con l'iniziativa di kreattiva se ti va passa da me http://ilblogdivanessat.blogspot.it/ un bacione!!

    RispondiElimina
  4. Una tira l'altra eh!
    Certo che passo a salutarti, anzi, venog subito a dar euna sbirciatina...

    RispondiElimina
  5. Ciao bella ti ho conosciuto per il blog di kreattiva, sei molto ma molto brava, complimenti. Besitos desde España.

    http://redecoratelg.blogspot.com.es/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maria Dolores,
      grazie per i complimenti! :)

      Elimina
  6. complimenti per il blog, mi piace tanto!!
    mi sono unita ad i tuoi follower, se ti va passa da me, anche solo per un salutino!
    http://22yearsofmode.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!
      Passerò sicuramente a fare un salto da te, grazie per esserti unita ai followers. :)

      Elimina
  7. Sono sempre attratta dal fritto, adoro mangiarlo e molto meno cucinarlo....prendo una di queste tue invitantissime ciambelle, ok ;-)??
    Bello averti scoperta.
    Buon pomeriggio!
    Lalla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta Lalla!
      Anche a me non piace friggere, però queste ciambelle ne sono valsa la pena! :)

      Elimina
  8. Mmmm... che bontà!!! Adoro le patate dolci, nelle frittelle devono essere squisite. Ottima ricetta!
    volevo farti i complimenti per il blog, l'ho scoperto per caso ma ho già sbirciato altre tue ricette, tutte bellissime! brava! mi sono anche aggiunta ai lettori fissi :)
    Passa anche da me se ti va!
    a presto,
    Michela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Michela,
      benvenuta!
      Ti ringrazio per le belle parole sul blog, verrò sicuramente e visitare il tuo. :)
      Alla prossima!

      Elimina
  9. Come sono invitanti, queste ciambelline! Ciao, piacere di conoscerti, grazie per la tua visita, mi sono unita ai tuoi lettori e ti seguirò con piacere. A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maria Grazia,
      anche se il carnevale è finito queste ciambelle sono da provare!
      Anche io tornerò presto a trovarti.
      Un abbracio. :)

      Elimina
  10. Ciao!!! ti ho vista su kreattiva e sono diventata subito tua lettrice.. e ti ho pure rubato questa ricettina.. sembra deliziosa!!!! se vuoi passare a farmi un salutino ti lascio il mio link.. grazie mille.. noemi http://truccoedintorni.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Noemi!
      Certo che passo a trovarti sul tuo blog, a prestissimo!
      :)

      Elimina

Vi ringrazio per i vostri commenti, fonte di ispirazione e miglioramento. :)