domenica 7 marzo 2010

Prove e Esperimenti - Salsa Aioli


Stasera voglio provare una ricetta per fare le ali di pollo in forno. Andrea odia le ali di polli. La ricetta deve essere ottima altrimenti l'esperimento fallisce e non potrò più proporle.
Quanta responsabilità!
Volevo cambiare un po' dalla solita tesa di tacchino, le solite fettine di manzo, il maiale che qui si trova in ogni guisa, il solito petto di pollo.
La difficoltà, oltre che nel sapore, sta nel presentare un piatto facile da mangiare, su cui non ci sia molto da "lavorare" prima che il cibo possa essere assaporato. Questi sono gli assiomi della nostra casa, in pratica pietanze sporzionate, in cui non sia necessario l'uso delle mani nude per poter gustare il cibo, alla cinese per rendere l'idea, bocconcini accompagnati da salse, niente gusci, bucce, ossa o involucri da smontare.
Le ali di pollo sono un bello scoglio quindi. A me piacciono, se ben cucinate, sono succulente e croccanti allo stesso tempo.
Ho anche trovato in video in rete dove insegnano a disossarle dopo cotte, mi sa che prima di servirle farò questa operazione, magari verranno apprezzate.
Per accompagnarle, oltre a una bella insalata fresca ho pensato di cimentarmi in una salsa che non avevo mai fatto prima: Aioli.
L'aglio piace, la maio pure, almeno questa dovrebbe andar giù bene!
Ecco gli ingredienti:
  • 1 spicchio d'aglio
  • 1 presa di sale Maldon1 tuorlo
  • 2 cucchiaini di succo di limone
  • 120 ml di olio di oliva (o di semi se si preferisce un sapore meno deciso)
  • pepe
Ho schiacciato lo spicchio d'aglio, togliendo l'anima e poi l'ho tritato con un coltello aggiungendo il sale Maldon. Il sale Maldon è un sale marino in cristalli che si sfogliano fra le dita, niente a che vedere con il sale grosso che si trova nei supermercati. Se non lo avete potete usare del sale fino normale. Il sale un po' più grosso serve per aiutare l'aglio a sciogliersi in una pappetta che andrà messa in una ciotola capiente con il tuorlo e il succo di limone. Cominciare a montare con una frusta e poi, quando gli ingredienti si sono amalgamati si aggiunge qualche goccia d'olio. Quando anche questo si è incorporato bene alla salsa, si comincia a incorporare l'olio a filo continuando a sbattere con la frusta. Quando tutto l'olio è stato assorbito dalla salsa si assaggia e si corregge di sale, si aggiunge del succo di limone secondo il proprio gusto e si condisce il tutto con una macinata di pepe nero.
Uno spicchio d'aglio, soprattutto se potente come quello che ho ora io, aglio rosso, è più che sufficiente, se non si apprezza molto questo sapore, consiglio di metterne solo 1/2 spicchio e coso mai aggiungerne un po' alla fine se si sente che la salsa non è abbastanza saporita.
All'assaggio, prima di essere messa in frigo, la salsa è molto saporita, la rotondità dell'uovo e dell'olio viene stemperata dal succo di limone e l'aglio profuma il tutto dando a questa salsa un sapore potente e originale.
Questa salsa si conserva in frigo per circa 2 settimane.
Spero che anche la ricetta per il pollo sia altrettanto buona.

Nessun commento:

Posta un commento

Vi ringrazio per i vostri commenti, fonte di ispirazione e miglioramento. :)