lunedì 8 febbraio 2010

Lunch - Vellutata di Cavolo Cappuccio Rosso & Speck Cotto or Red Cabbage and Cooked Speck Soup


Ieri, domenica gloriosa di sole e temperature miti, siamo andati a pranzo in un agriturismo dove abbiamo mangiato molto bene. Ci aspettavamo le solite proposte di piatti tipici mantovani e siamo stati piacevolmente sorpresi dal trovare invece proposte originali.
Come apertura ci sono stati serviti dei minuscoli bocconcini di sfoglia e cavolo rosso, un crostino guarnito da una spuma di burro e erbette con una spolverata di mandorle, una piccola fetta di una buonissima frittata di verdure tiepida. E' arrivato poi un tagliere di salumi accompagnati da triangoli di polenta arrostita.
Abbiamo deciso di prendere un bis di primi scegliendo, fra le varie proposte, dei garganelli con carciofi, bresaola e scaglie di grana. Sono seguiti dei bigoli conditi con burro e speck, molto buoni anche se per noi, abituati a non abbondare con il sale, forse un po' troppo saporiti.
Alla scelta dei secondi, tutti molto corposi, abbiamo preferito optare per un piatto di formaggi misti con le mostarde, che si sono rivelate ottime. Una mostarda di mele e piccoli limoni accompagnava il grana, mentre una sublime mostarda di melone e menta era servita con altri formaggi molli tipo taleggio.
Non abbiamo resistito all'assaggio dei dolci con un'ottima sbrisolona, un salame al cioccolato in cui a sorpresa abbiamo trovato anche dell'uvetta e una torta di noci e cacao molto delicata.
Per chi volesse fare una gita da queste parti consiglio vivamente questo agriturismo.
Il personale è gentile e sollecito senza far sentire la presenza "incombente" durante il pasto, la struttura molto bella con giardini e decorazioni curatissimi.
Per chi volesse curiosare ecco l'indirizzo del solo sito:

Oggi, al momento di pensare al pranzo, e ancora sotto l'influenza dei sapori di ieri, ho deciso di fare una vellutata di cavolo rosso.
Sono partita con un soffritto di cipolla e uno spicchio d'aglio in un cucchiaio di olio extravergine. Dopo qualche minuto ho aggiunto un paio di patate tagliate a cubetti per dare consistenza alla vellutata ed evitare così di usare panna o altri addensanti troppo grassi o pesanti.
Ho tagliato il cavolo e fette spesse e le ho aggiunte alle patate facendo stufare il tutto per circa 5 minuti mescolando spesso in modo che le verdure e il soffritto si amalgamassero bene.
Ho aggiunto una presa di sale, del granulare vegetale e ho coperto a filo le verdure con dell'acqua bollente.
Dopo circa 1 ora di cottura ho aggiunto una punta di cucchiaino di cumino in polvere, un paio di macinate di coriandolo, un pizzico di curry e una presa di semi di carvi nero.
Ho fatto cuocere ancora una decina di minuti e poi ho passato il composto con il frullatore a immersione.
Per finire il piatto ho fatto soffriggere in una padella antiaderente senza aggiungere alcun condimento 2 fette di speck cotto, meno salato dello speck affumicato. Una volta che lo speck si è imbiondito l'ho tagliato a strisce sottili e ho servito la vellutata con lo speck e qualche seme di carvi nero.
I sapori di questa pietanza dai colori profondi e dai profumi intensi si sono fusi in un piatto piacevolissimo.
Ancora una volta l'ardire ha portato buoni frutti.

4 commenti:

  1. Ciao, piacere di conoscerti!!!
    Bellissima questa ricetta...oggi mi sono voluta comprare per la prima volta un cavolo cappuccio rosso (sì lo so arrivo tardi XD), e sto cercando un modo particolare di cuocerlo. La tua idea è deliziosa, anche se purtroppo non ho tutte le spezie che hai usato, perciò qualcosa ahimè verra modificato.
    A presto!!!

    RispondiElimina
  2. Ciao Croac!
    Sono andata a dare una sbirciata al tuo blog, e mannaggia alla mancanza di tempo, avrei messo su subito una bella infornata di muffins, non fosse che sono nel bel mezzo della preparazione delle valigie per la partenza di domani.
    Ah ma al mio ritorno mi metto comoda e leggo bene!
    Per la vellutata di cavolo, non importa se non hai le spezie,io amo cambiare le ricette!
    Prova a metterci quello che hai in casa, quello che trovi in dispensa e ti sembra ci possa star bene! Sarà sicuramente buona e...fammi sapere com'è andata!
    Per quanto riguarda le spezie poi, se non sei troppo lontanta, io a Roma ne avevo comprate alcune in un mercato rionale se non sbaglio all'Esquilino...
    Ciao ciao!

    RispondiElimina
  3. Piacere conoscerti!

    Grazie di avere pubblicato la ricetta di vellutata di cavolo rosso. Io ti scrivo dal Canada, cercavo la ricetta sul web ho trovato la tua e l'ho provata... è squisita... Bravissima
    A presto!

    RispondiElimina
  4. Ciao!
    Sono contenta che questa ricetta ti sia piaciuta, è veramente sfiiosa e piena di gusto!
    Grazie per i complimenti. :)

    RispondiElimina

Vi ringrazio per i vostri commenti, fonte di ispirazione e miglioramento. :)