sabato 23 marzo 2013

Spaghetti alla Chitarra... con Sugo di Pomodoro e Pancetta or Homemade Spaghetti with a Pancetta and Tomato Sauce

 Scroll Down for English Version

Ho questa chitarra per spaghetti in casa da una vita. Mi è stata data dai miei suoceri che l'avevano comprata e mai usata. L'ho portata in cucina e messa sopra il mio padellone wok per averla sotto gli occhi e così usarla. Questo espediente non ha funzionato fino ad oggi. Sfogliando una rivista ho visto una ricetta per un sugo e veniva servito con degli spaghetto alla chitarra così ho deciso che era arrivato il momento di provare. Così ho tirato fuori la spianatoia, gli ingredienti e mi sono messa all'opera.
  • 300 g di semola rimacinata di grano duro
  • 3 uova
  • 1/4 di cucchiaino di sale fino
  • 1 cucchiaio e 1/2 di olio extravergine d'oliva
L'impasto è semplice, fate una fontana con la semola, mettete al centro le uova, il sale, l'olio e iniziate sbattendo le uova con una forchetta poi amalgamate la semola piano piano.



Io per questa operazione uso una spatola di plastica che mi aiuta ad arginare eventuali fuoriuscite di liquido. Quando l'impasto diventa abbastanza solido cominciate a lavorarlo con le mani fino a che diventa liscio e omogeneo.



Copritelo con un canovaccio e fatelo riposare per circa 20 minuti. Passato questo tempo prelevate una fetta di impasto, spianatela fino a raggiungere uno spessore di pochi millimetri, io ho cercato di rimanere intorno ai 3 mm e poi  adagiate la sfoglia sulla chitarra, passate il mattarello sulla sfoglia esercitando un po' di pressione in modo che la pasta passi attraversi i fili e si formino così gli spaghetti. 



Mettete gli spaghetti così ottenuti su un piano spolverato con della semola e continuate a spianare tutta la vostra pasta. 
Non fate come me che per paura che la pasta si attaccasse ho continuato a maneggiarla e spostarla e infarinarla con il risultato di romperla. E' buona lo stesso eh, ma non meravigliosa nella presentazione. Tutto per la troppa pigrizia, non ho avuto voglia di tirar fuori il mio "trespolino" di legno per far asciugare la pasta. La prossima volta giuro che lo uso!



Questo è un tipo di pasta che secondo me si accompagna bene a sughi ricchi e ho deciso di servirla con un sugo rosso con della pancetta. Ecco la ricetta.

  • 1/2 cipolla rossa
  • 1 cucchiaio d'olio extravergine d'oliva
  • 200 g pancetta affumicata tagliata a dadini
  • 1 barattolo di pomodori pelati bio (possono essere sostituiti anche da pomodori a pezzi e quando sono di stagione si possono usare i pomodori freschi)
  • 1 pizzico di bicarbonato
  • sale
  • origano essiccato (o altre erbe aromatiche di vostro gradimento)
  • peperoncino

Soffriggete la cipolla e la pancetta nell'olio fino a che la cipolla appassisce e la pancetta comincia a dorarsi. aggiungete il pomodoro, il bicarbonato e il sale. Mescolate bene, aggiungete l'origano, portate a ebollizione e poi fate cuocere per circa 1/2 ora o fino a quando il pomodoro si sarà addensato e sarà di un bel colore rosso scuro. A questo punto aggiungete il peperoncino, mescolate e usate per condire la vostra pasta.




English Version

The “guitar” tool for making spaghetti has been sitting in a corner of my kitchen for ages. I was given it by my in-laws who bought it years ago and never used it. I put it near my wok as a reminder but this trick hasn’t worked so far until the other day when I was leafing through a magazine, I saw a recipe for a pasta sauce and it was served with “spaghetti alla chitarra” so I decided it was time to try, I put the guitar on the table, I measured the ingredients, and I started making spaghetti. 
  • 300 g of durum wheat semolina 
  • 3 eggs 
  • 1/4 teaspoon of salt 
  • 1 1/2 tablespoons extra virgin olive oil 
The dough is a simple affair: sift the flour on a working surface than make a well and put in the eggs, salt, oil. Beat the eggs with a fork, then mix in the flour slowly. Then use a plastic spatula that helps to curb any egg leakage. When the mixture becomes solid enough start to knead it with your hands until it becomes smooth. 
Cover with a cloth and let it rest for about 20 minutes. After this time cut a piece of dough, roll it up to a couple of millimeters thickness put the layer of dough on the guitar strings then pass the rolling pin on the dough exercising a little pressure so that pasta is cut by the wires and spaghetti are formed. 
Put the spaghetti obtained on a tray dusted with semolina and continue make spaghetti with the remaining dough. 
Don’t make my mistake, once the spaghetti are ready don’t handles them too much or they’ll break. I worried about my spaghetti to stick to each other so I kept moving them around on the tray and the broke. They taste great anyway but they lack in presentation! Next time I won’t be lazy and I’ll assemble my wooden pasta drying rack. 

This chunky spaghetti go well with a rich sauce and I decided to serve them with a tomato and bacon sauce. Here is the recipe.
  • 1/2 red onion 
  • 1 tablespoon extra virgin olive oil 
  • 200 g smoked bacon, diced 
  • 1 can of organic peeled tomatoes (can be replaced by chopped tomatoes, and when in season you can use fresh tomatoes) 
  • 1 pinch of baking soda 
  • salt 
  • dried oregano (or any other herb you prefer) 
  • chilli powder 
Fry the onion and bacon in the oil until the onion is softened and the bacon begins to brown. add the tomatoes, baking soda and salt. Mix well, add the oregano, bring to a boil and then simmer for about 1/2 hour or until the tomato has thickened and it becomes of a beautiful dark red in color. Now add the chilli powder, stir and serve with your pasta.


6 commenti:

  1. sai che anche io ho la chitarra e non ho ancora provato a fare i maccheroni? grazie per avermelo ricordato! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prego!
      Non vedo l'ora di provarli con i pomodorini saltati e la mozzarella...si sente eh, che non ne posso più dui quest pioggia e agogno l'estate!! :)

      Elimina
  2. Interessantissimo il tuo blog Debora, così come sono interessanti ed invitanti queste tue ricette!
    Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Bruna per essere passata. :)
      A presto!

      Elimina
  3. buoni! Al posto della pancetta e della cipolla io faccio guanciale ben rosolato e poi il sugo e peperoncino!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buona anche la tua versione, molto romanesca eh! ;P

      Elimina

Vi ringrazio per i vostri commenti, fonte di ispirazione e miglioramento. :)