mercoledì 8 settembre 2010

Variazioni sul Tema - Spanakopita Rivisitata or Spanakopita My Way


Ho comprato la feta ricordando che in frigo avevo una confezione di pasta fillo e degli spinaci. Avevo intenzione di fare una torta salata come quelle che mangiavo a Londra e che faceva una mia amica e collega bosniaca. Ho scoperto che nella regione balcanica, in Grecia e in Turchia viene condiviso un simile patrimonio culinario. Cambiano i nomi, magari la presentazione dei piatti, ma il sapore è quello!
In Grecia questa torta si chiama Spanakopita, in Turchia abbiamo i Borek di formaggio
Ricordo che gli ingredienti base per questa torta salata erano:
  • pasta fillo (una pasta tirata sottilissima che si secca velocemente quando è lasciata fuori dal suo involucro o non coperta da un canovaccio)
  • spinaci scottati o decongelati e poi strizzati perché non rilasciassero acqua in cottura
  • feta
  • formaggio cremoso
  • uova
  • burro fuso per spennellare gli strati di pasta
  • sale e pepe
Non avevo il formaggio cremoso in frigo e la confezione di pasta aveva solo 6 fogli di fillo, così ho deciso di fare dei fagottini.
Ho fatto soffriggere della cipolla, prima variazione, in un po' di olio, poi l'ho mescolata agli spinaci, circa 250 g, e ho sbriciolato 100 g di feta poi l'ho incorporata agli spinaci mescolando bene. Ho aggiunto in pizzico di sale e pepe. E' questo il momento di assaggiare per controllare la sapidità. A questo punto si aggiunge un uovo e si inizia a comporre la torta salata.
Si accende il forno a 200°.
Si fanno fondere due cucchiai di burro, si prende un foglio di fillo e si tengono gli altri avvolti in un canovaccio. si stende il foglio di fillo sul piano di lavoro e si spennella con il burro, si taglia in 3 parti nel senso della lunghezza e si sovrappongono le strisce ottenute. Si mette un bel cucchiaio di composto di spinaci e feta all'estremità della pasta più vicina a noi.


Si comincia a "triangolare" la pasta racchiudendo il ripieno, prima da una parte...


 
poi si gira sopra, e infine dall'altra parte e via fino alla fine della striscia di pasta.

 
A questo punto si imburra tutto il fagottino e si adagia su una teglia imburrata, si fanno cuocere i fagottini per circa 20/30 minuti, fino a che diventano di un bel colore dorato.
A me piace servire questi fagottini su un letto di salsa di pomodoro tiepida aromatizzata con un poco di origano o del basilico.
Ottimo piatto unico.
Il ripieno saporito e morbido contrasta deliziosamente con la croccantezza dell'involucro.

Nessun commento:

Posta un commento

Vi ringrazio per i vostri commenti, fonte di ispirazione e miglioramento. :)