mercoledì 21 novembre 2012

Inaspettatamente - Le Cozze Gratinate di Buddy or Buddy's Gratinated Mussels


E chi lo avrebbe mai detto che il Boss delle Torte mi avrebbe ispirato un piatto di cozze?
Le sue torte sono un po' troppo decorate, troppo glassate, troppo zuccherose per i miei gusti, anche se devo ammettere che ammiro la maestria e la destrezza delle persone che lavorano in quella pasticceria. I piatti spesso solo pseudo-italiani che presenta nel suo programma di cucina sono sempre troppo ricchi, abbonda di burro senza pudore, i condimenti sono sempre superabbondanti e gli spicchi d'aglio sono sempre 7 o 8, forse che l'aglio in America non sa di nulla?
Ma torniamo alle nostre cozze, la ricetta era così semplice che mi ha stupita e più degli ingredienti è il metodo che mi ha convinta a provare. Certo con un marito che il pesce non lo mangia la soddisfazione è solo a metà, ma ho voluto provare comunque tanto è originale e veloce il metodo di cottura. Ho sempre visto farci le cozze una a una per farle gratinate e sinceramente tutto quel lavoro mi ha sempre tenuta lontana dal provare a farle. Il metodo di Buddy è favoloso e superveloce. Io ho cambiato un po' di cosette qua e là ma il metodo è lo stesso.
Per prima cosa si prepara è il pangrattato. Ho preso due fette di pane in cassetta  e l'ho tritato nel frullatore poi l'ho fatto asciugare per qualche minuto in una padella capiente a fuoco medio. Appena il pane ha cominciato a dorarsi l'ho aromatizzandolo con dell'aglio tritato sottile o schiacciato e del prezzemolo, lavato asciugato e tritato finemente. Si aggiunge anche un poco di sale, un bel pizzico di peperoncino e un bel giro d'olio. La ricetta prevedeva anche del grana grattugiato ma io non l'ho messo perché non mi piaceva l'idea del formaggio nelle cozze. Non ho le dosi precise, sono andata un po' a occhio, tutto dipende dal quantitativo di cozze che si preparano e dalla grandezza della padella. Bisognerà avere abbastanza pangrattato aromatizzato per ricoprire il fondo della padella dove finiremo di cuocere le cozze.
Quello che ho modificato veramente è la preparazione delle cozze perché nel programma televisivo venivano aperte con un coltellino prima di cuocerle. A me l'idea di aprirle forzandole non mi piaceva perché mi hanno insegnato che le cozze che non si aprono in padella vanno buttate, se le apro io come faccio a sapere se son buone oppure no?
Così le ho pulite e poi le messe in una pentola nella quale ho versato mezzo bicchiere di vino bianco secco. Ho fatto cuocere le cozze per qualche minuto nella pentola chiusa con un coperchio poi le ho tolte dal fuoco. Ho buttato la parte del guscio senza il mollusco e ho messo il mezzo guscio con la cozza direttamente nella padella con la cozza a contatto con il pangrattato. Ho sistemato tutte le cozze a raggiera e le ho fatte cuocere per qualche minuto coprendole con un coperchio. Poi ho preso un piatto, l'ho messo sulle cozze, l'ho coperto con un canovaccio, per evitare che eventuale olio bollente mi bruciasse e ho capovolto la padella. Voila! Ecco le cozze ripiene pronte per essere servite in tavola. Il poco liquido delle cozze ha impregnato il pangrattato aromatizzato e gli ha dato quel buon sapore di mare che contraddistingue questo piatto. Una delizia semplice e veloce da preparare, adatta come antipasto per un pranzo a base di pesce o anche per un aperitivo. Ora devo trovare qualcuno per condividere questa bontà!

Nessun commento:

Posta un commento

Vi ringrazio per i vostri commenti, fonte di ispirazione e miglioramento. :)