giovedì 17 maggio 2012

Come da Manuale - Chocolate Fudge Cake


Da quando è arrivato l'ultimo numero di Goodfood ho avuto in mente di fare questa torta. Saranno stati i decori multicolore e un po' infantili che mi hanno colpita, sarà stata la colata di cioccolato  che ricopre la torta, o la parola "fudge" del nome che mi hanno ispirata, ecco che ho comprato gli ingredienti e zac! Fatta.
Ogni tanto, insieme alla rivista, vengono pubblicati dei librettini a tema e quello del mese di giugno è dedicato ai festeggiamenti per il giubileo della regina Elisabetta II. Adoro l'usanza degli street parties che si fanno in queste occasioni e anche noi, da questa parte della Manica, vedremo di festeggiare degnamente, se non altro in onore della nonna di Andrea che ha vissuto quasi tutta la sua vita in suolo britannico.
Ecco la ricetta per riprodurre questa bontà:
  • 200 g di cioccolato fondente al 50%, spezzettato
  • 200 g di burro tagliato a dadini
  • 200 g di zucchero moscovado chiaro
  • 100 ml di panna acida
  • 2 uova grandi, sbattute
  • 200 g di farina autolievitante
  • 5 cucchiai di cacao amaro
  • mompariglia arcobaleno per decorare

Per la copertura
  • 100 g di cioccolato fondente
  • 170 g di latte condensato (il tubetto che si trova in commercio è la giusta quantità)
  • 100 g di burro
Accendere il forno a 160°C. Rivestire con carta da forno una teglia quadrata da 22 cm (la mia era da 20 cm ma è venuto bene lo stesso). Fondere a bagnomaria il cioccolato, il burro e lo zucchero. Rileggendo la ricetta vedo che qui ci volevano anche 100 ml di acqua calda ma io non li ho messi, chissà come sarebbe venuta la torta con quest'aggiunta...
Una volta che tutti gli ingredienti sono sciolti lasciar riposare per un paio di minuti e poi aggiungere la panna acida e le uova. Una volta che questi ingredienti sono stati incorporati si aggiungono la farina e il cacao mescolando con una frusta fino a che il composto risulta liscio e senza grumi. Versare il composto nella teglia e far cuocere per circa 50-55 minuti. Sfornare e far freddare su una griglia da pasticcere.
A questo punto si fa la copertura facendo sciogliere a bagnomaria il cioccolato con il burro e il latte condensato. Togliere dal fuoco e far freddare per rendere il composto spalmabile. Una volta che la torta è freddata togliere la carta da forno, se la superficie è troppo irregolare capovolgetela, versare sopra la crema di copertura e spatolarla per avere una superficie liscia e spolverizzare di mompariglia.

Questa torta è veramente ma veramente buona, il gusto della base è ricco e intenso, niente a che vedere con quelle torte al cioccolato un po' tristine che son del colore giusto ma poi una delusione una volta che si addentano. La copertura con il latte condensato mi ricorda vagamente i cioccolatini Lindt, ricchissima ma non stucchevole. Certo una torta da condividere e io stamani ne ho portato un pezzo alla mia amica Lorena perché mangiare tutta questa torta in due sarebbe stato veramente peccare di ghiottoneria! Preferisco che mi rimanga la voglia di rifarla piuttosto che la sensazione di averne mangiata una fetta di troppo...
E di una cosa sono veramente orgogliosa: è venuta proprio come nella foto del giornale!

Nessun commento:

Posta un commento

Vi ringrazio per i vostri commenti, fonte di ispirazione e miglioramento. :)