martedì 22 giugno 2010

Dolcezze - Banana Bread & Gelato alla Vaniglia or Banana Bread And Vanilla Ice Cream


Ogni tanto capita che la frutta diventi troppo matura prima che si abbia avuto il tempo di mangiarla. A dir a verità da noi capita abbastanza spesso perché, nonostante ci piaccia, siamo mangiatori pigri di frutta. Di solito ne compro in quantità microscopiche in modo che non vada sprecata, questa volta invece le banane sono maturate troppo velocemente e invece di fare una macedonia monosapore con questi frutti morbidi ho deciso che il Banana Bread fosse la risposta giusta, tanto più che la ricetta che ho usato richiedeva l'uso di 2 albumi e che in frigo ce ne fossero proprio 2 in uno scatolino e che mi stavavano chiamando mormorando "Pavlova, pavlova..."
Così non mi sono fatta incantare dalla spumosità della meringa affogata nella panna e frutti di bosco e ho optato per un po' sano e veloce tortino con avena e banane. Ecco la ricetta presa da un sito esclusivamente dedicato a Banana Breads.
Il risultato è ottimo, il dolce non è troppo umido, ma neppure secco, il profumo di banana intenso, l'avena fornisce un ottimo contrasto si consistenza e sapore. Un dolce da colazione, afternoon tea, e perché no, da presentare alla fine di un pasto leggero se come me lo accompagnate da una pallina di gelato alla vaniglia.
Siamo così arrivati a parlare del gelato.
Ah! Altro tentativo per fare il gelato a casa senza gelatiera e devo dire che il risultato è migliore del primo esperimento fatto con il miele dove, a causa del congelamento degli ingredienti il miele diventava granuloso e tendeva a depositarsi sul fondo del contenitore. Non che questo ci abbia impedito di dar fondo al gelato eh, ma non era un esperimento riuscito al 100%.
Stavolta ci siamo avvicinati alla bontà di certi gelati alla vaniglia che mangiavo in UK. Ecco la ricetta che ho seguito e che produce un gelato che sa di crema pasticcera profumata di vaniglia, cremosissimo e vellutato che accompagna perfettamente dolci, lo vorrei provare con una Tarte Tatin oppure con dei frutti di bosco maturi e succosi...
Ingredienti per 6 persone:
  • 600 ml di panna fresca
  • 1 baccello di vaniglia
  • buccia di 1 limone (solo la parte gialla)
  • 4 uova sbattute
  • 2 tuorli
  • 175 g di zucchero superfino (in mancanza usare il semolato normale)
 
Mettere la panna in una pentola dal fondo spesso e farla scaldare dolcemente mescolandola con una frusta.
Aggiungere il baccello di vaniglia, la buccia di limone, le uova e tuorli e mescolare bene.
Portare il composto appena sotto il punto di ebollizione (se poi fate come me che invece il punto di ebollizione lo passate e non ve ne accorgete, il composto diventerà un po' grumoso e quindi, una volta finita di cuocere la crema basterà usare un frullatore a immersione per ridare la cremosità uniforme alla crema).
Abbassare al minimo il fuoco e far cuocere la crema mescolando per circa 10 minuti, fino a che non si addensa.
A questo punto aggiungere lo zucchero, fino a che si incorpora tutto e togliere la crema dal fuoco e far freddare.
Passare la crema al setaccio, aprire il baccello di vaniglia, raschiare bene tutti i semini e incorporarli alla crema. Versare la crema in un contenitore da congelatore largo e basso e far congelare per una notte.
Visto che questo è un gusto di gelato che qui da noi non è poi così facile trovare, vale la pena perdere un po' di tempo e fare questa preparazione se si programma una cenetta sfiziosa, un finale così goloso e cremoso sarà sicuramente bene accolto!

Nessun commento:

Posta un commento

Vi ringrazio per i vostri commenti, fonte di ispirazione e miglioramento. :)