giovedì 21 gennaio 2016

La Pentola Preferita - Petto di Pollo Arrosto in Pentola a Pressione or Pressure Cooker Roast Chicken


Scroll Down for English Version

Essendo impegnata con la scuola tutti i giorni devo organizzare bene il mio tempo e la pentola a pressione sta diventando un'ottima alleata.
Ultimamente mi sono scatenata: risotti, minestroni e ora anche il pollo!
Andrea preferisce il petto di pollo rispetto ad altri tagli ma ben sappiamo che il petto spesso risulta stoppaccioso e asciutto. La cottura in pentola a pressione è la facile soluzione a questo inconveniente, la rosolatura iniziale aiuta a insaporire la carne, i liquidi di cottura la  lasciano tenera e succulenta, vengono legati con un po' di farina a fine cottura, mentre la carne riposa, e così otteniamo un'ottima salsa per accompagnare il nostro arrosto.
In più un petto di pollo è sufficiente per quattro persone e quindi è anche una scelta economica e per questo ci possiamo permettere di scegliere dell'ottima carne.
Facile, veloce e leggera questa ricetta diventerà un mio cavallo di battaglia delle cene durante la settimana. 
  • 500 g di petto di pollo
  • erbe aromatiche essiccate
  • 3-4 pomodorini essiccati sott'olio
  • 200 ml di vino bianco
  • 300 ml brodo di pollo o vegetale
  • 2 - 3 cucchiai di farina
  • 1 spicchio d'aglio, tritato
  • 2 cucchiai d'olio extravergine d'oliva
  • sale
  • pepe
Scaldate l'olio nella pentola a pressione, dividete il petto di pollo in une parti nel senso della lunghezza, lungo la cartilagine e ripulitelo dagli ossi e dal grasso.
Insaporite una metà del petto con del sale, pepe, le erbe aromatiche e aggiungete i pomodorini scolati dall'olio e l'aglio. Mettete sopra l'altra metà e legate il tutto con dello spago da cucina. Infarinate il pollo e poi fatelo rosolare nella pentola.
Aggiungete il vino a fate sfumare l'alcool poi aggiungete il brodo e chiudete la pentola.
Fate cuocere per 20 minuti dal fischio e poi togliete dal fuoco.
Lasciate riposare 2 minuti poi fate sfiatare il vapore.
Togliete il pollo dalla pentola e tenete in caldo su un tagliere sotto un foglio di alluminio.
Se il sugo nella pentola è ancora troppo liquido potete rimettere sul fuoco, aggiungere la farina rimasta e fare addensare prima di servire con la carne tagliata a fette.


English Version

I needed to organize my time around my timetable being busy teaching at school everyday, and the pressure cooker has become a great ally to get dinner ready in time.
Lately I've used it a lot: I've made a great many risottos, soups and now chicken!
Andrea prefers chicken breast rather than other cuts, but we all know that it's often a bit though or dry. The easy solution to this problem is using the pressure cooker, the initial browning of the meat helps building the flavour, while cooking the chicken in the stock and wine concoction gives us a tender and juicy meat. The cooking juices are then thickened with some flour while the meat rests, and in that way we get a great sauce to serve with our roast.
Furthermore a chicken breast is enough to feed four people, it's a cheap cut and so we can afford to choose excellent meat.
Easy, fast and light, this recipe will become a staple of my mid-week dinners.
  • 500 g of chicken breast
  • dried herbs
  • 3-4 dried tomatoes in olive oil
  • 200 ml white wine
  • 300 ml chicken or vegetable stock
  • 2-3 tablespoons flour
  • 1 clove garlic, chopped
  • 2 tablespoons extra virgin olive oil
  • salt
  • pepper
Heat the oil in the pressure cooker, half the chicken breast lengthwise along the cartilage and cut away the bones and fat.
season one half of the breast with salt, pepper, herbs and add the drained tomatoes, and then the garlic. Put the other half of the breat on top and tie everything with kitchen twine. Flour the chicken and then brown it in the pot.
Add the wine to let the alcohol evaporate then add the stock and close the cooker.
Cook for 20 minutes from the moment the steam comes out and then remove from heat.
Let stand for 2 minutes then let the steam out.
Remove the chicken from the pan and keep warm on a cutting board covered in aluminium foil.
If the sauce is too thin put the cooker back on the fire, add the remaining flour and let thicken before serving with the meat cut into slices.

4 commenti:

  1. Anche x me la pentola a pressione è una degna compagna di avventure culinarie ed il pollo ci finisce spesso dentro :-P Golosissima la tua proposta, da provare al prossimo petto ^_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me è una scoperta recente e la trovo favolosa, non vedo l'ora di scoprire nuove ricette. ^_^

      Elimina
  2. Io invece sono pazza, la pentola a pressione non la uso MAI perché ho paura che mi esploda! Come la caffettiera... per farmi un caffé devo chiamare qualcun altro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. O chissà da dove arriva questa paura che la pentola a pressione possa scoppiare...conosco tante persone che ce l'hanno ma non ho mai conosciuto qualcuno a cui fosse veramente esplosa! :D

      Elimina

Vi ringrazio per i vostri commenti, fonte di ispirazione e miglioramento. :)