lunedì 3 settembre 2012

Profumo d'Autunno - Pasta al Forno con Speck, Porri, Scamorza Affumicata e Porcini or Ovenbaked Pasta with Speck, Leeks, Smoked Scamorza Cheese and Porcini Mushrooms


Le prime piogge dopo mesi hanno portato un'aria autunnale che da una parte è una gradita novità dopo il tanto caldo di questa estate, dall'altra ho già un po' di nostalgia della bella stagione. Ho deciso che questo weekend l'avrei dedicato alla cucina, pane fatto con la pasta madre, una torta di cioccolato e poi una bella pasta al forno dal sapore decisamente montano. Ho trovato questa ricetta sul numero di settembre di Sale&Pepe. L'ho fatta seguendo tutti i passaggi cercando di non modificare troppo la ricetta e il risultato è stato decisamente buono. A me è piaciuta molto, Andrea l'ha trovata un po' asciutta, è per i piatti che si legano con le salse, si aspettava che ci fosse della besciamella come le paste al forno classiche e c'è rimasto un po' male. A me invece è piaciuto il gusto d'insieme, i funghi con il loro sentore di sottobosco, lo speck saporito e speziato, i porri delicati e la scamorza che legava tutto. Buona buona questa pasta anche se non proprio velocissima da preparare. Ho dimezzato le dosi e ho ottenuto due porzioni generose, Abbiamo pranzato solo con questa pasta. Sarebbe stata sufficiente per 3 persone se fatta seguire da un secondo piatto. Ecco come si fa.  
Dosi per 2 persone:
  • 160 g di pasta (conchiglie)
  • 180 g di funghi porcini o misti freschi (io ho usato quelli surgelati)
  • 80 g di speck a fettine
  • 1 porro
  • 80g di scamorza affumicata
  • 2 rametti di timo
  • 25 ml di vino bianco secco
  • 1 scalogno
  • 40 g di burro + un po' per ungere la teglia
  • sale
  • pepe
Pulire i funghi e tagliarli a tocchetti, farli rosolare in un tegame con 10 g di burro lo scalogno tritato e le foglie dei rametti di timo. Salare, pepare e irrorare col vino, far evaporare e poi cuocere a fuoco dolce per 15 minuti.
Intanto tagliare il porro a fettine sottili e lo speck a listarelle, far soffriggere lo speck in 10 g di burro e poi aggiungere il porro. A questo punto la ricetta originale prevede l'aggiunta di semi di finocchio ma a Andrea non piacciono e io non li ho usati.
Lessare la pasta, scolarla al dente, condirla con il restante burro e con i porri e speck. Ungere una teglia e versare uno strato di pasta, poi dei funghi, la scamorza a dadini e proseguire così fino ad esaurimento degli ingredienti.
Cuocere in forno a 220° per 20 minuti e servire.
Il mio forno è decisamente troppo caldo, credo che la prossima volta farò cuocere questa pasta a 200° e per accontentare Andrea preparerò poca besciamella liquida e la aggiungerò agli altri ingredienti.

2 commenti:

  1. oddio, le ricette così ricche di sapori son le mie preferite... davvero, le adoro. bella bella bella! :)

    RispondiElimina
  2. Ciao Erica!
    Anche a me questa pasta è piaciuta moltissimo. Un assaggio di autunno, un tripudio di sapori robusti.
    Ieri una mia amica ha fatto una torta salata con speck, scamorza, ricotta e radicchio rosso, sono sicura che ti sarebbe piaciuta! :)

    RispondiElimina

Vi ringrazio per i vostri commenti, fonte di ispirazione e miglioramento. :)