giovedì 6 settembre 2012

Dolcezze - Torta di Cioccolato e Ricotta or Chocolate and Ricotta Cake


Non so perché mi sono messa a scrivere gli ingredienti di questa torta, sarà che mentre guardavo la Parodi in televisione lei tesseva le lodi della sua amica e di questa meravigliosa torta che fa con la ricotta e il cacao, sarà che avevo sia ricotta che cacao in casa e così carta e penna et voilà! Non seguo molte trasmissioni di cucina in tv, alcune come la Prova del Cuoco le trovo troppo inframezzate da giochetti, animaletti, canzoncine e balletti che poco hanno a che fare con la cucina ma che forse e dico solo forse, sono gradite da anziani e bambini, tanto per agguantare pubblico di tutte le età. Altre sono un po' pretenziose, altre ancora le trovo raffazzonate, come se tutti a un certo punto si fossero scoperti provetti cuochi e zac! ecco la trasmissione di cucina ad hoc. Ogni tanto però senza che diventi un ossessione, mi guardo un programma a caso e scopro queste chicche. Questa è una di quelle. Una torta che si assembla velocemente, si usa una sola ciotola dove vengono mescolati tutti gli ingredienti, mezz'ora in forno e il gioco è fatto.
  • 250 g di ricotta
  • 250 g di zucchero
  • 3 uova
  • 80 g di farina
  • 75 g di cacao
  • 100 g di burro fuso
  • 1 bustina di lievito per dolci
     
Accendere il forno a 180°, ventilato.
Imburrare e infarinare una teglia da 26 cm di diametro. In una ciotola capiente mescolare la ricotta e lo zucchero con le fruste elettriche. Montare fino a che nel composto si formano delle bolle d'aria, incorporare le uova uno alla volta e poi la farina, il cacao e sempre mescolando con le fruste aggiungere il burro fuso. Quando il composto cambia colore e diventa più chiaro si aggiunge il lievito. Versare il composto nella teglia e cuocere per 30 minuti.
In tv hanno ricoperto la torta ormai fredda con del cioccolato fuso stemperato con un poco d'acqua, ma le variazioni sono infinite, si può farcire con della marmellata di albicocca come una Sacher, oppure guarnirla con delle ciliegie sciroppate e panna. Io l'ho lasciata così com'era, semplice, solo con una spolverata di zucchero a velo. A me questa torta è piaciuta veramente tanto, delicata sia nel gusto che nella consistenza, ricca di cacao senza essere peccaminosamente calorica, indovinata per il primo tè pomeridiano della stagione, ottima per colazione, decisamente buona a fine pasto. Andrea invece l'ha trovata un po' anonima, che dire uno che vorrebbe mangiare solo tiramisù e dolci al cucchiaio, uno che annegherebbe nella panna e nel cioccolato fuso, uno che la frutta la gradisce in macedonia accompagnata da montagne di zucchero e succo di limone non si accontenta facilmente. Se siete come me, e la dolcezza, la leggerezza e il gusto delicato ma distinto del cacao vi soddisfano, allora provate questa torta.

Nessun commento:

Posta un commento

Vi ringrazio per i vostri commenti, fonte di ispirazione e miglioramento. :)