giovedì 24 marzo 2011

Alfabeto culinario - C

C
Poteva essere cioccolato ma è caffettiera.
Perché dalla caffettiera si sprigiona il profumo più buono che ci sia che è sinonimo di casa, di inizio di giornata quando si aprono gli occhi e si sa, da quel profumo, che qualcuno ha pensato a noi e ci ha preparato il caffè.
Il profumo è intenso, avvolgente, seducente.
Peccato che il sapore non sia all’altezza.
Eh si perché raramente il sapore del caffè riesce ad eguagliare l’aroma che sprigiona.
Peccato.
A me poi piace dolce e con il latte che snatura un po’ la sua essenza...
Alcune volte però, quando meno te lo aspetti, incontri un piccolo espresso che racchiude in sé un’esperienza unica e appagante.

Nessun commento:

Posta un commento

Vi ringrazio per i vostri commenti, fonte di ispirazione e miglioramento. :)