martedì 13 luglio 2010

Tempo di Picnic - Pork Pie

In estate si sa, si insinua la voglia di picnic, di gita all'aria aperta, di voglia di oziare lontano da casa, in mezzo alla natura. Basta riempire una borsa termica con qualcosa di fresco da bere, 2 cose da mangiare adatte ad essere trasportate e siamo pronti per partire. L'ultimo picnic lo abbiamo fatto domenica. La meta doveva dapprima essere il lago, ma l'idea di fare tanto chilometri e poi trovarsi imbottigliati al ritorno ci ha fatto desistere, così siamo andati a Solferino, dove in piazza c'è il mercatino dell'antiquariato e, dopo esserci aggirati fra i banchetti a scuriosare ben bene, ci siamo avviati verso la torre e abbiamo trovato uno spiazzo all'ombra dove distendere le nostre coperte. Al momento di mangiare abbiamo aperto il cestino di vimini da picnic, regalo di Nadia e Andy che conservo religiosamente, e abbiamo tirato fuori il nostro pranzo composto da:

BLT - tipico sandwich britannico composto appunto da BACON grigliato, LETTUCE della varietà croccante, io ho scelto la Iceberg, TOMATO tagliato a fettine. Il sandwich preferito da Andrea, così senza salse, semplice e gustoso.

EGG SANDWICH - per 2 sandwiches ho rassodato 2 uova e poco prima di partire ho confezionato i panini. Ho sgusciato le uova, le ho schiacciate con una forchetta, ho aggiunto un cucchiaio di maionese e una macinata di pepe nero, ho suddiviso il composto fra i 2 panini e il gioco è fatto. Volendo si possono aggiungere anche cipollotti o crescione. Consiglio di tenere questo tipo di panino nel frigo delle bevande.

QUICHE DI PORRI E PROSCIUTTO COTTO - Ho stufato un paio di porri medi in una padella con una noce di burro, poi ho aggiunto un po' d'acqua e ho fatto andare per una decina di minuti. Intanto ho preso un rotolo di pasta sfoglia fresca e l'ho messa in una teglia con la carta da forno in cui era confezionato. Ho steso qualche fetta di prosciutto cotto sul fondo, ho aggiunto i porri che nel frattempo avevo salato e pepato. Ho sbattuto 2 uova, qualche cucchiaio di panna e qualche cucchiaio di latte in una ciotola aggiungendo una macinata di pepe e del formaggio emmentaler grattugiato, ho versato il composto sui porri, ho guarnito la superficie della torta con dei pomodorini ciliegia e ho messo in forno a 200° dapprima per 30 minuti, ho controllato il grado di cottura e poi ho continuato a settare il timer di 10 minuti in 10 minuti (credo in tutto sia servito un altro quarto d'ora/20 minuti) fino a che la superficie era dorata e il centro della quiche ben fermo.

INSALATA DI FARRO SEMPLICE - Ho cotto il farro per circa 20 minuti in acqua bollente leggermente salta salata . L'ho scolato e passato sotto l'acqua fredda per fermare la cottura. L'ho messo in frigo e prima di partire l'ho condito con pomodorini ciliegia tagliati a metà, cipolla rossa di tropea affettata sottilmente e del tonno sott'olio. Sale, pepe e un poco di olio extravergine d'oliva di quello buono.

Per dessert avevamo dei buonissimi biscotti danesi al burro e delle pesche noci.
Un ottimo picnic.
 
Ma che c'entra la pork pie allora?
Col picnic di cui vi ho appena raccontato nulla, ma è un ottimo piatto da fare in questi casi!
Io l'ho provata la scorsa settimana e, a parte la quantità di timo che per me è decisamente troppa, questa ricetta trovata su GoodFood di luglio è veramente ottima!


Ecco gli ingredienti:
  • burro
  • 500 g di pasta sfoglia in un blocco (io ho usato 2 rotoli di quella fresca)
  • 175 g di pasta di salsiccia
  • 1 mela, sbucciata e grattugiata
  • 1 cipolla, grattugiata
  • 2 cucchiai di foglie di timo (troppi, troppissimi, anche se il timo è fresco, ne consiglio un pizzico, magari anche 2 ma non esagerate!)
  • 8 fette di prosciutto cotto
  • 2 cucchiai di senape di Digione
  • 1 uovo, sbattuto per glassare
Accendere il forno a 190°. Imburrare una teglia da 20 cm di diametro (io ho usato la carta da forno e ho così saltato questo passaggio). Mettere la pasta sfoglia sul fondo della teglia. Mischiare la pasta di salsiccia con la mela, la cipolla e il timo e dividerla in 2 porzioni. Rivestire il fondo della pasta sfoglia nella teglia con 4 fette di prosciutto cotto, spalmare queste con 1 cucchiaio di senape e poi aggiungere metà della pasta di salsiccia. Ricoprire con le restanti 4 fette di prosciutto, spalmare con la senape e aggiungere il restante impasto di salsiccia. Premere bene in modo che il composto sia livellato e ricoprire con il secondo disco di pasta sfoglia. sigillare bene i due dischi, spennellare con l'uovo sbattuto e fare un foro in centro per far uscire il vapore in cottura. Mettere in forno per circa 50 minuti o fino a che inserendo uno stecchino di legno nel centro questo non ne esca molto caldo al tatto. Far freddare la pie nella teglia per circa 15 minuti, poi sformarla (io ho usato una teglia a cerniera che è molto comoda in questi casi) e far freddare completamente prima di servire.
Questa pie può anche essere congelata avvolta in alluminio e poi in pellicola trasparente. Si scongela in circa 6 ore, se è troppo caldo è meglio farla scongelare in frigo durante la notte. Per capire se la pie è scongelata basta inserire un coltello al centro che dovrà poi risultare freddo al tatto ma non gelato.

Nessun commento:

Posta un commento

Vi ringrazio per i vostri commenti, fonte di ispirazione e miglioramento. :)