giovedì 27 maggio 2010

Finto Tiramisù Classico or Fake Classic Tiramisù


Ancora un volta stravolgo un classico.
Il tiramisù per i puristi è fatto con mascarpone, uova zucchero, caffè e savoiardi. Non ho nulla contro questo ottimo dolce al cucchiaio se non fosse che non è molto indicato per bambini, anziani e donne in gravidanza a causa dell'uovo crudo.
Così da un po' di tempo ho patteggiato una versione che esclude l'uovo e si fregia di panna fresca montata. Al posto dei savoiardi, buonissimi inzuppati in un bicchiere di latte freddo addizionato di cioccolato, uso quasi sempre i pavesini che sono più piccoli, più dolci e meno ingombranti. Il tiramisù è il dolce preferito di Andrea che adora tutti i dessert al cucchiaio e le creme, i pavesini, con il loro essere sottili sottili fanno posto a più crema di mascarpone.
La preparazione è veloce e semplice.
Per una teglia di circa 20 x 30 servono:
  • 4 pacchetti di pavesini (mezza scatola)
  • 250 ml di panna fresca
  • 250 g di mascarpone
  • 3 cucchiai di zucchero
  • caffè solubile
  • cioccolato fondente
Si comincia facendo il caffè addolcendolo con 1 cucchiaio di zucchero e mettendolo da parte per farlo raffreddare. Si versa il mascarpone in una ciotola capiente e si aggiunge lo zucchero restante, amalgamandolo bene con un mestolo di legno. Si monta la panna in modo che sia ben spumosa ma non troppo ferma altrimenti sarà difficile amalgamarla con il mascarpone.
A questo punto si prende una bella cucchiaiata di panna e si mescola al mascarpone energicamente in modo che si possa un po' ammorbidire. Aggiungere la panna restante amalgamandola delicatamente con movimenti dal basso verso l'alto.
Intingere i pavesini velocemente nel caffè e posizionarli nella teglia, versare metà composto di mascarpone e panna e livellarlo bene. Grattugiare del cioccolato fondente sul composto e procedere con un altro stato di pavesini, lo strato di crema e altro cioccolato fondente grattugiato. Mettere quindi il dolce in frigo fino al momento di servire.
Di solito uso questo composto come base per dolci al cucchiaio alla frutta, come il "Tiramisù alle Fragole" o quello con le pesche.
Delizioso comunque anche in questa versione più adulta.

3 commenti:

  1. Semplicemente D'Accordo27 maggio 2010 19:16

    Sì. Assolutamente anch'io sono della scuola del tiramisù con i pavesini, ne preferisco la consistenza e come dice lei lasciano più spazio alla crema.
    Sono d'accordo anche con Andrea: ah i dolci al cucchiaio, le creme... yummi!

    RispondiElimina
  2. Come ben sa cara signora Deborino io sono una purista del Tiramisù (con la T maiuscola) ma devo dire che la sua versione stuzzica comunque la mia golosità. Da provare ma...non chiamiamolo tiramisù !!

    RispondiElimina
  3. @ Sarina: infatti come hai visto io lo chiamo "Finto Tiramisù" e non mi sognerei mai di spacciarlo per tiramisù per rispetto a chi il tiramisù lo concepisce nella maniera classica. Immagina la faccia della persona che lo assaggia pensando di sentire il sapore intenso del mascarpone e uovo!
    Sarebbe come mettere la panna nella carbonara, o la cipolla, anche se devo dire che a me tutte queste modifiche non dispiacciono affatto, basta dare il giusto nome alle cose! :-)
    @ Laura: queste si sa son scelte da golosoni!

    RispondiElimina

Vi ringrazio per i vostri commenti, fonte di ispirazione e miglioramento. :)