martedì 18 maggio 2010

Esperimenti & Voglia di Leggerezza - Polpette, Cake di Cipolle, Dessert di Yogurt & Frutti di Bosco e Dolcetti di Ricotta & Lime or Onion And Speck Savoury Cake, Meat Faggots, Red Berry and Yogurt Mousse and Ricotta Cheese and Lime Muffins


Spesso presa dalla frenesia del fare non mi rendo conto che bisognerebbe controllare le fonti prima di buttarsi a pesce nell'avventura del cucinare. Ultimamente, visto che la bella stagione si avvicina e si approfitta sempre dell'insorgere del caldo per cercare di mangiare più sano e leggero, ho ceduto alla tentazione di cucinare alcune cosette "light". Ho cercato di scacciare ogni pregiudizio e venerdì ho fatto la spesa seguendo la traccia di alcune ricette che ho trovato su un libro di ricette leggere, sotto le 200 calorie a porzione.
Intanto le foto sono molto allettanti e quindi mi son detta "Perché no?".
La prima cosa che ho fatto è stato un cake salato di cipolle e speck. Il profumo che si è diffuso in casa mentre il cake cuoceva era sublime. All'assaggio le aspettative non sono state deluse, il sapore è deciso, ogni fetta si mantiene morbida e anche il giorno dopo è buonissimo, un plus se si vuole organizzare una cena in piedi o per un BBQ. Unica pecca: la lievitazione. Sarà che negli ingredienti c'erano 2 cipolle bianche e non si specificava il peso. Sarà che dicevano di usare una bustina di lievito da 16 g che per me è decisamente troppo per il poco impasto che mi era venuto, ma sono stata delusa dalla scarsa lievitazione. Sarà forse che ricordavo il buonissimo Cake di Fave e Chorizo di Luigi che nonostante l'ottimo sapore sono rimasta veramente male nel vedere che l'impasto non cresceva.


Mi sono rifatta con le polpette però!
L'impasto abbastanza tipico, con la carne di tacchino però che ho dovuto tagliare a coltello perché al super non si trova il macinato di tacchino!!! Che scandalo!
Comunque le polpette sono state infilzate su spiedini e alternate da fette di lime che hanno conferito al piatto un sapore eccellente, non troppo aspro ma fresco abbastanza da contrastare l'untuosità della frittura.
Le polpette avanzate sono state riscaldate in una salsa di pomodoro appena insaporita da un poco di cipolla tritata, forse ancora più buone della preparazione originale!
 

Un'altra caduta c'è stata con il dessert di yogurt, le proporzioni degli ingredienti non mi hanno soddisfatto per nulla, troppa colla di pesce, troppo poco zucchero. Ne è uscita una cosa carina a vedersi ma dalla consistenza un po' finta e poco saporita. Abbiamo provato a conferire un po' di dolcezza con del miele appena scaldato ma il sapore era troppo preponderante e per nulla azzeccato, la soluzione ottimale è stata quella di spolverare le porzioni di dessert con un cucchiaino di zucchero vanigliato e così si sono riequilibrati i sapori. Ricetta decisamente da risistemare!
 

 
L'ultima ricetta mi ha invece piacevolmente sorpresa, questi dolcetti di ricotta e lime sono deliziosi, i ribes con cui dovevano essere accompagnati decisamente superflui, tanto più che non hanno molto sapore e sono spesso usati solo per rendere scenografico un dessert un po' povero di colore. Il sapore di questi dolcetti è profumato di agrumi gentili e la consistenza spugnosa ed eterea li rende pericolosamente appetibili. Ottimi per un afternoon tea.

Nessun commento:

Posta un commento

Vi ringrazio per i vostri commenti, fonte di ispirazione e miglioramento. :)