giovedì 28 gennaio 2010

Avanzi & Ricerche - Cheese Straws


Ho finito il mio libro giallo, ho finito il mio scialle all'uncinetto e ho finito le uova.
A dir la verità ne era rimasto uno, ma non si poteva toccare, che ieri sera era in programma la carbonara. In frigo una scatola piena di formaggi toscani, una scamorzina affumicata già iniziata e del grana.
Poca voglia di cucinare cose complicate, ma il richiamo della cucina dietro l'angolo era forte e chiaro.
Insomma, dovevo spentolare.
Bisogna assecondare le proprio pulsioni quando è possibile così mi sono messa a cercare su internet una ricetta per fare delle Cheese Straws senza pasta sfoglia. Ho trovato questa ricetta e mi sono messa all'opera.
Intanto mi ha permesso di usare il mio bellissimo Pastry Cutter, uno degli ultimi attrezzi che sono arrivati in cucina grazie ad Andrea. Su tratta di una specie di mezzaluna con molte lame non molto taglienti e serve a incorporare il burro alla farina nelle preparazioni, tipo la pasta frolla, che non amano essere manipolate o riscaldate troppo.
Per 4 dozzine di cheese straws:
Riscaldare il forno a 200°. Rivestire una placca con della carta da forno.
Combinate in una ciotola la farina, il lievito, il pepe di Cayenna, il sale, il formaggio e il burro o la margarina. Mescolate bene e aggiungete l'acqua poco alla volta fino ad ottenere un impasto compatto.
Su un piano di lavoro leggermente infarinato stendete un pezzo d'impasto fino ad avere uno spessore di circa 1/2 cm e tagliatelo in bastoncini che arrangerete sulla placca. Cuocete per circa 5 minuti o fino a che i bastoncini al formaggio iniziano a dorarsi.
Ho seguito la ricetta diligentemente mettendo la scamorza affumicata e del parmigiano, il pepe di cayenna, insomma, tutti gli ingredienti.
Naturalmente il tempo di cottura era sbagliato per il mio forno, invece di 5 minuti ce ne son voluti 15, mannaggia a me e a questa memoria scarsa...e dire che sabato sono andata in un negozio di casalinghi super fornito dove avrei sicuramente trovato il termometro da forno! Beh, se vogliamo dirla tutta ero andata per comprare l'attrezzo per fare i passatelli, su richiesta di una delle mie sorelle, e per vedere se avevano dei termometri da caramello, e alla fine sono uscita con l'attrezzo per i passateli, dei panni in microfibra e un barattolino per spezie.
E il termometro per il caramello?
Erano finiti?
No. Non l'ho nemmeno cercato!
Pessima, pessima.
Ma torniamo alla ricetta.
Arrivata al punto di dar loro una forma arrotondata e tagliarli a cilindretti, beh, ho avuto un attacco di pigrizia, così ho steso l'impasto col mattarello e ho tagliato delle strisce di circa 1 cm.
Dopo la cottura ho lasciato raffreddare i bastoncini su una griglia.
Risultato all'assaggio:
Necessitano sicuramente di più pepe di cayenna, che non si sente per nulla, un attimo più di sale o forse di un formaggio più saporito... magari la prossima volta provo con uno dei pecorini che ho in frigo.
Mi sono piaciuti però, mi piacciono i "salatini".
Ne ho dato un po' a Andrea da portare in ufficio con una porzioncina di coleslaw che avevo preparato ieri.
Spero abbia apprezzato.
Io sono tornata stamani da mille giri in città e poca voglia di mettermi ai fornelli così ne ho fatto il mio pranzo con qualche fetta di mortadella e dei pomodorini.
Due palline di gelato variegato all'amarena e la giornata ha continuato a sorridermi.

4 commenti:

  1. mi piacciono molto...li voglio provare ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. provali Letizia, sono sfiziosissimi! :)

      Elimina
  2. :) interessanti ... mooooolto interessanti ....
    mi sa che proverò a farli anche io :D mi attirano molto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Antonio!
      Questi bastoncini al formaggio li ho conosciuti a Londra dove erano un MUST nelle feste che organizzavamo nella biblioteca dove lavoravo. Erano una certezza e finivano immediatamente! :D

      Elimina

Vi ringrazio per i vostri commenti, fonte di ispirazione e miglioramento. :)