mercoledì 21 settembre 2011

...servito con - Pommes Duchesse & Fiori di Zucca Fritti or Duchess Potatoes and Fried Zucchini Flowers


Una bella bistecca di manzo, succulenta e saporita, o un filetto di pesce semplice e veloce da cucinare; magari del formaggio, tagliato al momento da una forma preziosa che conserviamo in un luogo fresco, o ancora uova, strapazzate o in camicia, semplici e nell'esser poco trattate sprigionano tutta la loro bontà rotonda.
Spesso ci dedichiamo al piatto forte scordandoci o non dando il giusto peso all'accompagnamento. Ecco che frettolosamente, quasi al momento di impiattare, tiriamo fuori dal frigo un pomodoro o della costosissima insalata mista, già tagliata e sedicente lavata, e via nel piatto con un giro d'olio e un pizzico di sale.
E' un peccato non dare il giusto peso ai piatti d'accompagnamento, si sminuisce anche la portata principale e non si ottiene l'effetto "piatto unico" che è diventato il segno dei nostri tempi.
Ecco allora che un contorno di patate un po' diverse o delle verdure che assumono una connotazione più ricca perché ricoperte di pastella fragrante trasformano un pasto in un'occasione di festa.
Le patate duchesse sono semplicissime da fare e gli ingredienti sono basilari e sicuramente li troverete in casa.
Per 4 persone:
  • 500 g di patate
  • 1 noce di burro
  • una manciata di grana grattugiato
  • una bella spolverata di noce moscata
  • sale
  • pepe
  • 1 o 2 tuorli (dipende dalla consistenza dell'impasto)
Io sbuccio le patate, le taglio a tocchetti e le cuocio a vapore. In questo modo le patate non assorbono acqua e cuociono più velocemente.
Le passo al passaverdura come farei per un purè e aggiungo tutti gli altri ingredienti  mescolando bene andando a formare un composto che deve essere abbastanza compatto.
Scaldo il forno a 200°C e, dopo aver messo il composto in una tasca da pasticciere con un becco a stella, formo delle cupolette su una teglia ricoperta da carta da forno.
Metto a cuocere per circa 15 minuti o fino a che le patate non cominciano a dorarsi.


Per i fiori di zucca invece ho usato una ricetta che ho trovato in una specie di enciclopedia sulle verdure intitolata (Monografie del Gusto) che veniva venduta con il Corriere qualche anno fa e che avevo preso insieme alla mia ex-collega e compagna scorribande Sara. Non so se lei usa i suoi libri, io ogni tanto ne sfoglio uno e prendo spunto come questa volta.
Qui la ricetta prevedeva anche una salsa di pomodoro che io ho tralasciato e ho servito i fiori con della carne e una bella insalata fresca di misticanza.
Ecco gli ingredienti per 4 persone:
  • 12 fiori di zucca (io li chiamo così ma sono più propriamente fiori di zucchino)
  • 200 g di farina autolievitante (io ho usato della farina normale e ho aggiunto un pizzico di lievito in polvere per torte salate)
  • 2 uova
  • 100 ml di birra chiara
  • 2 cucchiai di olio extravergine
  • 2 cucchiai di erbe aromatiche tritate (io ho usato dragoncelli, timo, basilico, prezzemolo e cerfoglio)
  • 1 dl di olio di semi d'arachide per friggere
  • sale
Si mescolano insieme la farina, i tuorli, l'olio evo, le erbe aromatiche e la birra. Si lascia riposare la pastella per circa 1 ora (io non l'ho fatto perché mi sono risolta all'ultimo minuto ma la pastella era buonissima e croccante).
Si devono poi montare a neve gli albumi  e si amalgamano alla pastella. Si scalda l'olio e si immergono i fiori nella pastella tenendoli chiusi, si scola la pastella in eccesso e si friggono i fiori girandoli.
Una volta scolati su carta assorbente si salano e si servono subito.
Questo per me è un piatto che, tanta è la sua bontà, potrebbe funzionare anche da solo, altro che accompagnamento!!!

Nessun commento:

Posta un commento

Vi ringrazio per i vostri commenti, fonte di ispirazione e miglioramento. :)