venerdì 30 settembre 2016

Gira Gira - Spirale di Pane al Pesto or Bread Spiral with Basil Pesto


Scroll Down for English Version

"Ricordati che c'è del pesto in frigo...".
Questo pane è nato dalla voglia di utilizzare questo avanzo di pesto in maniera diversa.
Di solito quando rimane un po' di pesto lo "allungo" con dei pomodorini saltati, ma questa volta ho voluto cambiare.
Così ho preso spunto per la ricetta di questo pane da un blog lituano (!) e ho modificato un po' le proporzioni, cambiato il ripieno e voilà!
Credo che si possa fare con qualsiasi tipo di impasto di pane, basta che sia malleabile abbastanza da essere steso con il mattarello per poi essere tagliato in strisce che verranno arrotolate per formare questo pane interessante, da sfogliare piano piano fino a raggiungere il cuore. Niente fette, ma petali, romantico no?
Anche per il ripieno ci possiamo sbizzarrire, io ho usato del pesto tradizionale con dei pomodorini gialli, olive nere e del timo fresco, seguite il mio esempio o la vostra ispirazione, la prossima volta voglio provare a spalmarlo con dell'ajvar e cospargerlo di olive nere e origano. Che ne dite?
Ecco come si fa.
Per il pane:
  • 150 g di farina di mais fioretto
  • 250 g di farina 0
  • 250 ml di acqua tiepida
  • 1 cucchiaino di lievito di birra secco attivo
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaino di miele
  • 3 cucchiai di olio extravergine d'oliva
Per il ripieno:
  • pesto al basilico
  • una manciata di pomodorini gialli, tagliati a metà
  • una manciata di olive nere denocciolate, tagliate a fettine
  • alcune foglie di basilico
  • alcuni rametti di timo
Mescolate le due farine con il lievito e mettetela nella ciotola dell'impastatrice, mescolate l'acqua, il miele e aggiungeteli alla farina insieme all'olio, impastate e aggiungete il sale.
Dopo circa 5 minuti togliete dall'impastatrice e mettete l'impasto a lievitare nel forno con la luce accesa per circa 1 ora e mezzo o fino a quando sarà raddoppiato in volume.
Nel frattempo tagliate in due e pomodorini e metteteli a scolare su un piatto.
Quando l'impasto sarà lievitato lavoratelo brevemente e poi stendetelo con il mattarello fino a uno spessore di circa 1/2 cm.
Spennellate la superficie con il pesto poi tagliate delle strisce dello spessore di circa 3 cm e, cominciando con le strisce più corte, formate una rosellina che metterete al centro di una teglia da torta di 23 cm di diametro. Proseguite avvolgendo le strisce farcite tutte intorno alla parte centrale fino a esaurimenti dell'impasto. Infilate le olive, i rametti di timo e i pomodorini fra una striscia e l'altra e fate lievitare il pane per circa 30 minuti.
Accendete il forno a 220°C.
Infornate per 30 minuti o fino e che la superficie del pane è ben dorata.
Sfornate e fate intiepidire nella teglia prima di servire decorato con le foglie di basilico.


English Version


“Remember there’s some pesto in the fridge."
This bread was born because I wanted to use some leftover pesto in a different way.
Usually when I have some pesto I the fridge and it’s not enough to dress 2 servings of pasta, I enrich it with sautéed cherry tomatoes, but this time I wanted to make something different.
I was inspired by a recipe for spiral bread I found on a Lithuanian blog (!)
I have changed a little the dough and the filling and voila!
I believe this spiral bread can be made with any kind of dough, as long as it’s pliable enough to be rolled with a rolling pin and then be cut into strips to be rolled up to form this interesting shape, the, once cooked it will be pulled slowly until we reach its heart. The slices are like flower petals, romantic isn’t it?
Even for the filling we can let our imagination run wild, I used some traditional pesto long with yellow cherry tomatoes, some black olives and fresh thyme, you can try my recipe or your inspiration, next time I will try and spread it with some ajvar and sprinkle it with chopped black olives and oregano. What do you think?
Here's how it's made.
For the dough:
  • 150 g fine corn (polenta) flour
  • 250 g 0 type flour
  • 250 ml warm water
  • 1 teaspoon active dry yeast
  • 1 teaspoon salt
  • 1 teaspoon honey
  • 3 tablespoons extra virgin olive oil
For the stuffing:
  • traditional basil pesto
  • a handful of yellow cherry tomatoes, halved
  • a handful of pitted black olives, sliced
  • some basil leaves
  • some thyme sprigs
Mix the two flours with the yeast and put it in the bowl of a mixer, mix the water with the honey and add to the flour together with the oil, mix and the add the salt.
After about 5 minutes remove from the mixer and put the dough in the oven with the light on to rise for about 1 hour and a half or until it has doubled in volume.
Meanwhile, half the tomatoes and put them to drain on a plate.
When the dough is leavened knead it briefly and then roll it out with a rolling pin to a thickness of about ½ cm.
Brush the surface with pesto then cut into 3 cm strips and, beginning with the shorter strips, form a little rose that you will put in the center of a 23 cm cake-pan. Continue wrapping the dough strips all around the dough until you use all of the strips. Push the olives, the thyme sprigs and the tomatoes between strips and the let rise for about 30 minutes.
In the meantime heat the oven to 220°C.
Bake for 30 minutes or until the surface of the bread is golden brown.
Remove from the oven and allow to cool in the pan before serving decorated with basil Leaves.

4 commenti:

  1. Mi sembra un modo davvero originale x sfruttare al massimo quello che si ha in frigo :-P Una ricetta proprio interessante, grazie Deb :-) Buon we e a presto <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bello e buono questo pane e anche molto versatile.
      Buon weekend anche a te Consuelo, a presto. ^_^

      Elimina
    2. Bello e buono questo pane e anche molto versatile.
      Buon weekend anche a te Consuelo, a presto. ^_^

      Elimina
  2. Ciaooo :-) Complimenti per il tuo blog.
    Ti ho nominato per il premio Liebster award, vieni a vedere cosa devi fare... il mio link è
    http://www.labrambraincucina.com/2016/10/liebster-award.html

    RispondiElimina

Vi ringrazio per i vostri commenti, fonte di ispirazione e miglioramento. :)