mercoledì 8 aprile 2015

Le Novità - Pasticcio di Manzo alla Birra in Crosta or Beef and Ale Pie

 
 
Scroll Down for English Version
 
Ripropongo questa ricetta perché è un classico di casa quando decidiamo di fare un piatto di carne e perché recentemente ho ricevuto dei vasetti di senape Louit Frère che volevo assolutamente provare.
La ricetta seguente, essendo di origine britannica, richiede l'uso di senape inglese che però qui da noi non è facilmente reperibile e quindi ho pensato di sostituirla con della Senape di Digione Forte che ha lo stesso carattere deciso di quella inglese. Il risultato è stato ottimo. La sua nota robusta e piccante ha dato carattere al piatto. Non ne serve un gran quantitativo ma se non la si usasse se ne sentirebbe la mancanza.
 
Ecco gli ingredienti per 2 belle porzioni come piatto unico:
  • 400/500 g carne di manzo per spezzatino
  • 1 cipolla rossa, affettata 
  • 2 cucchiai di olio d'oliva
  • 1 porro, affettato sottilmente
  • 3 gambi di sedano, affettati
  • 2 carote, pelate e affettate
  • 100 g di champignon, tagliati in 4
  • 1 cucchiaio colmo di farina
  • 1 cucchiaio di ketchup
  • 1 cucchiaio di salsa Worcester (opzionale)
  • un mazzetto di timo e prezzemolo tritati, tenuti separati (usare le erbe aromatiche secche se non si hanno a disposizione quelle fresche)
  • 1 pizzico di erbe di Provenza
  • 1 cucchiaino di senape di Digione forte Louit Frère
  • sale e pepe
  • 150 ml di brodo vegetale
  • 150 ml di birra rossa
  • 1 uovo
  • 1 confezione di pasta sfoglia fresca
 
Preparate la carne tagliandola a cubotti di circa 2.5cm. Soffriggete la cipolla nell'olio fino a che si ammorbidisce, aggiungete la carne e fate colorire a fuoco alto. Aggiungete la farina e fate cuocere per un paio di minuti, sempre mescolando. E' il momento di aggiungere il ketchup, la salsa Worcester, le erbe aromatiche (escluso il prezzemolo), la senape, un pizzico di sale e una macinata di pepe. Mescolate bene e aggiungere le verdure, il brodo e la birra. Portate a bollore e abbassare il fuoco. Fate sobbollire per circa 1 ora e mezzo o fino a quando la carne risulterà tenera e si taglierà con un cucchiaio di legno.
Accendete il forno a 200°C. Mettere la carne nelle pirofile individuali, aggiungete il prezzemolo  e ricoprite con la pasta sfoglia che avrete tagliato in modo che ricopra bene ogni pirofila. Per far si che la pasta aderisca bene alle pirofile spennellare queste ultime con dell'uovo sbattuto lungo il perimetro dove poggia la pasta. Una volta che le pirofile sono chiuse, spennellare tutta la superficie della pasta con l'uovo sbattuto, incidetela leggermente con un coltello affilato e infornare per circa 20 minuti o fino a che la pasta è dorata.
Servire con patate arrosto o purè e verdure al vapore.
 
 
English Version

 
I’m posting this recipe once again because it is a staple in our house when we feel like meat and also because I recently received a few precious little jars of Louit Frère’s mustard and I so wanted to try some.
The following recipe, being of British origin, asks for English mustard but here in Italy is not so easy to find and so I decided to replace it with the same amount of Dijon mustard which has the same strong character of the English one. The result is excellent. The Dijon mustard robust and spicy notes give character to the dish. you don’t need to use a lot of it but if not used it would be missed.
 
Here are the ingredients for 2 hearty servings as a main dish:
 
  • 400/500 g stewing beef
  • 1 red onion, sliced
  • 2 tablespoons olive oil
  • 1 leek, thinly sliced
  • 3 stalks celery, sliced
  • 2 carrots, peeled and sliced
  • 100 g mushrooms, cut into quarters
  • 1 heaping tablespoon of flour
  • 1 tablespoon of ketchup
  • 1 tablespoon Worcestershire sauce (optional)
  • a small bunch of thyme and parsley, kept separate (use dried herbs if you haven’t got fresh ones)
  • 1 pinch of dried herbs de Provence
  • 1 teaspoon Louit Frère strong Dijon mustard
  • salt and pepper
  • 150 ml vegetable stock
  • 150 ml of red beer
  • 1 egg
  • 1 package fresh puff pastry
Prepare the meat by cutting it in 2.5cm cubes. Fry the onion in the oil until softened, add the meat and brown over high heat. Add the flour and cook for a few minutes, stirring constantly. It's time to add ketchup, Worcestershire sauce, herbs (except parsley), mustard, a pinch of salt and freshly ground pepper. Mix well and add the vegetables, stock and beer. Bring to a boil and reduce heat. Simmer for about 1 ½ hour or until the meat is tender and can be cut with a wooden spoon.
Preheat the oven to 200°C. Divide the meat into individual ramekins, add the parsley and cover with the pastry you've cut in order to make a lid over each ramekin. To ensure that the paste adheres well to the ramekin brush the latter with beaten egg along the perimeter then press the dough rim over it. Once the ramekins are closed, brush the entire surface of the dough with the beaten egg, score it lightly with a sharp knife and bake for about 20 minutes or until the pastry is golden.
Serve with roasted potatoes or mashed potatoes and steamed vegetables.

8 commenti:

  1. Un pò di anni fa mi è capitato di farne una versione simile seguendo una ricetta di Jamie Oliver, che però prevedeva la Guinness (che adoro) e il cheddar (maledetto, non lo trovo mai qui!!). Comunque, era buonissima come immagino anche la tua! E' proprio l'idea di affondare un bel cucchiaio e tirare su i pezzettoni di carne che mi fa impazzire! =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me piace molto l'idea di "pescare" da sotto il coperchio di sfoglia.
      La Guinness a me non piace ma per questa ricetta è veramente la birra ideale. ^_^

      Elimina
  2. Io adoro gli scrigni di qualsiasi sorta!!!! Non ho mai messo la crosta sopra un pasticcio...ma come hanno scritto sopra...l'idea di affondare il cucchiaio è davvero affascinante :D Mi attiverò per la senape di Dijone sicuramente....Se riesco nel weekend ti faccio sapere!!!! Ottima proposta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sara, fammi sapere come viene. Un anno ne ho fatti dodici in piccole cocotte di coccio e li ho presentate per il pranzo di Natale, sono piaciute molto. ^_^

      Elimina
  3. Che bellissima ricetta, ricca e profumata. Splendida anche la presentazione nel guscio di sfoglia..mi ricordano i tortini dei cartoni animati ^_^ Bravissima, quanto mi piace la tua influenza inglese in cucina ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Consuelo, gli anni inglese per me, a dispetto del Paese e della sua cucina tanto bistrattata, sono stati anni di formazione e l'influsso è innegabile. ^_^

      Elimina

Vi ringrazio per i vostri commenti, fonte di ispirazione e miglioramento. :)