lunedì 6 gennaio 2014

Ritorno alle Origini - Zuppa di Cavolo Nero Toscana or Tuscan Cavolo Nero Soup


Scroll Down for English Version

Qualche tempo fa sono venute a trovarmi mia mamma, la sorella n.4 e un'amica. Oltre alla loro graditissima presenza hanno portato tante prelibatezze, barattolini colmi di peperonate, pomodori verdi sott'olio, fungo grifone al pomodoro, salse varie, cucunci sott'aceto, farina del mulino, farina di mais, farro della Garfagnana. Insomma, delizie di stagione. In più mia mamma ha portato tanta verdura fresca dell'orto che ha anche lavato bene bene, pronta per essere cucinata. E' un privilegio non indifferente trovarsi tanta verdura pulitissima e doverla solo cucinare. Così ecco che mi sono messa a fare una bella zuppa di cavolo nero, i sapori di questa zuppa mi riportano all'estate, alle cene all'orto, alle ciotole colme di zuppa tiepida seguite da teglie maestose di verdure ripiene. E' una zuppa che conforta ed è sempre uguale e sempre diversa. La base del soffritto è quella, le verdure aggiunte dipendono dalla stagione, il cavolo nero è sempre presente, le altre si inseriscono a rotazione, in base alla disponibilità. Il pane tostato e profumato di aglio una costante graditissima. La zuppa di cavolo nero è casa.
  • 2 spicchi d'aglio
  • 2 gambi di sedano
  • 1 carota grande
  • 1 cipolla
  • 2 rametti di rosmarino
  • qualche foglia di salvia
  • 1 cavolo nero
  • 1/4 di un piccolo cavolo verza
  • 1/4 di zucca
  • una manciata di foglie borraggine
  • una manciata di foglie bietola
  • 4 manciate di fagioli borlotti freschi
  • qualche foglia di cicerbita
  • 3 cucchiai di olio extravergine d'oliva
  • pane rustico raffermo affettato
  • sale
  • pepe
  • peperoncino, opzionale
Tritate uno spicchio d'aglio, il rosmarino e la salvia. Tagliate grossolanamente la carota, il sedano e la cipolla. Soffriggete tutte queste verdure in un paio di cucchiai di olio a fuoco medio-alto fino a che si saranno ammorbidite. Tagliate le altre verdure a listarelle sottili e aggiungetele alla pentola con il soffritto, mescolate, aggiungete anche i fagioli, coprite a filo con dell'acqua bollente e fate cuocere per un paio di ore mescolando di tanto in tanto. I fagioli dovranno essere teneri e le verdure cotte. Aggiungete sale e pepe.
Tostate il pane, strofinate le fette con l'aglio e conditele con l'olio rimasto.  Mettete il pane sul fondo del piatto e versateci sopra la zuppa. Cospargete con un poco di peperoncino e servite.
 
English Version
 
 
Some time ago my mother, my sister number 4 and a friend came to visit for a few days. I really appreciated their company and as usual they brought many delicacies from Tuscany: jars filled with stewed peppers, green tomatoes preserved in oil, grifola mushrooms in tomato sauce, and again sauces, pickled caper berries, flour from the mill, maize flour for super tasty polenta, and spelt from the Garfagnana region. So many seasonal delicacies! Moreover my mom brought a lot of fresh vegetables from her veggie garden and while here she has washed it really well, ready for me to use it. It's such a privilege having dirty free vegetables that only need cooking. So I started preparing a beautiful cavolo nero soup. The flavors of this soup bring me back to the summer, to the dinners by the vegetable garden, to bowls full of warm soup followed by majestic trays of stuffed vegetables. This cavolo nero soup is a comforting meal that is always the same and yet always different. The base is always the same carrot, onion and celery chopped and to that we add the vegetables according to the season, cavolo nero is always present, the other vegetables are used depending on availability. Always served with day old bread toasted and rubbed with fresh, intense garlic, such a welcomed certainty! Cavolo nero soup is home.
  • 2 garlic cloves
  • 2 celery stalks
  • 1 large carrot
  • 1 onion
  • 2 rosemary sprigs
  • a few sage leaves
  • 1 cavolo nero
  • 1/ 4 of a small white cabbage
  • 1 /4 of a small pumpkin
  • a handful of borage leaves
  • a handful of Swiss chard leaves
  • 4 handfuls of fresh borlotti beans
  • a few sprigs of alpine sow-thistle
  • 3 tablespoons extra virgin olive oil
  • day old rustic bread, sliced ​​
  • salt
  • pepper
  • chilli powder, optional
Mince a clove of garlic, rosemary and sage. Coarsely chop the carrot, celery and onion. Fry all these vegetables in a couple of tablespoons of oil over medium-high heat until they have softened. Cut the other vegetables into thin strips and add to the pan, stir, add the beans, cover with boiling water and cook for a couple of hours, stirring occasionally. After 2 hours the beans should be tender and the vegetables cooked through. Season with salt and pepper.
Toast the bread slices then rub with the remaining garlic clove, drizzle the bread with the remaining oil. Put the bread on a plate and pour over the soup. Sprinkle with a little chilli podwer and serve.
 

10 commenti:

  1. Che bontà! E che doni fantastici ti han portato!
    Adoro le zuppe a base di cavolo nero :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Letizia!
      I doni migliori sono mangerecci...o da leggere! ^_^

      Elimina
  2. Adoro te e questa zuppa..anch'io utilizzo spesso il cavolo nero ed è davvero irresistibile cotto così :-D
    Mi fa molto piacere che anche tu la pensi come me ^_^
    Buona epifania cara <3
    la zia Consu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Consuelo e buona befana anche a te!
      Qui il cavolo nero non si trova molto spesso ma per fortuna c'è la mamma con il suo orto che provvede! ^_^

      Elimina
  3. buon anno mia cara debby!!! che gutosa e genuina qst tua zuppa! ci vuole, ci vuole proprio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elena, come vedi mi sono lasciata alle spalle tutte le golosità delle feste e mi sono rimessa in carreggiata! :)

      Elimina
  4. Mooolto invernale questa zuppa! Io il cavolo poi lo adoro in ogni variante, quello nero ho iniziato a mangiarlo da poco e mi ha subito conquistata, soprattutto in versione "chips cotte al forno"! Ma le zuppe rimangono le mie preferite!!
    Buon anno e buona befana!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah sei stata conquistata dal cavolo "croccantino" eh, anche a me piace molto, ma la zuppa è la zuppa! ^_^

      Elimina
  5. Questa è una delle mie minestre di verdura preferite!! Quando vivevo in toscana me ne mangiavo a secchi!! Che nostalgia, mi segno la ricetta perché me la devo troppo fare!!!
    Grazieeeee!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma prego Silvia! Spero che possa farti felice questa piccola e semplice ricetta. ^_^

      Elimina

Vi ringrazio per i vostri commenti, fonte di ispirazione e miglioramento. :)