giovedì 26 gennaio 2012

Esperimenti - Ravioli Cinesi con Uova e Verdure or Egg and Vegetable Chinese Dumplings


Adoro i ravioli. Da sempre.
I ravioli toscani con ricotta e spinaci conditi con la salsa di pomodoro, i ravioli di zucca mantovani, con quel loro sapore inconfondibile e dolce, i ravioli asiatici siano essi gyoza giapponesi, i primi di questo genere che ho assaggiato in un ristorante a Londra, siano essi i ravioli al vapore o alla piastra della cucina cinese.
Una volta, quando ancora abitavamo a Milano, ho fatto i gyoza con ripieno di maiale e verdure. Sono andata in un negozio di alimentari asiatici nei pressi della stazione centrale e ho comprato dei dischetti di pasta già pronti, ho preparo il ripieno e armata di santa pazienza ho fatto questi ravioli deliziosi.
Una soddisfazione vederli in fila sul vassoio, con la loro forma un po' particolare, tutti belli uguali.
In questi giorni ho ritrovato una ricetta per questi ravioli e c'era anche la spiegazione per fare la pasta, così ho pensato che era l'ora di cimentarsi.
I ravioli sono venuti benissimo. Magari non proprio così precisi come quelli di Milano nelle loro sfogliettine rotondissime, ma sono orgogliosissima di averli fatti tutti io e si sa che l'artigianalità vuol dire anche unicità no?

Ecco le dosi per 36 ravioli

Per l'impasto:
  • 1 tazza e 1/2 di farina bianca (220 g circa) + un po' per il piano di lavoro
Per il ripieno
  • 3 uova medie
  • 1 porro grande tagliato in due per la lunghezza  e affettato finemente
  • 4 cavoletti di Bruxelles tagliati finemente
  • 1 carota tagliata a finemente
  • 2 cucchiai di olio di semi
  • sale e pepe
Per cuocere e servire:
  • Olio di semi per friggere
  • salsa di soia
  • salsa cinese agrodolce 

  
Preparazione della sfoglia:

Mettere la farina in una ciotola, fare una fontana e versare l'alcqua al centro. Mescolare dapprima con un cucchiaio e poi con le mani fino a ottenere un impasto. Se non tutta la farina viene incorporata aggiungere qualche goccia d'acqua.
Lavorare l'impasto su una spianatoia leggermente infarinata per 5 minuti fino ad ottenere una palla liscia, ed elastica. L'impasto a questo punto non deve essere appiccicoso e se premuto con un dito deve tornare indietro senza lasciare il segno.
Dividere l'impasto in due rotolini di circa 15 cm di lunghezza e spolverarli di farina. Coprirli con un canovaccio pulito e lasciar riposare per 30 minuti a temperatura ambiente. 

Preparare il ripieno:

In una ciotola sbattere le uova con sale e pepe.
Scaldare l'olio in una padella antiaderente, aggiungere le verdure tagliate finemente e far cuocere per qualche minuto, mescolando di tanto in tanto, fino a che cominciano a diventare tenere. Togliere le verdure dal fuoco e nella stessa padella versare le uova mescolandole con una spatola fino a ottenere delle uova strapazzate morbide, aggiungere le verdure e far cuocere insieme alle uova per un paio di minuti.
Versare il comporto di uova e verdure in un piatto e far raffreddare.


Preparazione della sfoglia:

Tagliare ogni rotolo a metà, ogni metà in tre parti e ognuna di queste parti ancora in 3 parti. Otterrete così 36 palline di impasto che andranno leggermente schiacciate e infarinate. Ricoprite le palline di impasto per evitare che si secchino e cominciate a stenderle.
Per questo lavoro è necessario dotarsi di un piccolo mattarello.
Prendere una pallina di impasto e con movimenti dall'esterno verso l'interno, usando una mano per girare l'impasto, stendere la sfoglia in un cerchio di circa 7.5 cm.
Si usa questa tecnica, dall'esterno all'interno del cerchio per ottenere dei tortelli che siano più sottili alle estremità e più spessi al centro.
Stendere qualche pallina d'impasto, tenerle coperte e poi prenderne una per volta e mettere un cucchiaino di ripieno al centro. Chiudere a semicerchio premendo i due lembi al centro poi, partendo da un'estremità arricciare la sfoglia creando delle pieghe che arrivano fino al centro e fare lo stesso all'altra estremità in modo da creare un raviolo con una base ampia che possa stare "seduto". Mettere i ravioli su un vassoietto infarinato facendo attenzione a che non si tocchino.
Una volta finito di riempire i ravioli si può procedere a cuocerli.
Mettere 2 cucchiai di olio di semi in una padella antiaderente ampia. Far scaldare l'olio a fuoco abbastanza vivace e, lavorando velocemente, mettere i ravioli nella padella a raggiera partendo dai bordi e andando verso il centro. Se la vostra padella non è grande abbastanza per contenere tutti i ravioli, cuoceteli in due o più riprese, aggiungendo olio ogni volta che si ricomincia.
Cuocere i ravioli fino a che la base è dorata, ci vorrà qualche minuto. Versare circa 150 ml di acqua nella padella, in modo che arrivi a circa 1/3 dell'altezza dei ravioli, portare a bollore e coprire, facendo cuocere per qualche minuto fino a che non è tutta assorbita. A questo punto i ravioli sono pronti per essere serviti, mettendoli a "pancia in su" in modo che si veda la base dorata.
Servire con salsa di soia o salsa cinese agrodolce.
Si possono usare vari tipi di ripieno, io ho usato quello che avevo in casa, la ricetta originale prevedeva 4 uova e un mazzetto di cipollotti. 
Si può preparare l'impasto in anticipo coprendolo con della pellicola e mettendolo in frigo per massimo 8 ore. Far tornare a temperatura ambiente prima di lavorarlo. Il ripieno può essere preparato fino a 2 giorni in anticipo.
Se si vogliono preparare i ravioli e poi congelarli, si possono mettere su un vassoio e congelarli in un singolo strato per 4 ore prima di metterli in un sacchetto per il freezer. Si cuoceranno senza scongelarli, prolungando il tempo di cottura di circa 4/5 minuti.
I ravioli si conservano in congelatore per 3 mesi.

6 commenti:

  1. sei stata bravissima! di solito anche io li preparo con i dischetti già pronti ma forse dovrei seguire il tuo esempio e preparare l'impasto da me ^.^ i gyoza sono davvero prelibati!

    RispondiElimina
  2. Grazie!
    Prova, prova, vedrai che è facilissimo, anche se la preparazione è un po' lunga, ma se ti trovi con un po' di tempo nelle mani usalo bene e prova a farli!
    Una soddisfazione...
    :)

    RispondiElimina
  3. buonissimi! Mi piace tanto la cucina cinese e ogni tanto mi improvviso anche io in qualche piatto orientale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono il piatto che preferisco della cucina cinese.
      Li ho fatti anche di carne e sono buonissimi!
      :)

      Elimina
  4. wow! esperimento superato a pieni voti!!! mi sembrano perfetti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elena!
      Sono buonissimi. Ne farei scorpacciate! :D

      Elimina

Vi ringrazio per i vostri commenti, fonte di ispirazione e miglioramento. :)