giovedì 1 aprile 2010

Cene & Saturazioni - Lonzine di Maiale e Cipolline Borrettane in Agrodolce or Pork Loind and Sweet & Sour Onions


E come le locuste stiamo spazzolando via tutti i cibi deperibili.
Un dubbio mi assale: venerdì della prossima settimana arriverà parte della mia famiglia, alcuni ripartiranno sabato, ma altri rimarranno fino a domenica e visto che l'imperativo è quello di consumare tutto il cibo fresco prima di lunedì prossimo, come affrontare l'arrivo di 7 persone e relativi pasti da consumare insieme?
Le soluzioni sono molteplici e il comitato di famiglia dovrà vagliare e scegliere la migliore. Mi affiderò, ancora una volta, all'estro organizzativo di Andrea, che molto meglio di me, affronta ogni situazione in maniera lucida e ponderata. Il pranzo di sabato non è un problema, che è già tutto organizzato e anche la sera, pensiamo a un salto in pizzeria, rimangono la domenica a pranzo e il venerdì a cena con colazione per tutti e tre i giorni. Magari oggi metto su un po' di ragout e con quello sistemo la domenica pomeriggio, un bel piatto di pasta e poi qualche stuzzichino, magari una brunch e via... per venerdì sera sarà un po' più difficile incontrare i gusti di 2 bimbi, una sorella vegetariana, una mamma perennemente a dieta, un cognato che vuol stare leggero... magari il cake di fave - senza salame - si potrebbe fare... del parmigiano e mostarda, una frittata per i bimbi...ma si, qualcosa tirerò fuori dal cappello da chef!
Intanto ieri sera, aspettando Andrea che è rimasto in ufficio fino a tardi, ho messo su le cipolle borrettane in agrodolce. Questa preparazione piace a tutti e due, e se non fosse che i fumi dell'aceto aleggiano in casa fino al giorno dopo, proporrei questo piatto più spesso. Quello di ieri sera è la rivisitazione di un piatto più veloce che a Milano facevamo con una certa regolarità. Una cipolla piccola, preferibilmente rossa o di Tropea, tagliata sottile, imbiondita in pochissimo burro, una spolverata di zucchero, lasciata caramellare un attimo e poi sfumata con dell'aceto che poteva essere balsamico, di vino bianco o rosso o anche aceto di birra, poi nella padella venivano cotte le lonzine di maiale, sale e pepe e il piatto era fatto. Accompagnato da un'insalata mista o delle patate la cena era pronta in pochissimo tempo senza sacrificare però il gusto delle pietanze. Ieri invece la preparazione è stata un po' più lunga, le cipolline intere sono state caramellate, poi sfumate con dell'aceto di vino bianco e poi cotte a fuoco vivace aggiungendo acqua bollente via via che il fondo si andava addensando. Una volta pronte, le ho tolte dalla padella, ho cotto le lonze nel sughetto delle cipolle. La carne prende un saporino succulento e le cipolle sono un ottimo accompagnamento per la carne non troppo magra del maiale. Volendo si possono aggiungere delle erbette per insaporire la carne, un tocco di origano o maggiorana, del rosmarino o salvia tritati sottili, l'estro del momento saprà consigliarvi, basta non farsi prendere troppo la mano,che le erbe essiccate son traditrici: un pizzico e esaltano i sapori rendendo tutto più gustoso, un pizzico di troppo e saranno protagoniste indiscusse e fastidiose coprendo tutti gli altri sapori.

Nessun commento:

Posta un commento

Vi ringrazio per i vostri commenti, fonte di ispirazione e miglioramento. :)