lunedì 10 marzo 2014

Conforti Invernali - Budino di Tapioca or Tapioca Pudding


Scroll Down for English Version
 
Ancora trovo il conforto nelle colazioni calde. Ancora, quando riesco a organizzarmi bene e a non scappare la mattina in fretta e furia senza aver mangiato praticamente niente, non si fa, lo so, non si fa, una ciotola fumante appoggiata delicatamente su una tovaglietta per la colazione, un libro che si vuol finire, il gatto che attorciglia la sua coda intorno alle mie gambe facendo piano le fusa e il silenzio della casa sono un inizio di giornata che apprezzo.
Il budino di tapioca è un ottima colazione se si ha un po' di tempo da dedicare alla sua preparazione, ma bellezza e la bontà della ciotola fumante e candida da cui sale il profumo di vaniglia vi ripagheranno del tempo  passato a mescolare le minuscole sfere bianche e dure che cuociono nel latte e si trasformano piano piano in perle trasparenti, morbide e deliziose. Se usate lo zucchero di canna però il colore del budino non sarà più bianco ma si tingerà di un marrone appena accennato.
Cos'è la tapioca, si chiederanno quelli di voi che non ne hanno mai sentito parlare. La tapioca viene dalla pianta di cassava che produce un tubero, chiamato manioca dal quale si ricava appunto la farina di tapioca. Originaria del Brasile è stata poi importata in tutto il continente sudamericano, in Africa e in alcune parti dell'Asia. Molto popolare e grande fonte di sostentamento per molte popolazioni, la tapioca è un amido senza glutine, ricco di vitamina C, calcio, fosforo, prima di grassi e bassa in sodio. Un alimento sano e quindi da conoscere per ampliare il nostro repertorio culinario. A me piace a colazione, Andrea la ama come dolce da gustare a merenda, nelle fredde giornate invernali, magari dopo una passeggiata, al posto della classica cioccolata calda. Una ciotola di budino di tapioca è sempre la benvenuta prima dei grandi caldi della stagione estiva.
Per due persone:
  • 60 g di perle di tapioca
  • 500 ml di latte
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 3 cucchiai di zucchero semolato
  • un pizzico di sale, facoltativo
  • cannella in polvere, facoltativa
Mettete le perle di tapioca in una piccola pentola dal fondo spesso, aggiungete il latte e fate riposare da 30 minuti e 1 ora a seconda del tempo che avete a disposizione. Aggiungete i rimanenti ingredienti (tranne la cannella), io oggi ho usato dello zucchero di canna integrale e non ho usato sale, per una colazione ancora più sana. Portate a ebollizione a fuoco medio mescolando di tanto in tanto poi abbassate il fuoco e mescolate costantemente da 10 a 20 minuti fino a che il latte si sarà addensato e le perle di tapioca si saranno gonfiate e saranno quasi completamente trasparenti. Dovrete assaggiare e se sentite che la tapioca è ancora "al dente" dovrete cuocere ancora per qualche minuto. Una volta pronto il budino versatelo nelle ciotola, spolverizzatelo con poca cannella se vi piace e servitelo tiepido.
 
 
 
English Version
 
I still find comfort in a hot breakfast. I still find pleasure in sitting in front of a steaming bowl of tapioca pudding resting gently on a placemat at breakfast, a book I want to finish reading, the cat who twists his tail around my legs purring softly in the silence of the house in the morning. This is a start to the day which I really appreciate if I get organized and I don’t find myself shooting out of the house in a hurry without having eaten practically anything at all as it usually happens.
Tapioca pudding is a great breakfast if you have a little time to devote to its preparation, but the beauty of this steaming bowl of pure white goodness from which the vanilla scent will spread all over the room, will repay the time spent stirring these tiny hard white balls that will slowly turn into transparent soft and delicious pearls. If you use brown sugar though, the color of the pudding will no longer be white but it’ll turn into a very pale brown.
What is tapioca, will ask those of you who never heard of it. Tapioca comes from the cassava plant that produces a tuber called manioca from which it come the tapioca flour. Cassava is native of Brazil and then was imported across the South American continent, Africa and parts of Asia. It is very popular and great source of livelihood for many people, the tapioca starch is also gluten-free, rich in vitamin C, calcium, phosphorus, has no fat and low in sodium. A healthy food and therefore good to know and keep in mind for you culinary repertoire. I like it for breakfast, Andrea loves to have it as a mid-afternoon dessert on cold winter days, perhaps after a long walk, instead of the classic hot chocolate. A bowl of tapioca pudding is always welcome before the heat of the summer season.
For two people :
  • 60 g of tapioca pearls
  • 500 ml of milk
  • 1 teaspoon vanilla extract
  • 3 tablespoons granulated sugar
  • a pinch of salt, optional
  • ground cinnamon, optional
Place the tapioca pearls in a small thick-bottomed pan, add the milk and let stand for 30 minutes to 1 hour depending on how much time you’ve got. Add the remaining ingredients (except cinnamon), today I used the brown sugar and I did not use salt, for an even healthier breakfast. Bring to a boil over medium heat stirring occasionally, then reduce the heat and stir constantly for 10 to 20 minutes until the milk has thickened and tapioca pearls will be swollen and they will look almost completely transparent. Taste the pudding and if you feel that the tapioca is still " al dente " you'll have to cook it for a few more minutes. Once ready pour the pudding into bowl, sprinkle with a little cinnamon if you like and serve warm.

 
 

10 commenti:

  1. Ho sempre voluto provare le perle di tapioca, e sperimentare budino e bubble tea...
    Devo capire solo dove acquistarla a Milano.
    grazie per la ricettina Debora! Ora conosco le proporzioni e come preparala :)
    Baci Leo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Leo!
      Io trovo le perle di tapioca negli alimentari etnici, e le ho viste anche in qualche supermercato ben fornito. A Milano non saprei dirti, quando abitavo in quella città per me era un incubo trovare ingredienti un po' sfuggenti. Una volta ho trovato la crème fraiche in un supermercato vicino a Piazzale Lodi e poi mai più! Che delusione...
      So che per il bubble tea vengono di solito usate perle di tapioca grandi che io non ho mai trovato. Sono sicura che viene buono anche con quelle piccole ma non è la stessa cosa a livello scenografico. Se le trovi d qualche parte a Milano però fammi sapere. ^_^

      Elimina
  2. ciao Debora mi piace e per la prima volta l'ho mangiato in Brasile, da allora di tanto in tanto lo preparo brava!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Enrica,
      Io l'ho scoperta a Londra e mi è subito piaciuta! Ho un debole per i dolci morbidi e caldi... ^_^

      Elimina
  3. ecco un ingrediente che davvero non conosco e nn ho mai utilizzato. m sto facendo una cultura oggi con la tua ricetta! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elena,
      la tapioca è semplice da usare, io non ho ancora mai usato la farina di tapioca ma voglio provare presto, sia mai detto che lascio qualcosa di intentato in cucina! ^_^

      Elimina
  4. sempre ricettine particolarmente attraenti qui per me, la tapioca non l'ho mai mangiata...forse è arrivato il momento di provarla...un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia, provala prima che faccia troppo caldo, anche se a me piace anche fredda...
      ^_^

      Elimina

Vi ringrazio per i vostri commenti, fonte di ispirazione e miglioramento. :)