martedì 8 novembre 2011

Lunch Box - Quiche di Verdure & Pancetta Affumicata or Mixed Vegetables and Smoked Pancetta Quiche


Andrea mangia sempre fuori a pranzo e, visto che dove lavora non c'è una mensa aziendale, la scelta delle cose da mangiare non è così varia. Non può mica mangiar sempre panini o primi piatti preparati aprendo buste in cui pasta e condimento aspettano congelati di essere riportati a una temperatura rispettabile per poter essere consumati. Così una volta a settimana si porta il pranzo da casa. Il fatto di non poter disporre si un forno a micro onde dove poter scaldare quello che si porta e le sue idiosincrasie in ambito alimentare rendono abbastanza difficile decidere cosa preparare. A parte i sempre ben accetti panini, che pur se fatti con pane integrale, infarciti di fresche insalate, pomodori succosi spolverati di origani, affettati magri e di ottima qualità son sempre e comunque panini, l'idea delle quiches non gli dispiace e così ogni tanto ne cucino una e per un paio di giorni è sistemato.
Di solito utilizzo una base di pasta sfoglia, poche volte ho fatto la pasta brisée seguendo una collaudata ricetta che mi è stata passata da mia madre che probabilmente l'avrà avuta dalla zia Adriana che per anni ha abitato in Francia.
Stavolta ho utilizzato la pasta fillo.
Il risultato è stato ottimo, la pasta croccante e dorata, con appena una punta di dolcezza si è accompagnata perfettamente con un ripieno di verdure miste (quello che c'era in frigo e freezer) che ho fatto saltare in un filo d'olio. Dei peperoni rossi e gialli, dei fagliolini appena scottati e per dare un po' di sapore un po' di pancetta affumicata croccante. Ho mescolato il tutto con il solito mix di latte, uova, sale, pepe e un pizzico di erbette di Provenza e ho versato il composto in una teglia rivestita da alcuni strati di pasta fillo spennellati di busso fuso.
Una cottura di circa 30 minuti a 190°C e la quiche era pronta.
Se mi munissi di tegliette monoporzione potrei incartarne una in un bel tovagliolo a quadrettoni, accompagnarla a un frutto e a una bottiglietta di limonata fatta in casa e Andrea potrebbe trasformare la pausa pranzo in un picnic!

Nessun commento:

Posta un commento

Vi ringrazio per i vostri commenti, fonte di ispirazione e miglioramento. :)