venerdì 21 giugno 2013

I Sapori dell'Estate - Verdura Ripiena or Stuffed Vegetables

English Version Below
In estate a casa di mia mamma appaiono come per incanto delle gran teglie di verdure ripiene. Per fare onore al meglio alle verdure dell'orto, per smaltire, per fare felici noi figlie che le adoriamo ma siamo troppo pigre per farle da sole. Di solito vengono usate patate, cipolle, fiori di zucca e zucchini, tutti ripieni di carne aromatizzata, l'impasto delle polpette o di certi polpettoni saporiti. Vengono infornate e cotte tutte insieme, una delizia. La sorella n.4 però non mangia carne così la mamma ha creato un ripieno di patate adatto a lei che però piace molto a tutti. Oggi ho pensato di utilizzare questo ripieno, visto che abbiamo mangiato carne ieri sera, e di fare una teglietta di fiori di zucca e cipolle, le uniche verdure che avevo in casa adatte all'occasione.
Le dosi sono per due persone come piatto unico servito con una bella insalata fresca.
  • 3 piccole patate
  • 3 cipolle
  • 4 fiori di zucca
  • 1 spicchio d'aglio
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • 1 fetta di pane
  • qualche cucchiaio di latte
  • 1 manciata di grana grattugiato
  • olio extravergine d'oliva
  • 1 noce di burro
  • sale
  • pepe
Togliete il pistillo ai fiori di zucca e sistemateli aperti su un canovaccio o un tagliere in modo che i petali siano aperti. Lessate le patate e ammollate il pane spezzettato nel latte.

In summertime at my mom's, as if by magic, large pans of stuffed vegetables appear. That is to honour the best summer vegetables, to use the large amounts of veggies from the garden, to make us daughters happy. Yes, we love stuffed vegetables but we are too lazy to make them for ourselves. The vegetables for this dish are usually potatoes, onions, zucchini flowers and zucchini, all filled with flavoured meat, the same mixture used for meatballs or tasty meatloaf. They are baked and cooked all together, a delight. Sister number 4, however, does not eat meat so our mother has created a potato filling suitable for her but we all like it very much. Today I thought I'd use this stuffing, as we ate meat last night, I made a small tray of zucchini flowers and onions, the only vegetables that I had at hand tat were suitable for this dish. 
The following ingredients are for two people as a main dish served with a fresh salad.
  • 3 small potatoes
  • 3 onions
  • 4 zucchini flowers
  • 1 clove of garlic
  • 1 bunch of parsley
  • 1 slice of bread
  • a few tablespoons of milk
  • 1 handful of grated parmesan
  • extra virgin olive oil
  • 1 knob of butter
  • salt
  • pepper
Remove the pistil from the courgette flowers and arrange them on a towel or a cutting board so that the petals are laying open. Boil the potatoes, tear and soak the bread in a few tablespoons of milk.


Soffriggete l'aglio e il prezzemolo nel burro a fuoco moderato.

Fry the garlic and parsley in butter over moderate heat.


Passate le patate nel passaverdura o utilizzate lo schiacciapatate e raccoglietele in una ciotola capiente.

Pass the potatoes throw a food mill or use a potato masher and collect them in a large bowl.

Aggiungete alle patate il grana, l'aglio e il prezzemolo soffritti, il pane ammollato e strizzato, sale, pepe e l'olio. Mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo.

To the potatoes add the parmesan, cooked garlic and parsley, the soaked and squeezed bread, a pinch of salt, some freshly milled pepper and a glug of oil. Stir until the mixture is smooth.


Sbucciate e tagliate la cima e la base delle cipolle poi tagliatele a metà e facendo pressione con un dito dividete gli strati tenendoli uniti a due a due.

Peel and cut the top and the base of the onions then cut in half then push with a finger dividing the layers keeping them together in pairs.


Accendete il forno a 200°. Con l'aiuto di un cucchiaio farcite le cipolle premendo bene il ripieno all'interno. 

Preheat the oven to 200°C. Stuff the onions with the help of a spoon pressing down the filling.

Girate delicatamente i fiori di zucca, teneteli aperti e farciteli, chiudete i petali sul ripieno formando dei fagottini.

Gently turn the flowers, keep them open and fill them, close the petals over the filling to make a sort of dumpling.


Oliate leggermente una teglia, sistemateci sopra le verdure, condite con un ulteriore filo d'olio e infornate per circa 30 minuti o fino a che che verdure sono cotte e il ripieno dorato. Servite tiepidi o freddi. 

Lightly oil a baking tray, fill it with the vegetables, season with another drizzle of olive oil and bake for about 30 minutes or until vegetables are cooked and the filling is golden. Serve warm or cold.



giovedì 20 giugno 2013

Tanta Dolcezza per Tutti - Crema Pasticcera Senza Glutine con Fragoline di Bosco or Gluten Free Crème Pâtissière with Wild Strawberries

Scroll Down for English Version 
 
E' arrivata l'estate e con essa l'incubo delle tarme alimentari. Le poche cose che non sono state messe sotto vetro o sigillate in barattoli a prova di tarme devono essere consumate e fra queste c'era della farina di riso. In frigo avevo delle uova biologiche e in giardino una manciata di fragoline. Uno dei miei cugini ricorda che quando eravamo piccoli mia madre ci preparava la crema pasticcera come dessert, con un po' di frutta matura è una dolcezza che dà così tanta soddisfazione da essere ricordata decenni dopo. Dalle stanze della memoria è arrivato fino ad oggi il profumo di quella crema. Ho deciso di provare a farla con la farina di riso e vedere come veniva, a me è piaciuta. Fatta e poi freddata, servita poi con le fragoline di bosco, ma anche con pesche noci a fettine, volendo banane, albicocche, ciliegie, ci vuole frutta succosa e ben matura e l'incantesimo è fatto, si torna bambini.
Per 6 porzioni:
  • 6 tuorli
  • 100-120 g di zucchero semolato
  • 2 cucchiai di farina di riso
  • 500 ml di latte
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia o una busta di vanillina o qualche striscia di scorza di limone non trattato
Se usate le scorze di limone mettetele in una pentola con il latte. Portate il latte a ebollizione e poi toglietelo dal fuoco. Se usate la vaniglia è il momento di aggiungerla al latte. In una ciotola mettete i tuorli, lo zucchero e mescolate con le fruste elettriche per ottenere un bel composto spumoso e leggero. Aggiungete la farina, mescolate ancora per incorporarla bene ed evitare che si formino grumi, poi versate il latte a filo in modo che le uova non si cuociano. Una volta che tutto il latte è stato incorporato Versate la crema nella pentola dove avevate scaldato il latte e cuocetela a fuoco moderato, mescolando sempre fino a che non si sarà addensata. Versatela in una ciotola, copritela con della pellicola per alimenti facendo attenzione che questa tocchi la superficie della crema, in questo modo eviterete che si formi l'odiosa crosticina e fate freddare la crema. Conservate in frigo. Se dovessero formarsi dei grumi niente paura, una passata con il frullatore a immersione renderà la vostra crema super vellutata.
 
English Version
 
Summer has finally arrived and with it the nightmare of food moths. The few things that have not been put under glass or sealed in jars moths proof must be used as soon as possible and among them is some rice flour. I also had some organic eggs in the fridge I needed to use and a handful of wild strawberries in the garden. One of my cousins ​​remember that when we were little my mother used to make crème pâtissière as a dessert served with some kind of ripe fruit. This little dessert gave us so much satisfaction that it still remembered decades later. From the rooms of memory has come to this day the smell of that lovely creamy dessert. I decided to try it with the rice flour and see if I liked it. After it’s done it has to cool down, then serve it with wild strawberries, but it also work well with slices of nectarines, or bananas if you wish, still again apricots, cherries, it works with any juicy and ripe fruit. Enjoy and the spell is done, you’re back to childhood.

For 6 servings:
  • 6 organic egg yolks
  • 100-120 g caster sugar
  • 2 tablespoons rice flour
  • 500 ml of milk
  • 1 teaspoon vanilla extract or some strips of organic lemon peel
If you use lemon peel place them in a saucepan with the milk. Bring the milk to a boil and then remove from heat. If you use the vanilla is now the time to add it to the milk. In a bowl, put the egg yolks, sugar and mix with an electric mixer until you get a nice frothy and light mixture. Add the flour, stir to incorporate it well and avoid lumps, then pour the milk little by little so that the eggs don’t curdle. Once all the milk has been incorporated pour the mixture into the pan where you warmed the milk and cook over moderate heat, stirring constantly until it thickens. Pour into a bowl, cover with cling film making sure it touches the surface of the crème pâtissière, in this way you will avoid that the surface becomes hard. Let cool down and keep in the fridge. If there are lumps don’t worry, use the hand blender to make your crème pâtissière super velvety.



mercoledì 19 giugno 2013

Un nuovo premio - Very Inspiring Blog Award



Ringrazio Monsieur Tatin per avermi fatto l'onore di questo premio e vado a spiegare di cosa si tratta.
Semplicemente racconteremo 7 cose su di noi e regalaremo questo premio ad altri 15 blogger con meno di 200 followers che a loro volta dovranno far girare questo premio diventando followers.

1. Da quando ho imparato a leggere, secoli fa, non ho mai smesso. Leggo in continuazione, voracemente, di tutto, soprattutto romanzi, thriller e libri di cucina naturalmente.
2. Di solito "preparo" le mie ricette mentalmente quando vado in bici, poi una volta a casa mi metto al lavoro in base all'ispirazione che ho avuto mentre pedalavo.
3. Sono impaziente, voglio vedere subito i risultati del mio lavoro per questo ho avuto molta difficoltà a convincermi a provare la pasta madre con i suoi tempi di lievitazione infiniti. Alla fine l'ho provata e devo dire che, anche se continuo a fare il mio pane veloce con gran soddisfazione, anche la pasta madre mi ha conquistata e quando mi sento in armonia con il mondo la uso e mi compiaccio della pazienza che chissà come ho scoperto di avere.
4. Mi piace coltivare le piante aromatiche. Il mio balcone è un tripudio di verde, dal coriandolo all'aneto ai diversi tipi di timo, origano, prezzemolo e l'immancabile basilico, la santolina, l'elicriso, diverse varietà di menta e la nepitella... le adoro e le uso tutti i giorni.
5. Adoro il sole d'estate e le belle giornate invernali, talvolta la pioggia, se ho un bel libro e una tazza fumante di tè con qualche biscottino sfizioso, ma soprattutto mi piace il vento. Raramente chiudo il cappotto in inverno perchè mi piace vederlo sventolare e mi piace la sensazione del vento che scompiglia i capelli. Il vento ritempra, una passeggiata nel vento e tutto mi sembra più bello. Trovo il vento insopportabile quando è contrario e io sono in bici!  
6. Sono curiosa, di una curiosità infantile, come i bambini chiedo mille volte perché e Andrea spesso mi guarda stupefatto chiedendomi il motivo di tante domande. Ma perchè sono curiosa del mondo no?
7.Il mio più grande treat o premio è un English High Tea con alzatina con sandwich al cetriolo, scones con marmellata e clotted cream, una fetta di torta deliziosa e una bella tazza fumante di ottimo tè. Incomparabile.
 
Ecco i bloggers a cui giro questo premio:

martedì 18 giugno 2013

Le Delicatezze - Ravioli Aperti con Crema di Mascarpone e Salmone Affumicato or Open Ravioli with Mascarpone Sauce & Smoked Salmon

English Version Below
 
Eccomi pronta ad usare le lasagnette che ho fatto qualche tempo fa con la mia pasta colorata. Ho pensato molto a come le avrei condite e alla fine la scelta è caduta su una crema di formaggi ricca e vellutata, ma dal sapore delicato, esaltata dal gusto affumicato del salmone. Ho voluto usare il mascarpone, che di solito relego a ingrediente per dolci, per l'intensa cremosità che lo contraddistingue e la ricotta per la leggerezza. Per una base saporita è bastata un poco di cipolla imbiondita piano piano e le immancabili erbe aromatiche, stavolta un tocco di basilico ci ha regalato il suo profumo. La pasta di per sé offre una base corposa al piatto che raggiunge note sopraffine con l'aggiunta del salmone e qualche goccia di succo di limone.
Un primo piatto semplice e poco costoso che ho amato molto e gustato in tutto il suo tripudio di sapori.
Ingredienti per quattro persone:
  • 8 lasagnette di pasta all'uovo colorata
  • 1/4 di cipolla dorata
  • 1 noce di burro
  • 100 g di ricotta vaccina
  • 2 cucchiai + 4 cucchiaini mascarpone
  • qualche foglia di basilico
  • 50 g salmone affumicato, tagliato a piccoli pezzi + 4 striscioline sottili per guarnire
  • succo di limone biologico e qualche fettina per guarnire
  • sale
  • pepe rosa
Mettete una pentola d'acqua al fuoco e portate a ebollizione. Preparate le vostre decorazioni facendo delle roselline con le strisce sottili di salmone, lavando piccole cime di basilico e tagliando le fette di limone. Tritate la cipolla molto finemente e soffriggetela nel burro a fuoco dolce. Passate la ricotta al setaccio e aggiungetela al soffritto di cipolla insieme al mascarpone. Portate a ebollizione e abbassate la fiamma, aggiungete il salmone, fate restringere la salsa e aggiungete il basilico tagliato sottilmente. Appena l'acqua bolle salatela e cuocete la pasta fino a cottura ultimata. Con l'aiuto di una pinza prelevate la pasta dall'acqua e stendetela su un canovaccio.
Here I am ready to use the lasagne sheets I made with my coloured pasta dough. I thought a lot about what kind of filling I was going to use with them and in the end the choice fell on a rich and velvety cheese sauce, with a delicate flavour, enhanced by the smoked salmon. I wanted to use mascarpone cheese, which is usually tend to regard as an ingredient for sweet preparations. I like its intense creaminess and I added ricotta for lightness. I created the basis for the sauce with a little onion cooked slowly and added the inevitable herbs, this time a touch of scented basil. The pasta sheets provided a substantial basis to this dish that reaches higher levels with the addition of the salmon and a few drops of lemon juice.

A main course simple and inexpensive that I really loved and enjoyed in all its riot of flavours.
Ingredients for four servings: 
  • 8 small lasagne sheet (mine were about 12cm x 5 cm)
  • 1/4 golden onion
  • 1 knob of butter
  • 100 g ricotta cheese
  • 4 teaspoons + 2 tablespoons mascarpone cheese
  • a few basil leaves, the larger ones finely chopped
  • 50 g smoked salmon, cut into small pieces + 4 thin strips for garnish
  • organic lemon juice and a few slices for garnish
  • salt
  • pink peppercorns 
Heat pot of water and bring to a boil. Prepare your decorations by making roses with thin strips of salmon, wash and dry small tops of basil leaves and cut thin lemon slices. Chop the onion very finely and shallow fry it in the butter over low heat. Pass the ricotta through a sieve and add to the onions along with the mascarpone. Bring to a boil and lower the heat, add the salmon, let reduce and add the chopped basil. As soon as the water boils, add salt and cook the pasta for a few minutes until al dente. With the help of kitchen tongs drain the pasta and spread it out on a towel.


Componete i piatti mettendo una lasagnetta al centro del piatto, condite con 1/4 della salsa di formaggi e salmone, versate qualche goccia di limone sul ripieno, coprite con l'altra lasagnetta. Finite il piatto con un cucchiaino di mascarpone, una fettina di limone, la rosellina di salmone, la cima di basilico e una spolverata di  pepe rosa. Servite subito.

Assemble the plates by placing a lasagne sheet in the centre of the serving dish, top it with 1/4 of the cheese sauce and salmon, pour a few drops of lemon juice over the filling, cover with another lasagne sheet. Finish the dish with a spoonful of mascarpone cheese, a slice of lemon, a salmon rosette, the reserved basil leaves and a sprinkling of pink pepper. Serve immediately.


Il piatto è semplice da preparare e molto carino da presentare. Il sapore di tutti gli elementi si completa in modo armonico. Vedrei bene questo piatto sfizioso come apertura per una cena a base di pesce, magari arrosto, magari cotto su un letto di verdure miste tagliate sottili come ho mangiato tante volte a casa in Toscana.

The dish is easy to prepare and very nice to present. The flavours are full of all the elements melt in a harmonious way. I suggest serving this delicious dish as a starter for a fish dinner, roast fish maybe, cooked on a bed of thinly sliced mixed vegetables as I have eaten many times at home in Tuscany.

martedì 11 giugno 2013

La Bontà del Pane - Treccia di Pane Ripiena or Plated No-Knead Bread Stuffed with Cheese, Tuna and Sautéed Vegetables

English Version Below
A me il pane piace tanto. Se è buono anche da solo, una bella fetta di pane con un filo d'olio extravergine toscano, o ancora meglio, quando si trovano dei bei pomodori maturi e succosi il pane "strusciato" con pomodoro è la mia merenda preferita da sempre. Ho scoperto che poi questo è il modo in cui gli spagnoli preparano le loro bruschette. Pensa un po', il pane strusciato era un piatto straniero!
Il pane ripieno è il massimo poi, pane e companatico tutto in uno, una meraviglia dell'ingegno gastronomico. Così per stasera ho deciso di preparare questa treccia saporita. Verdura e formaggio da una parte e verdura e tonno dall'altra. Eh si perché mio marito il pesce non lo mangia, a parte il tonno, ma anche il tonno quando è caldo non è fra i suoi cibi preferiti e così per me la parte con il pesce e per lui la parte con il formaggio. Tutti felici.
Ecco come si procede per preparare una bella pagnotta che sarà ottima servita tiepida, ma anche a temperatura ambiente, avvolta nella carta da forno e messa nel cestino del picnic perché ora che finalmente è arrivata la bella stagione ci dobbiamo sbizzarrire. Un bel libro o una rivista, o anche il vostro gomitolo di cotone per un lavoretto all'uncinetto, o anche niente se proprio vi sentite indolenti, una copertina e via, alla ricerca di fazzoletto di verde su cui posarsi per passare qualche ora con gli amici o i vostri compagni, e al momento del pranzo o della merenda ecco che  estrarrete il vostro pane farcito, come il mago estrae mazzi di fiori dal cilindro, e come lui riceverete applausi e richieste di bis.
Ma passiamo alle cose pratiche e prepariamo questa bontà!
Per l'impasto di pane:
  • 1 tazza e 1/2 di acqua tiepida
  • 1 cucchiaino di lievito di birra in granuli
  • 1 cucchiaino di sale marino fino
  • 3 tazze di farina Manitoba
Per il ripieno:
  • 1 ramo di rosmarino, tritato
  • 1 spicchio d'aglio, tritato
  • 1 cipolla dorata, affettata sottilmente
  • 1 patata di medie dimensioni, tagliata a piccoli cubetti
  • 1 zucchino, tagliato a bastoncini
  • del tonno all'olio d'oliva
  • del formaggio tipo gouda, emmentaler o fontina, grattugiato
  • sale
  • pepe
  • 1 cucchiaio di olio extravergine d'oliva
  • 1 cucchiaio di acqua
  • semi di sesamo bianchi e neri
Preparate l'impasto per il pane mettendo l'acqua tiepida in una ciotola capiente, aggiungete il lievito e mescolate con una spatola, aggiungete poi la farina e il sale e mescolate fino a che tutta la farina è stata amalgamata. Se il composto dovesse risultare troppo asciutto aggiungete poca acqua. L'impasto dovrà essere colloso. Coprite il contenitore e mettete a lievitare per circa 2 ore in forno spento con la luce accesa.

I really like bread. If it's good bread I’ll have it on its own, a slice of bread with a drizzle of Tuscan extra virgin olive oil, or even better, when you find some nice ripe and juicy tomatoes rub thick slices of bread with it. It’s always been my favourite snack. I found out only a few years ago that this is the way in which the Spanish prepare their bruschetta. Just think, my tomato rubbed bread was a typical foreign dish!Stuffed bread is the best, bread with fillings all in one, a genial gastronomic marvel. So today I decided to prepare this tasty plated bread. I stuffed it with vegetables and cheese on one half and vegetables and tuna on the other. This double filling is because my husband doesn’t eat fish, except tuna, and even tuna when warm is not among his favourite foods, and so for me the side with the fish filling and for him and one with cheese. Everyone’s happy.


Here is how I prepared this nice loaf that is excellent served warm, but also nice at room temperature, wrapped in waxed paper and put in the picnic basket because now that the summer is finally here we like to indulge and make the best of the warm season. Take a nice book or a glossy magazine, or your cotton ball for your latest crochet project, or even nothing if you're feeling really lazy, a throw and look for the perfect spot in the park. Spend some quality time with friends or your partner, and at lunch time take the stuffed bread out of your picnic basket, like the magician pulls out bouquets of flowers from his top hat, and just like him you’ll get applause and calls for an encore.



But let’s move on to practical things and see how to prepare this bread.
For the bread dough:
  • 1 ½ cup warm water
  • 1 teaspoon dry yeast 
  • 1 teaspoon fine sea salt
  • 3 cups flour Manitoba
For the filling:
  • 1 rosemary sprig, finely chopped
  • 1 garlic clove, minced
  • 1 golden onion, thinly sliced
  • 1 medium-sized potato, cut into small dice
  • 1 courgette, cut into small sticks
  • small can tuna in olive oil
  • Gouda cheese, Emmentaler or Fontina, grated
  • salt
  • pepper
  • 1 tbsp extra virgin olive oil
  • 1 tbsp water
  • white and black sesame seeds

To make the dough put the warm water in a large bowl, add the yeast and stir with a spatula, then add the flour and salt and stir until all the flour is blended. If the mixture is too dry add a little water. The dough will be sticky. Cover the container and let rise for about 2 hours in the oven with the light on.

Nel frattempo rosolate in olio extravergine il trito di aglio e rosmarino con le cipolle per un paio di minuti poi aggiungete zucchini e patate. Un pizzico di sale e una macinata di pepe e fate cuocere a fuoco medio/alto mescolando spesso fino a che le verdure sono rosolate. Aggiungete poca acqua, abbassate un po' la fiamma e mettete un coperchio se vedete che le verdure tendono a colorirsi troppo in fretta. Le patate dovranno essere cotte quasi completamente. Dopo pochi minuti togliete il coperchio, fate evaporare tutta l'acqua, aspettate che le verdure siano dorate, togliete dal fuoco e mettete da parte.

Meanwhile, sauté the garlic, rosemary with the onions in pan with the olive oil for a couple of minutes then add courgette and potatoes. Add a pinch of salt and freshly ground pepper and cook over medium/high heat, stirring frequently until the vegetables are browned. Add a little water, and turn the heat to lower if your vegetables colour too quickly. The potatoes should be cooked almost completely. After a few minutes remove the lid, all the water has to evaporate, wait until the vegetables are golden, remove from heat and set aside.
Quanto l'impasto per il vostro pane sarà lievitato cospargetelo con della farina, versatelo su un piano di lavoro infarinato e fatene una palla e appiattitela. Da questo momento lavorate su della carta da forno infarinata in modo che poi sarà più facile infornare la vostra pagnotta.
Con un mattarello stendete l'impasto fino ad ottenere un rettangolo di circa 1/2 cm di spessore. Mettete al centro le vostre verdure stendendole bene, cospargerete metà delle verdure con il formaggio e l'altra metà con il tonno. Partendo da circa 3 cm dall'alto incidete l'impasto con tagli orizzontali di circa 3 cm di spessore da entrambi i lati del ripieno. Togliete i 4 angoli di pasta poi ripiegate verso il ripieno i lembi di pasta che si trovano in alto e in basso poi cominciate e incrociare sul ripieno i lembi laterali. Spennellate con un l'olio d'oliva mescolato con l'acqua, cospargete con i semi di sesamo e fate lievitare per 30 minuti.

When the bread dough has doubled in volume sprinkle it with flour, put it on a floured work surface, make a ball with it stretching all the sides towards the bottom of the ball then flatten it. Put the dough on floured baking paper so that it will be easier to put it in the oven once ready.
With a rolling pin roll out the dough into a rectangle about ½ cm thick. Put your vegetables in the center spreading them well, sprinkle half of the vegetables with the cheese and the other half with the tuna fish. Starting from about 3 cm from the top make horizontal cuts of about 3 cm on both sides of the filling. Fold towards the filling the top and bottom dough flaps then start braiding the strips of dough over the filling. Brush with olive oil mixed with water, sprinkle with sesame seeds and let rise for 30 minutes.






Accendete il forno a 220° e se l'avete scaldate la pietra refrattaria. Infornate il pane con la carta da forno e cuocete per circa 30 minuti o fino a che risulterà dorato e croccante. Sfornate e fate intiepidire su una griglia.

Preheat the oven to 220°C, and if you’ve got it put the baking stone in the oven. Put the bread in the oven with baking paper and bake for about 30 minutes or until golden and crisp all over. Remove from the oven and allow to cool on a rack before slicing.

domenica 9 giugno 2013

Alternative - Involtini di Pesce Cajun con Verdurine e Fritto di Fiori di Zucca or Cajun Fish Rolls with Vegetable Sticks and Fried Courgette Flowers

English Version Below
 
Eccomi ancora alle prese con i filetti di pesce. Essendo l'unica estimatrice di pesce in casa, se non contiamo il nostro Mr Peabody, mi sbizzarrisco e cerco di prepararli in mille modi diversi. Il pesce è leggero, salutare e gustoso. In primavera mi piace accompagnarlo a verdure di stagione, in inverno si possono preparare deliziose zuppe, in estate lo preferisco come condimento per la pasta. Una cosa di cui mi dispiaccio è che non mi piacciono i crostacei. Sono così belli e versatili eppure il loro sapore proprio non mi fa giù e così mi resta il pesce bianco, preferibilmente di mare.
La ricetta che vi propongo di seguito è molto semplice e prevede elementi e consistenze diverse. Un piatto leggero, nonostante il fritto di fiori di zucca, dal sapore appena piccante e dal profumo di spezie. Il pesce e le verdure dell'involtino sono morbidi e delicati, il fiore di zucca croccante e saporito come le verdure saltate e le frittelle. Una fresca insalatina condita con una vinaigrette saporita, del pane integrale o una buona focaccia e il pasto è veramente molto, ma molto soddisfacente! 
Non vi do le dosi perché sono strettamente correlate a quanti involtini volete fare e alla dimensione delle  verdure a vostra disposizione. Ecco però gli ingredienti e i vari passaggi:
  • filetti di pesce
  • zucchini a bastoncini
  • carote a bastoncini 
  • peperone giallo a listarelle
  • fiori di zucca
  • olio extravergine d'oliva
  • olio per friggere
Per la pastella:
  • farina
  • spezie cajun 
  • sale 
  • 1 pizzico di lievito per torte salate
  • acqua fredda

Tagliate le verdure a listelle tranne i fiori di zucca.

Here I am with some more fish fillets. As the only fish eater in the house, not counting our Mr. Peabody, I go wild and I try to prepare them in a thousand different ways. Fish is light, healthy and delicious. In spring I like to accompany it to seasonal vegetables, in winter I prepare delicious fish soups, in the summer I prefer it in a sauce for pasta. One thing I regret is that I do not like shellfish. I find it so beautiful and versatile yet their flavour is not really my thing, and so I am left with white fish, preferably sea fish.
The recipe that I propose below is very simple and consists of several elements and different textures. A light meal, despite the fried courgette flowers, slightly hot and fully spicy. The fish and vegetables in the roll are soft and delicate, the courgette flowers are crisp and tasty just like the sautéed vegetables and the little fritters. Serve with a fresh salad topped with a tasty vinaigrette, wholemeal bread or a nice piece of focaccia and you got a good meal that is really very, very satisfying!
Don’t give you the amounts for the ingredients because they depends on how many rolls you want to make and on the size of the vegetables at your disposal. Here, however, are the ingredients and the steps to make this dish:
  • fish fillets
  • courgettes cut into sticks
  • carrots cut into sticks
  • yellow pepper cut into strips
  • courgette flowers
  • extra virgin olive oil
  • vegetable oil for frying
For the batter:
  • flour
  • cajun spices
  • salt
  • 1 pinch of baking powder
  • cold water
Cut the vegetables into strips except the courgette flowers.


Fate una pastella con la farina, le spezie, il sale e l'acqua fredda.

Make a batter with flour, spices, salt and cold water.

Mettete a bollire dell'acqua in una piccola pentola, aggiungete un pizzico di sale grosso e cuocete gli zucchini e le carote per 3 minuti, scolate e raffreddate sotto un getto di acqua fredda. Scolate e asciugate con della carta assorbente.

Put some water in a small pot and bring to a boil, add a pinch of salt and blanch the courgettes and carrots for 3 minutes, drain and cooled under a stream of cold water. Drain and dry with paper towels.


Condite i filetti di pesce con un pizzico di sale e un po' di spezie cajun.
Season the fish fillets with a pinch of salt and sprinkle with Cajun spices.

Girate i filetti di pesce e disponete su ognuno 3 bastoncini di zucchino, 3 bastoncini di carote e 2 falde di peperone in ognuno.

Turn the fish fillets and place 3 courgette sticks, 3 carrot sticks and 2 pepper strips each of them.


Arrotolate I filetti di pesce e chiudete con 1 o 2 stecchini di legno. Ho provato a chiuderli anche con questi piccoli nastri di silicone e ho notato che i i filetti così chiusi si cuociono meglio e mantengono la loro forma. Quelli chiusi con gli stecchini si sono spatasciati tutti!

Roll the fillets and close with 1 or 2 toothpicks. I also secure some of them with these small silicone strips and I noticed that those closed in the latter way were cooked better and retained their shape. Those secured with toothpicks broke in several pieces!


Mettete un cucchiaio di olio extravergine d'oliva in una padella antiaderente e quando è caldo mettete a cuocere il pesce e la verdura tagliata a listarelle che vi è avanzata. Girate il pesce delicatamente per farlo cuocere in maniera uniforme.

Put a tablespoon of extra virgin olive oil in a pan and when hot put in the fish and cook along with the leftover vegetables sticks. Gently turn the fish rolls and cook evenly.

Nel frattempo avrete messo a scaldare dell'olio di semi in una piccola padella, aggiungete il lievito alla pastella, immergeteci i fiori di zucca e friggeteli, friggete anche la restante pastella in modo da ottenere delle frittelline che vi serviranno per accompagnare il piatto.
 
In the meantime heat some vegetable oil in a small frying pan add the baking powder to the batter, batter the courgette flowers and fry them, also fry the remaining batter by the spoonful in order to get little fritters you’ll serve with your fish.
 

Scolate il fritto su carta assorbente, componete il piatto con i vostri involtini di pesce adagiati sui fiori di zucca, accompagnate con frittelline alle spezie cajun e le verdure saltate in padella.
 
Drain the fried flowers and fritters on absorbent paper, compose the dish with your fish rolls lying on the courgette flowers, add some spicy fritters and some stir-fried vegetables.

giovedì 6 giugno 2013

Golose Declinazioni - Millefoglie di Verdure e Filetti di Pesce Impanati or Fried Vegetables and Breaded Fish Fillets Stacks

Scroll Down for English Version
Mentre scorrazzo con la mia bici creo ricette. Le gambe pedalano, mi beo del sole quando c'è e di quello che mi passa accanto, i palazzi antichi del centro, il verde del lungolago e intanto penso a cosa preparerò per pranzo. Cerco di ricordare cosa c'è in frigo, se l'estro creativo me lo suggerisce mi fermo e compro le poche cose che non ho a disposizione, inforco di nuovo la bici e via, verso casa e verso la cucina. Stamani avevo voglia di pesce, così ho preso dei filettini di platessa. Di solito compro qualsiasi pesce che trovo fresco e già sfilettato, non riesco proprio ad affrontare i pesci interi, ma se qualcuno far il lavoro di pulitura e sfilettatura per me sono ben felice di cucinarli. Come preparare questi filettini allora? Pedalo e penso alle verdure che ho a disposizione e mi si presentano un po' di idee, la mente comincia a lavorare e vedo bastoncini di carote e zucchine, forse un involtino...no no, meglio delle fettine sottilissime di melanzane, zucchine e piccole falde di peperone giallo. Il filetto si impana, si, vada per il filetto impanato con l'aggiunta di erbe aromatiche, neanche a dirlo, e poi si friggono sia il pesce che le verdure per dare croccantezza al piatto, si alternano gli ingredienti ed ecco che nascono queste torrette graziose e profumate. Io oggi le ho mangiate come piatto unico, ma se servite una millefoglie a persona può diventare un antipasto carino, se volete qualcosa di più sostanzioso  potete servirne due a testa e accompagnare le millefoglie con del semplice cous cous aromatizzato, provate ad aggiungere un poco di berberé, ottima miscela di spezie tipica dell'Etiopia, oppure della curcuma che dona un bellissimo colore dorato ai cibi con cui viene a contatto. Se volte tenervi più leggeri potete servire come contorno dell'insalata fresca con rondelle di cetriolo e qualche ravanello piccantino, sempre e comunque suggerisco di accompagnare con degli spicchi di limone, che con la sua piacevole nota acidula bilancierà la grassa rotondità del piatto. Se preparate la linea non ci vorrà poi molto a cucinare queste piccole delizie. Basta un poco di organizzazione.
Ecco le dosi per 4 millefoglie:

  • 8 fette sottilissime di melanzana
  • 8 fette sottilissime di zucchino (tagliate in diagonale)
  • 8 fette sottili di peperone giallo, sbucciato
  • 12 piccoli pezzi di filetto di pesce, non più grandi della fetta di melanzana
  • pangrattato
  • erbe aromatiche fresche (io ho utilizzato aneto, prezzemolo e dragoncello)
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaio di farina
  • sale
  • pepe
  • olio di semi per friggere
Semplicemente preparate un trito di erbe aromatiche e unitelo al pangrattato con un pizzico di sale e una macinata di pepe. Preparate la farina e l'uovo sbattuto in due ciotole separate e tagliate i filetti di pesce in pezzi non troppo grossi. Infarinateli, poi passateli nell'uovo e infine nel pangrattato aromatizzato. Metteteli da parte. Tagliate le verdure a fette sottili e sbucciate i peperoni. In una padella capiente mettete dell'olio e quando è caldo friggete le verdure, quando sono dorate scolatele su della carta assorbente e passate a friggere il pesce. Scolate anche questo su carta assorbente e passate a comporre il piatto. Mettete una fetta di melanzana sul piatto di portata, sovrapponete un filetto di pesce, due fettine di zucchino, un altro filetto di pesce, due falde di peperone, ancora un filetto di pesce e chiudete con una melanzana. Io ho decorato con dell'aneto e dei fiori di coriandolo. Servite la vostra millefoglie di verdura e pesce quando è ancora tiepida, per apprezzare al meglio i sapori di tutti i componenti del piatto.
English Version

While riding my bike I create recipes. The legs pedaling, I bask in the sun and appreciate the delights of what comes by like the ancient buildings of the town centre, the greenery along the lakeshore and all the while I think about what I’ll prepare for lunch. I try to focus on what's in the fridge, if the creative inspiration suggests new ingredients I stop and buy the few things that I need, then back on my bike again and off to the house and into the kitchen. This morning I felt like having fish, so I bought some plaice fillets. I usually buy any fresh fish that has been already filleted, I just cannot deal with a whole fish, but if someone do the work of cleaning and filleting it for me I'm happy to cook it. What to do with these fillets then? While pedalling I think of the vegetables I’ve got, a few ideas spring to my mind, and I see courgette and carrot sticks, maybe a fish roll ... no no, I’d better try with thin slices of aubergine, cougette and small strips of yellow pepper. Breaded fish fillets, let’s go with fillets breaded in aromatic breadcrumbs scented with fresh herbs, needless to say, and then fry both fish and vegetables to give crispness to the dish, alternating the ingredients and here we have these pretty and fragrant towers. Today I had them as a main course, but if you serve one vegetable and fish stack per person it can be a nice starter. If you want something more substantial you may serve two for each person and accompany them witha nice scented couscous, try adding a little berberé, a nice blend of Ethiopian spices, or with a pinch of turmeric that gives a beautiful golden colour to any food that comes into contact with it. If you feel like something lighter you can serve this dish with a green salad with fresh cucumber slices and some spicy radish, I suggest that you always accompany it with lemon wedges, which, with its pleasant sour note will balance the fat roundness of the fried ingredients. If you prepare the line in advance it won’t take long to cook these little delicacies. Be organized and you’ll master this recipe in no time at all. 
Here's the recipe for 4 stacks:
  • 8 thin slices of aubergine
  • 8 thin slices of courgette (cut diagonally)
  • 8 thin slices of yellow pepper, peeled
  • 12 small pieces of fish fillet, no larger than the aubergine slices
  • breadcrumbs
  • fresh herbs (I used dill, parsley and tarragon)
  • 1 egg
  • 1 tablespoon flour
  • salt
  • pepper
  • vegetable oil for frying
Finely chop a mixture of herbs and add it to the breadcrumbs with a pinch of salt and freshly ground pepper. Prepare the flour and beaten egg into two separate bowls, and cut the fish fillets into smallish pieces. Dredge each piece in flour, then dip into the eggs, then in the breadcrumbs. Put them aside. Cut the vegetables into thin slices and peel the peppers. Put some oil in a large pan and when hot fry the vegetables until they are golden, drain on paper towels and fry the fish fillets. Drain on absorbent paper and you’re ready to assemble the dish. Put a slice of aubergine on a serving plate, stack a fish fillet on top of it, then two courgette slices, another fish fillet, a couple of pepper strips, another fish fillet and finally an aubergine slice. I decorated with dill and coriander flowers. Serve your vegetables and fish stacks while it is still warm, to better appreciate the flavours of all the elements of the dish.

mercoledì 5 giugno 2013

Il Raccolto - Crumble di Rabarbaro e Fragole or Rhubarb and Strawberry Crumble

Scroll Down for English Version

Quanto mi piacciono i crumbles! Dolci semplici, ricchi di frutta matura che si sfalda in cottura fino a diventare quasi una marmellata con i pezzettoni che si accompagna perfettamente con la copertura spesso croccante grazie a frutta secca, fiocchi di avena e zucchero di canna.
Oggi vi presento con orgoglio il mio crumble fatto con le fragole e il rabarbaro del mio piccolo orto improvvisato un po' per gioco. Quest'anno oltre alle tante erbe aromatiche  e qualche piantina di fragole e fragoline di bosco ho pensato di provare a coltivare il rabarbaro. Ho fatto di necessità virtù visto che da queste parti il rabarbaro sono riuscita a comprarlo una sola volta. Non va di moda? Non piace? Non si sa come usarlo? Ma nei crumbles!!!
Adoro il rabarbaro, credo di essere stata una delle poche bimbe che mangiavano con gusto le caramelle al rabarbaro che i nonni avevano sempre in casa, insieme a quelle d'orzo.
Il sapore del rabarbaro fresco cotto però non ha nulla a che vedere con quelle caramelle di tanto tempo fa, è delicato e un po' acidulo e per questo si accompagna magnificamente con le fragole.
Importantissimo: del rabarbaro si utilizzano i gambi rossi, le foglie sono velenose e si devono buttare. Io le ho lasciate in giardino per le chiocciole che sono dappertutto e non vorrei che decidessero di attaccare le piccole piantine di malvone o i ficus che ho messo fuori per l'estate, all'ombra del ciliegio.
Ecco la ricetta per un piccolo crumble dal sapore ineguagliabile.
3-4 gambi di rabarbaro
20 fragole
3 cucchiai di zucchero semolato
80 g di burro freddo
4 cucchiai di farina
80 g di zucchero di canna
60 g di fiocchi di avena
 
Lavate e tagliate i gambi di rabarbaro in segmenti di circa 1cm, lavate e tagliate le fragole a tocchetti. Mettete le fragole e il rabarbaro in una ciotola con lo zucchero semolato, mescolate e fate macerare per circa 30 minuti.
Accendete il forno a 200°.
Mettete il burro, lo zucchero di canna e  la farina in una ciotola e cominciate a lavorare con la punta delle dita per incorporare il burro e creare così delle grosse briciole. Aggiungete l'avena e incorporatela al composto. Versate le fragole e il rabarbaro, con i loro succhi in una teglia di ceramica rettangolare (la mia è 23cm x 15cm, profonda circa 3cm). Cospargere la frutta con il composto di briciole, infornare e cuocere per circa 20 minuti o fino a che la frutta comincerà a bollire e la superficie del crumble sarà appena dorata. Fate intiepidire prima di servire.

English Version
 
 
Oh how I love crumbles! Simple cakes of rich ripe fruit that falls apart during cooking that almost becomes a chunky jam that goes perfectly with the crisp pastry topping dotted with dried fruit, oatmeal and brown sugar.
Today I present you with pride my crumble made with strawberries and rhubarb from my little improvised vegetable garden. I started tending to plants for fu, and this year in addition to the many herbs and some strawberries and wild strawberries plants, I thought I'd try to grow rhubarb. I really had to if I wanted to have some, because I was able to buy it only once here in Mantova. Is it out of fashion? People don’t like it? They don’t know how to use it? You can make crumbles with it, of course!
I love rhubarb, I think I was one of the few girls who ate rhubarb candy you could find at your grandparents’ house, along with barley candies.
The flavour of cooked rhubarb has nothing to do with those candies, is delicate with a hint of acidity and it goes beautifully with strawberries.
Very important: use only the red stalks, the leaves are poisonous and must be thrown away. I left them in the garden for the snails that are all over and hoping they’d like them and leave alone the small hollyhock plants or the ficus that I put out for the summer, in the shade of the cherry tree.
Here is the recipe for a small flavoursome crumble.

3-4 stalks of rhubarb
20 strawberries
3 tablespoons granulated sugar
80 g cold butter
4 tablespoons flour
80 g of brown sugar
60 g of oat flakes

Wash and cut the rhubarb stalks into 1cm segments, washed and cut the strawberries into small pieces. Put the rhubarb and strawberries in a bowl with the granulated sugar, stir and let steep for about 30 minutes.
Preheat the oven to 200C degrees.
Put the butter, brown sugar and flour in a bowl and begin working with of your fingertips to incorporate the butter and create large crumbs. Add the oats and incorporate into the mixture. Pour the strawberries and rhubarb, with their juices in a rectangular ceramic baking dish (mine is 23cm x 15cm, and about 3cm deep). Sprinkle the fruit with the crumb mixture and bake for about 20 minutes or until the fruit begins to boil, and the crumble turns golden. Serve warm.
 

lunedì 3 giugno 2013

Profumi Primaverili - Tagliatelle Colorate con Asparagi ed Erbe Aromatiche or Coloured Homemade Tagliatelle with Asparagus and Fresh Herbs

English Version Below

Con l'abbondanza delle messi primaverili comincio ad aver voglia di piatti freschi, leggeri, ricchi dei profumi della nuova stagione che stenta a presentarsi. Gli asparagi sono ormai quasi fuori stagione ma se ne trovano ancora di buoni sui banchi del mercato così ho approfittato e ho deciso di usarli per preparare una pasta delicata, delle tagliatelle dai colori sgargianti, per ingraziarmi un po' il sole che si manifesta solo a tratti in questi giorni. Questo clima britannico mi spinge a cercare il colore e i profumi nel piatti che preparo. Così è nata questa pasta. Qualche minuto sul balcone per cogliere le erbe aromatiche più profumate, un mazzo di piccoli asparagi e delle tagliatelle all'uovo che ho preparato qualche giorno fa. Il piatto è nato praticamente da solo! Ecco gli ingredienti per due persone.
  • 160 g di tagliatelle colorate all'uovo fatte in casa
  • 10-12 asparagi
  • 1 cucchiaio di burro
  • 1 cucchiaio di olio extravergine d'oliva
  • 1/2 cipolla dorata
  • 1 mazzetto di erbe aromatiche fresche, io ho utilizzato aneto, prezzemolo e dragoncello
  • panna fresca
  • sale
  • pepe nero
  • pepe rosa
With the abundance of spring harvest I feel like light and fresh meals, rich aromas of the new season that is so late this year. Asparagus is now almost out of season but you can still find good bunches on the market stalls so I bought some and decided to use them to prepare a delicate pasta, brightly coloured tagliatelle, to compensate for the lack of sunshine. This British weather challenges me to look for colour and intense flavours in dishes that I prepare. Thus this pasta dish was born. A few minutes on the balcony to take advantage of the most fragrant herbs, a small bunch of asparagus and egg tagliatelle that I made a few days ago. The dish pretty much was created while cooking it! Here are the ingredients for two servings.


  • 160 g of colourful homemade egg tagliatelle
  • 10-12 asparagus
  • 1 tablespoon butter
  • 1 tablespoon extra virgin olive oil
  • 1/2 golden onion
  • 1 bunch of fresh herbs - I used dill, parsley and tarragon
  • few spoonfuls fresh cream
  • salt
  • black pepper
  • pink pepper

Mettete a bollire l'acqua in una pentola. Fate scaldare l'olio e il burro in una padella capiente. Affettate sottilmente la cipolla e tagliate i gambi degli asparagi in diagonale in modo da ottenere delle fette sottili. Mettete la cipolla e i gambi di asparagi nella padella e fate cuocere per circa 8-10 minuti o fino a quando la cipolla sarà appena dorata e gli asparagi saranno morbidi. Aggiungete le teste degli asparagi, un pizzico di sale, una macinata di  pepe nero e fate cuocere per un paio di minuti. Salate l'acqua della pasta e mettete a cuocere le tagliatelle.  Aggiungete la panna e fate ritirare a fuoco vivace fino a quando si sarà formata una crema.

Put some water in a large pot and heat. Heat the oil and butter in a large skillet. Thinly slice the onion and cut the asparagus stalks diagonally in order to obtain thin slices. Put the onion and asparagus stalks in the pan and cook for about 8-10 minutes or until the onion is golden and the asparagus are start to soften. Add the asparagus heads, a pinch of salt, freshly ground black pepper and cook for a few minutes. Add coarse salt to the pasta water when it starts boiling and cook your tagliatelle in it. Add the cream to the asparagus and onion mix and let reduce over medium-high heat until you get a thick sauce.
 
 
Tritate le erbe aromatiche. Scolate le tagliatelle al dente riservando un po' d'acqua di cottura. Versate le tagliatelle nel condimento di asparagi, aggiungete le erbe aromatiche e saltate la pasta per qualche minuto, aggiungete dell'acqua di cottura se la pasta dovesse risultare troppo asciutta. Impiattate e cospargete con del pepe rosa schiacciando qualche grano fra le dita.

Chop the herbs. Drain the tagliatelle when al dente reserving some of the cooking water. Pour the tagliatelle in the pan whit the sauce, add the herbs and sauté for a few minutes, adding the reserved water if your pasta becomes too dry. Put some pasta in a plate, sprinkle with some pink peppercorns crashed between your fingers and serve.