lunedì 9 maggio 2016

Metti una Giornata Piovosa - Insalata Tiepida di Patate con Pancetta Croccante, Scaglie di Parmigiano e Riduzione di Aceto Balsamico or Warm Potato Salad with Crispy Pancetta, Parmesan Shards and Balsamic Vinegar Reduction

 

Scroll Down for English Version
 
Metti una giornata grigia, un po' piovosa e decisamente freddina come ne abbiamo avute ultimamente, soprattutto nei weekend. Metti la voglia di raggomitolarsi sul divano con la copertina sulle gambe, un buon libro o un film da vedere in compagnia, una coccola al gatto acciambellato lì vicino e due chiacchiere per far passare l'uggia del brutto tempo. Per l'ora di pranzo non si è pensato a niente perché questo tempo ci toglie le energie e l'intenzione è quella di fare il meno possibile aspettando che passi. Così si opta per un pasto "bianco", di solito riso o pasta conditi con olio extravergine e parmigiano per me e burro e parmigiano per il mio nordico marito. Stavolta però ho optato per delle patate, ma invece di lessarle e servirle da sole, che confessiamolo, sarebbe stato un pasto un po' tristino, ho pensato di arricchirle con dei sapori importanti come quello della pancetta ben grigliata, del parmigiano sapido e un tocco di riduzione al balsamico per amalgamare tutti gli ingredienti con la sua nota appena acidula e pastosa. Un piatto consolatorio, in attesa di un raggio di sole.
Per 2 persone  
  • 2 patate medie
  • 4 fette  pancetta stesa affumicata
  • scaglie di parmigiano reggiano, q.b.
  • riduzione di aceto balsamico, q.b.
Sbucciare le patate e tagliatele a fette di circa ½ cm. Mettere sul fuoco una pentola con poca acqua bollente e il cestino per la cottura a vapore. Sistemare le fette di patate nel cestino e cuocere per circa 15 minuti. Nel frattempo scaldare una padella antiaderente e cuocere le fette di pancetta fino a che saranno ben dorate.
Sistemare la pancetta cotta fra due strati di carta assorbente e tamponare bene e far raffreddare. Mettere uno strato di patate in un piatto di portata, cospargere con un poco di pancetta sbriciolata, aggiungere delle scaglie di parmigiano e ripetere gli strati fino a esaurimento degli ingredienti. Prima di servire condite con un filo di riduzione di aceto balsamico e servire.

 English Version

Say a grey rainy day, in the chilly side and we have had some of those days lately, especially at weekends. Say you feel the urge to curl up on the couch with a throw over your legs, a good book or a movie to watch with your loved ones, a cuddle to the cat curled up nearby, and a small talk waiting for the bad weather to go away. Come lunch time we haven’t thought of anything to cook, as this weather drains all our energy and the intention is to do as little as possible. So we decide for a "white" lunch, usually rice or pasta tossed with a little extra virgin olive oil and grated Parmesan cheese for me and butter and Parmesan cheese for my northerner husband. But this time I opted for potatoes, and instead of boiling and serving them on their own, as it would have been a sad little meal, I thought of giving them and extra kick by adding great flavours like that of crispy pancetta, the savoury Parmesan cheese and a touch of balsamic reduction to mix all the ingredients with its barely noticeable tanginess. A comforting dish, waiting for a sunny day.
For 2 servings
  • 2 medium potatoes,
  • 4 slices  smoked pancetta,
  • shards of Parmesan cheese, to taste
  • balsamic vinegar reduction, to taste
Peel the potatoes and cut into 2 inch slices. Steam the potato slices for about 15 minutes. Meanwhile heat a frying pan and cook the pancetta slices until they are golden brown. Place the cooked pancetta between two sheets of absorbent paper, dab it well and let cool. Put a layer of potatoes in a serving dish, sprinkle with a little crumbled bacon, add the parmesan cheese and repeat the layers until all ingredients are used. Before serving, drizzle with some balsamic vinegar reduction and serve wire.

domenica 8 maggio 2016

Soffici come Nuvole - Sgonfiotti di Pasta Choux al Parmigiano or Parmesan Cheese Gougeres

Scroll Down for English Version
I miei primi approcci con la pasta choux o pasta per bignè risalgono a quando frequentavo le elementari. Ricordo che a casa di un'amica provavamo a fare i bignè consumando una quantità incredibile di uova.
I bigné e gli éclair sono da sempre una delle mie passioni, la pasta leggerissima e poco saporita che racchiude creme golose e la glassa lucida che li decora sono il massimo della ghiottoneria.
Nel mio paese c'era una sola pasticceria e ricordo che i bigné erano buonissimi. Credo che tutti i bimbi della mia generazione ricordino con gran golosità la piccola pasticceria che dava sulla strada principale dove su vassoi inclinati facevano bella mostra di sé la strepitosa focaccia di Dusola, la pizza al trancio e i bignè alla crema e al cioccolato. Come mi sembravano grandi quei bignè!
Il piacere di questi dolci della domenica mi è rimasto, ma ora che apprezzo molto anche la pasticceria salata, devo confessare che non so quale versione scegliere, se quella con le creme dolci o la versione salata, sapida e robusta.
Se siete curiosi provate questa versione salata e poi decidete se preferite ancora la versione dolce, oppure fate come me e non scegliete gustandole entrambe.
Questi gustosi sgonfiotti possono essere serviti con una crema di formaggio gorgonzola e panna o anche con una spuma di prosciutto cotto o semplicemente da soli.
  • 60 g di burro,
  • 120 ml d'acqua,
  • 1 pizzico sale marino fino,
  • 65 g di farina,
  • 2 uova
  • 75 g di Parmigiano reggiano
Grattugiare il parmigiano.
Mettere il burro, il sale e l’acqua in una pentola capiente e portare a ebollizione. 
Aggiungere la farina tutta insieme, togliere dal fuoco e mescolare con un cucchiaio di legno fino a che l’impasto è omogeneo.
Riportare la pentola sul fuoco e far cuocere per 5 minuti a fuoco basso mescolando. Il composto dovrà essere lucido e compatto.
Accendere il forno a 230°.
Trasferire il composto in una ciotola e aggiungere un uovo usando le fruste elettriche o un cucchiaio di legno.
Quando il primo uovo è incorporato aggiungere il secondo e mescolare bene poi aggiungere il parmigiano.
Rivestire una teglia con della carta da forno e versare il composto a cucchiaiate dandogli una forma arrotondata. Formate 12 sgonfiotti.
Cuocete per circa 20/25 minuti o fino a che gli sgonfiotti saranno ben gonfi e dorati, asciutti al tatto e leggeri.
Fate freddare su una griglia prima servire.
English Version 

My first approach to choux pastry dates back to when I was at primary school. I remember making eclairs at a friend's house using incredible amounts of eggs.
Choux puffs and éclairs have always been a passion of mine, the lightweight and not too overpowering pastry enclosing delicious cream fillings and the shiny glaze decorating them are the ultimate temptation.
In my village there was only one patisserie and their choux puffs were delicious. I believe that all the children of my generation gladly remember that patisserie, the entrance on the main street and inside on sloping trays were proudly displayed Dusola’s striking focaccia, pizza by the slice, and the chocolate and crème patissiere choux puffs. And those choux puffs looked enormous!
I still enjoy these sweet Sunday treat, but now that I also appreciate the savory pastries, I must confess that I don’t know which version to choose. Do I prefer the sweet or savory version?
If you are curious about it, do try this savory version and then decide if you still prefer the sweet one, or do as I do and forget about choosing and enjoy them both.
  • 60 g butter
  • 120 ml water
  • a pinch fine sea salt,
  • 65 g flour
  • 2 eggs
  • 75 g Parmesan cheese
Grate the Parmesan cheese.
Put the butter, salt and water in a large pan and bring to a boil.
Add the flour all at once, remove from heat and stir with a wooden spoon until the mixture is smooth. Return the pan on the stove and cook for 5 minutes over low heat, stirring. The mixture should be glossy and compact.
Turn on the oven to 230°C.
Transfer the mixture to a bowl and add an egg using an electric whisk or a wooden spoon. When the first egg as been incorporated add the second one and mix well then add the Parmesan cheese.
Line a baking tray with baking parchment and divide the mixture into 12 and scoop it using a spoon giving it a rounded shape.
Cook for about 20-25 minutes or until the gougeres are well puffed and golden, dry to the touch and light.
Let cool on a wire rack before serving.
You can serve the gougeres with a cream of gorgonzola cheese, or a ham mousse, or simply on their own.

venerdì 6 maggio 2016

In Giro per il Mondo - Gözleme (Pane Turco ripieno or Turkish Flat Bread)


Scroll Down for English Version
Una delle abitudini che più mi mancano della mia vita in Inghilterra è comprare il giornale della domenica. Il mio preferito era l'Observer, per il suo taglio più liberale e per il suo inserto mensile tutto dedicato al cibo. Tanti articoli interessanti e ricette da leccarsi i baffi! Oggi vi propongo una ricetta rivisitata da Rick Stein e letta proprio sull'Observer. Si tratta del gözleme cibo di strada turco, un ottimo pane ripieno di formaggio e spinaci, ma le alternative prevedono anche carne o uova.
Ho usato delle cipolle di Tropea al posto dei cipollotti e naturalmente ho cotto il pane su una piastra in mancanza d'altro, ma il risultato è stato un vero successo. Adoro il pane, e il ripieno di feta saporita e spinaci è uno dei miei preferiti.Per Andrea ho usato dei fagioli di soia (edamame) cotti in padella con un pizzico di spezie Colombo, comprate in Francia, dallo spiccato sapore di curry, e dello stracchino visto che a lui non piace la feta. Ho anche provato una gustosa variante con edamame e salamino piccante.
Per 4 gözleme
Per l'impasto:
  • 500 g di farina forte per panificazione, più un poco per stendere i gözleme
  • 7 g di lievito di birra disidratato, che non deve essere attivato con l'acqua
  • 1 pizzico di zucchero
  • 10 g di sale
  • 275 ml di acqua tiepida
  • 60 ml di olio extravergine d'oliva, più un poco per la cottura
  • burro, per servire
Per il ripieno:
  • 250 g di spinacini lavati, o degli spinaci decongelati e tritati
  • 200 g di feta, sbriciolata
  • 1/2 cipolla di Tropea grande, affettata finemente
  • 1/2 cucchiaino di peperoncino essiccato tritato
In una grande ciotola mescolate la farina con lo zucchero, il sale e il lievito. Fate una fontana e versate al centro l'olio e l'acqua tiepida. Mescolate con un cucchiaio di legno poi versate l'impasto su un piano di lavoro e impastate per qualche minuto fino a ottenere una consistenza liscia e omogenea. Mettete a lievitare per 30-60 minuti, o fino al raddoppio in volume dell'impasto, in una ciotola unta d'olio.
Preparate l'impasto tritando grossolanamente gli spinaci e mescolateli in una ciotola con la feta, i cipollotti e il peperoncino.
Quando siete pronti per cucinare i vostri gözleme, sgonfiate l'impasto e dividetelo in 4 porzioni. Stendete ogni porzione su un piano di lavoro infarinato fino a ottenere un disco di circa 25 cm di diametro e spesso un paio di millimetri.
Cospargete una metà del disco con 1/4 di ripieno e ricoprite con l'altra metà dell'impasto in modo da formare un semicerchio.
Spennellate la superficie dell'impasto con dell'olio.
Riscaldate una piastra o una grande padella antiaderente e cuocete un gözleme alla volta per circa 2-3 minuti per lato, poi spennellate l'altro lato con l'olio e cuocete anche quello.
Servite subito con del burro cosparso in superficie.
 
Mi trovate in questa raccolta
"Con questo pane partecipo alla raccolta di Panissimo ideata da Sandra e Barbara questo mese ospitata da Consuelo"
 
English Version


One of the habits I miss the most about my life in England is buying the Sunday papers. My favorite paper was the Observer. I liked it for its liberal cut and for its monthly insert entirely devoted to food. I read many interesting articles and found mouthwatering recipes. Today's recipe comes from the Observer food monthly issue and is revisited by Rick Stein. It's a recipe for gözleme, a lovely flat bread stuffed with cheese and spinach, but the alternatives also may include meat or eggs. Gözleme are one of the most famous Turkish street food.
I used sweet red onions from Tropea instead of spring onions and I cooked the bread on a hot griddle, but the result was a real success. I love this bread, and the tasty stuffing of feta cheese and spinach is one of my favourite. Andrea doesn't like feta so I filled his gözleme with edamame cooked in a pan with a pinch of curry scented Colombo spice, bought in France, and stracchino cheese. I also tried a tasty alternative with edamame and spicy salami.
Makes 4
For the flatbread dough:
  • 500g strong bread flour, plus extra for dusting
  • 7g sachet fast-acting yeast
  • a pinch of sugar
  • 10g salt
  • 275ml lukewarm water 
  • 60ml extra virgin olive oil, plus extra for greasing
  • butter to serve
For the filling:
  • 250g baby spinach, washed
  • 200g feta cheese, crumbled
  • 1/2 large Tropea onion finely sliced
  • ½ tsp chilli flakes
To make the dough, sift the flour into a large bowl and add the yeast, sugar and salt. Make a well in the centre and add the water and olive oil. Mix with a wooden spoon the knead on a floured work surface, for a few minutes until you have a soft, elastic dough. Place in a clean, lightly oiled bowl and cover with clingfilm. Leave to rise for 30-60 minutes until doubled insize.
To make the gözleme filling, chop the baby spinach and mix in a bowl with the feta, onion and chilli flakes.
When ready, punch the dough down and knead again until smooth, divide into 4 equal pieces. Roll each piece out on a floured surface until you have a thin round 2mm thick and about 25cm in diameter. Spread a quarter of the filling on to half of each flat bread, then fold over into a semi-circle. Brush the top side of each gözleme with olive oil.
Heat a large non-stick frying pan or griddle. Cook each one for 2-3 minutes, on the greased side, then brush with olive oil the other side, turn over and cook for another 2-3 minutes. Serve immediately, with a little butter melting over.

mercoledì 4 maggio 2016

Pranzi Primaverili - Tortino di Quinoa, Salmone Affumicato e Feta or Smoked Salmon, Feta Cheese and Quinoa

Scroll Down for English Version

Dopo una pedalata e un'ora di piscina sono tornata a casa con una fame da lupo e poca voglia di cucinare.
Conoscendomi avevo cotto della quinoa, pronta per essere condita e gustata in meno di 10 minuti.
Una ricetta veloce e gustosa, sana e leggera.
Ecco come si fa.
Per 2 persone
  • 60 g di quinoa
  • 1/4 di dado vegetale bio, opzionale
  • 1 confezione di salmone affumicato in olio d'oliva (115 g)
  • 2 piccole manciate di feta
  • buccia grattugiata di 1 limone bio
  • foglie di qualche rametto di aneto
  • foglie di qualche rametto di timo limone
  • qualche foglia di basilico viola
  • 1 cucchiaio di olio extravergine d'oliva
  • pepe bianco
Sciacquate la quinoa in un colino sotto acqua fredda poi mettete 150 ml di acqua a bollire, aggiungete il dado, se lo usate e unite la quinoa, cuocete a fuoco medio per circa 15 minuti o fino a che tutta l'acqua è stata assorbita. Lasciate riposare la quinoa a fuoco spento per altri 5 minuti e poi mettetela in una ciotola e fatela raffreddare.
Scolate il salmone, unitelo alla quinoa insieme alla feta sbriciolata. le erbe aromatiche, la scorza di limone, l'olio e il pepe. Mescolate bene e fate riposare per una decina di minuti prima di servire in modo che i sapori si amalgamino e si esaltino l'un l'altro.


English Version

After a ride on my bike and one hour spent in the swimming pool I came home starving but I didn't fancy cooking lunch.
Before leaving home in the morning I cooked some quinoa, ready to be prepped and eaten in less than 10 minutes.
Here's quick, light, healthy and tasty recipe for you.
Here's how it's done.
For 2 people
  • 60 g of quinoa
  • 1/4 organic vegetable stock cube, optional
  • 1 can of smoked salmon in olive oil (115 g)
  • 2 small handfuls of feta
  • grated zest of 1 organic lemon
  • leaves of a few sprigs of dill
  • leaves of a few sprigs of lemon thyme
  • a few leaves of purple basil
  • 1 tablespoon extra virgin olive oil
  • White pepper
Rinse the quinoa in a strainer under cold water, then bring to a boil150 ml of water, add the stock cube if using and add the quinoa. Cook over medium heat for about 15 minutes or until all the water has been absorbed. Let stand the quinoa off the heat for another 5 minutes, then place in a bowl and let cool.
Drain the salmon, add it to the quinoa together with the crumbled feta. herbs, lemon zest, olive oil and season with the pepper. Mix well and let stand for ten minutes before serving so that the flavours can blend.