lunedì 23 settembre 2013

L'Autunno - Crema di Zucca Butternut Squash or Butternut Squash Soup

 
Scroll Down for English Version
 
In questo periodo, oltre ad aver avuto la fortuna di poter far man bassa di spezie a Londra, sono riuscita anche a trovare la mia zucca preferita: la butternut squash. E' una zucca dalla forma allungata, con la buccia liscia e di un colore arancio chiaro, la polpa è soda ed abbondante ed è adatta per essere arrostita, cotta a vapore, lessata per ottenere ottime creme come nel mio caso o anche per fare delle puree per accompagnare carni arrostite. Adoro le zucche, qui a Mantova ce ne sono di ottime, ma la butternut squash è la mia preferita in assoluto. Dopo un weekend passato fra gare atletiche di Andrea e cene con amici ho pensato di iniziare la settimana in maniera salutare e una bella crema di zucca è proprio quello che di vuole. Niente panna in questa mia versione, solo un po' di latte per rendere più delicato il sapore e un tocco di macis per dare profumo. Il macis altro non è che l'involucro della noce moscata fatto essiccare, dal sapore meno intenso del più noto frutto che racchiude. Una bella ciotola di crema di zuppa è il pranzo ideale per confortarci dai primi freddi, dà sostanza e soddisfa la voglia di buono che ci prende in questa stagione. Se anche voi siete amanti della zucca ecco un piatto da provare.
Per due porzioni: 
  • 800 g di zucca butternut squash
  • 1 cipolla rossa
  • 2 cucchiai di olio extravergine d'oliva
  • 700 ml di brodo vegetale
  • 100 ml di latte (i più golosi possono sostituire il latte con della panna fresca)
  • 1 lamella di macis
  • sale
  • pepe
  • semi di nigella
  • semi di lino
  • pane di segale integrale per accompagnare
Sbucciate e tagliate la zucca a pezzettoni. Sbucciate e affettate la cipolla poi soffriggetela nell'olio a fuoco moderato per circa 5 minuti  fino a quando diventa morbida e trasparente. Aggiungete la zucca, la lamella di macis e fate cuocere per altri 10 minuti mescolando di tanto in tanto. Quando la zucca avrà preso un po' di colore e comincerà ad ammorbidirsi aggiungete sale, pepe,  il brodo caldo e fate cuocere per altri 10 minuti o fino a che la zucca è cotta. Togliete circa 300 ml di liquido e tenetelo da parte poi aggiungete il latte alla pentola e fate cuocere un altro paio di minuti. Frullate il composto con un frullatore a immersione e quando avrete ottenuto una crema liscia e omogenea aggiungete un poco del liquido che avevate tenuto da parte fino ad ottenere la consistenza che desiderate. Io non ne ho aggiunto perché mi piace una crema densa e corposa.
In una padellina fate tostare i semi di lino e di nigella per un paio di minuti e cospargeteli sulla crema appena prima di servire con del buon pane di segale.
 
English Version
In this period, in addition to having being able to shop for spices in London, I also managed to find my favorite pumpkin : the butternut squash. It’s an elongated pumpkin, with a smooth pale orange skin and the flesh is firm and abundant, suitable for roasting , steaming , boiling to be turned into soup as in my case or even to make a lovely mash to accompany roast meats . I love pumpkins, here in Mantua there are great pumpkins, but butternut squash is my absolute favorite . After a weekend spent following Andrea in his athletic competitions and having dinners with friends I thought I'd give a healthy start to the week with a beautiful pumpkin soup. No cream in this version of mine, just a little milk added to give the soup a more subtle taste and a touch of mace for fragrance. A nice bowl of creamy soup is the ideal lunch to comfort us in cold weather, it gives substance and satisfies the food cravings that come over us during this season. If you love pumpkin here is a dish for you to try.
For two servings :
  • 800 g butternut squash
  • 1 red onion
  • 2 tablespoons extra virgin olive oil
  • 700 ml vegetable stock
  • 100 ml of milk (those glutton out there can replace the milk with fresh cream)
  • 1 blade of mace
  • salt
  • pepper
  • nigella seeds
  • Flaxseed
  • rye bread to serve
 
Peel and cut the pumpkin into chunks . Peel and slice the onion then gently fry it in the oil over moderate heat for about 5 minutes until it becomes soft and translucent. Add the pumpkin pieces, the mace and cook for another 10 minutes, stirring occasionally. When the pumpkin is starting softening and take a little colour add some salt , pepper, the hot stock and cook for another 10 minutes or until the pumpkin is cooked. Take about 300 ml of liquid from the pan and keep aside then add the milk to the pot and cook for another couple of minutes. Puree the mixture with a hand blender until you have a smooth and cream, add a little of the reserved liquid until you get the consistency you want. I didn’t add any liquid because I like my soup thick and full-bodied.
Toast the flax and nigella seed in a pan for a couple of minutes, the sprinkle on the soup just before serving with some slices of good rye bread.
 

giovedì 19 settembre 2013

Link Party!

Settembre è un mese particolare, riaprono le scuole, si torna dalle vacanze e ci si butta a capofitto nei nuovi progetti prima della corsa verso il Natale. Ecco che ho deciso di partecipare al  LINK PARTY back to Autumn di Fragola e Cannella per conoscere nuovi blog e per farmi conoscere.
 
 
 
 
 
 

mercoledì 18 settembre 2013

Tesori dall'Oriente e dall'Occidente - Cous Cous al Curry con Pastinaca, Zucchini e Carote Saltati con Thai 7 Spice or Curry Cous Cous and Thai 7 Spice Carrot, Courgette and Parsnip

Scroll Down for English Version
Eccomi di ritorno dal mio viaggio in Inghilterra dove mi sono lasciata tentare da spezie, cibarie varie e non solo... Sono tornata a sfogliare libri di seconda mano in un negozio di Tottenham Court Road dove andavo molto spesso quando vivevo a Londra, ed ho trovato un bellissimo libro del 1953 che riporta aneddoti e ricette care ai componenti della famiglia reale inglese,  ricette tratte soprattutto da un quaderno della regina Vittoria. Adoro i libri di cucina, soprattutto se vecchiotti, soprattutto se non sono solo ricettari fini a se stessi. 
Ho girato per negozi e fatto incetta di riviste di cucina, gadget per la cucina per me e per regalare a Natale, che non è mai troppo presto per cominciare a pensare al Natale. Ho preso tè in vari negozi, dai tè per tutti i giorni a quelli aromatizzati e più pregiati per le occasioni speciali. Ho comprato della pastinaca, verdura che adoro e che non riesco a trovare qui a Mantova, un po' di schifezzine per Andrea, come le cole alla ciliegia che a me non piacciono per nulla ma che lui adora, del bacon e un pezzo di formaggio cheddar. Sono andata in un piccolo negozio di spezie con una lista dettagliata di quello che volevo e che ho trovato e ora sono una cuoca felice. Tornando a casa siamo stati salutati dal freddo e cieli coperti, il tempo adatto per provare un po' di queste spezie!
Così oggi ho preparato del cous cous con l'amata pastinaca, carote e zucchini che si accompagnano benissimo con questa verdura.
Per 2 persone: 
  • 1/2 bicchiere di cous cous
  • 1 cucchiaino di curry
  • 1/4 di cucchiaino di sale marino fino
  • 1/2 cucchiaio di olio extravergine d'oliva
  • 1 zucchino
  • 1 carota
  • 1 pastinaca
  • 1/2 cucchiano di curry
  • 1 cucchiaino di thai 7 spice (un mix di sale, coriandolo, pepe di Cayenna, peperoncino, senape, aglio, zenzero, cannella, cumino, anice)
  • 1 spicchio d'aglio
  • 1 noce di burro
  • 1-2 cucchiai di olio extravergine d'oliva
  • sale
 Sbucciate la pastinaca e la carota poi tagliatele a rondelle oblique di circa 1/2 cm, lavate e spuntate lo zucchino poi tagliatelo a rondelle della stessa dimensione delle altre verdure.
Mettete il cous cous in un piatto fondo, aggiungete il curry, il sale e l'olio. Mescolate e versate sopra il cous cous dell'acqua bollente fino ricoprirlo. Coprite il piatto e lasciate riposare per 10 minuti.
Fate scaldare l'olio in una padella capiente, cospargete le verdure con il curry e il thai 7 spice poi saltatele in padella a fuoco vivace. Fate rosolare bene, mescolando spesso e girando le verdure in modo che si cuociano da entrambe le parti. Dopo 5 minuti aggiungete l'aglio e il burro, continuate a cuocere per altri 5 minuti poi sgranate il cous cous e servite.
English Version


Here I am back from my trip to England where I let myself be tempted by spices, various food and other stuff ... I went to browse second-hand books in a shop in Tottenham Court Road where I used to go very often when I lived in London. I found a wonderful 1953 book full of anecdotes and recipes dear to the members of the British Royal Family , most of the recipes were taken from one of Queen Victoria’s scrapbooks . I love cookbooks, especially if rather old, and most of all if they’re not just recipe books. I bought cookery magazines , gadgets for the kitchen for me and as Christmas gifts, it is never too early to start thinking about Christmas. I bought teas in a variety of shops, tea for every day drinking and then herbal and flavoured teas the again special teas for special occasions. I bought some parsnips, because I love them but and I cannot find them here in Mantua, then some treat for Andrea , like those cherry colas that I dislike but he adores them, then again bacon and a chunk of cheddar cheese . I went to a small spice shop with a detailed list of what I wanted and I found everything sod now I'm a happy cook. Back home we were greeted by cold and overcast skies, the right time to try a some of the new spices I brought home!
So today I made some cous cous with the beloved parsnips, and some carrots and zucchini that go very well with parsnips. 
For 2 people :
  • 1/2 cup of cous cous
  • 1 teaspoon curry
  • 1/4 teaspoon fine sea salt
  • 1/2 tablespoon extra virgin olive oil
  • 1 courgette
  • 1 carrot
  • 1 parsnip
  • 1/2 teaspoon of curry
  • 1 teaspoon of Thai 7 spice (a mix of salt, coriander, cayenne pepper, chilli, mustard, garlic, ginger, cinnamon, cumin , aniseed)
  • 1 clove of garlic
  • 1 knob of butter
  • 1-2 tablespoons of extra virgin olive oil
  • salt
Peel the parsnips and carrots then cut into oblique slices of about 1/ 2 cm , wash and trim the zucchini then cut into slices of the same size as the other vegetables.
Put the couscous in a bowl , add the curry powder, salt and oil . Mix and pour boiling water over the couscous just until it covers it. Cover the pot and let rest for 10 minutes.
Heat the oil in a large skillet, sprinkle vegetables with curry and Thai 7 spice then sauté in the oil over high heat. Sauté well, stirring often and turning the vegetables so that they are evenly cooked on both sides. After 5 minutes, add the garlic and butter, continue to cook for another 5 minutes, then fluff up the couscous with a fork and serve with the vegetables.
 

mercoledì 4 settembre 2013

Tesori in Barattolo - Pomodori Essiccati or Semi-dried Tomatoes


Scroll Down for English Version
 

Questi pomodori non durano molto, giusto una settimana in frigo, ma vale comunque la pena di provare a farli tanto è semplice la ricetta e tanto il sapore di questo frutto prelibato si concentra in ogni fetta ed esplode in bocca al primo assaggio. Vi garantisco che una settimana è decisamente troppa, i vostri pomodori spariranno in un attimo! Anche questa è una ricetta presa da Goodfood che spesso mi delizia con queste preparazioni mediterranee. Accompagnati da pane rustico o focaccia saranno un successone, ma anche come contorno per una bella bisteccona di manzo o serviti accanto a un succulento filetto di pesce al sale. Le combinazioni sono infinite...
Ecco come si preparano.
  • pomodori oblunghi
  • olio extravergine d'oliva
  • sale
  • pepe
  • origano fresco o basilico
Accendete il forno a 140°, rivestite una teglia con della carta da forno, tagliate i pomodori a metà nel senso della lunghezza e sistemateli sulla teglia con la parte tagliata verso l'alto. Spennellate con poco olio, salate, cospargete con poco pepe e mettete una fogliolina di origano o basilico su ogni metà. Infornate per circa 3 ore fino a che i pomodori si sono ritirati e non hanno più liquido di vegetazione. Durante l'ultima ora ho aperto appena lo sportello del forno in modo che il vapore uscisse e i pomodori si seccassero meglio. Quando i vostri pomodori saranno pronti sistemateli in vasetti di vetro, coprite con un poco d'olio, fate freddare e conservate in frigo per una settimana.
English Version

 
These tomatoes don’t last long, just a week in the fridge, but it is still worthwhile to try them as the recipe is so simple and the result so tasty in fact the flavour of the tomatoes will concentrates in each slice and explode in your mouth at the first bite. I guarantee you that a week is definitely too much, your tomatoes will disappear in an second! I read this recipe on the September issue of Goodfood magazine that often delights me with these preparations of Mediterranean flavour. Serve these tomatoes with rustic bread or focaccia and they’ll be such a treat, but also they can be a great side for a nice juicy beefsteak or served alongside a succulent fish fillet cooked in a salt case. The combinations are endless ...
Here's how you make them.
  • plum tomatoes
  • extra virgin olive oil
  • salt
  • pepper
  • fresh oregano or basil
Preheat the oven to 140°C, line a baking sheet with parchment paper, cut the tomatoes in half lengthwise and arrange them on the baking sheet with the cut side facing up. Brush with a little oil, sprinkle with salt and some freshly milled black pepper, then put a leaf of basil or oregano on each half tomato. Bake for about 3 hours until the tomatoes have shrank and are no longer wet. During the last hour of cooking I let the oven door ajar so that the steam would come out of the oven and the tomatoes would dry faster. When your tomatoes are ready arrange them in glass jars, cover with a little oil, let cool and store in the fridge for a week.

martedì 3 settembre 2013

Calde Dolcezze - Susine allo Sciroppo di Vaniglia e Cannella or Plums in a Vanilla and Cinnamon Syrup

 
Scroll Down for English Version
 
E dopo il tè caldo ecco un dessert caldo. Piano piano mi sto allontanando dalla stagione estiva a dai suoi sapori. Tanto più che a giorni partirò per un breve soggiorno a Londra dove Andrea parteciperà ad una gara di duathlon mentre io mi sbizzarrirò facendo foto e girando per negozi per portare a casa spezie e prelibatezze che qui non riesco a trovare. Lo so, sono viziata, non è da tutti andare a fare food shopping in un'altra nazione ma dopo averci vissuto per anni e aver scoperto un mondo di ingredienti che prima non conoscevo, ora non riesco più a far senza. Per questo non perdo occasione per far scorte di spezie particolari, tè aromatici e attrezzatura da cucina che qui a Mantova faccio fatica a trovare. Certo come mi ha fatto notare Andrea qui a Mantova ci sono negozi di casalinghi molto forniti dove posso sbizzarrirmi, ma a me non bastano, io voglio il meglio dei due mondi e sono disposta a viaggiare leggerissima all'andata per portare con me un ricco bottino al ritorno.
Ma a proposito di ritorni, ero partita da un dessert caldo per dare il benvenuto all'autunno ed ecco che lo propongo a voi. Ho preso spunto da Goodfood per questa ricetta modificando però le dosi in base al mio gusto. Ho usato delle susine nere, che poi a ben guardare nere non sono,  la loro buccia è di quella bella tonalità di viola scuro che dopo la cottura diventa marrone rossiccia, un colore tipicamente autunnale. Questo che ho preparato oggi è un dessert semplice di frutta cotta aromatizzata con spezie e addolcita con un po' di zucchero. Lo sciroppo gonfia la frutta e la rende succulenta, le spezie smorzano un po' la dolcezza. Se accompagnato da un bel cucchiaio di yogurt greco, la mia scelta, o da un poco di panna montata per i più golosi, appena diventa un dessert di carattere, che stupirà e accontenterà grandi e piccini.
 
Per 4 persone: 
  • 400 g di susine nere
  • 60 grammi di zucchero semolato fine
  • 1 stecca di cannella
  • 1 cucchiaio di estratto di vaniglia
  • yogurt greco o panna poco montata per servire
Lavate bene e tagliate le susine in due e togliete il nocciolo. Mettere 100 ml di acqua in una pentola con lo zucchero, la vaniglia  e la stecca di cannella. Mescolate a fuoco moderato fino a che lo zucchero si dissolverà. Aggiungete le susine allo sciroppo, portate a ebollizione e poi abbassate il fuoco fino a far appena bollire il composto. Lasciate cuocere le susine per 7-8 minuti o fino a che le susine diventano morbide. Fate intiepidire e servire le susine con un po' dello sciroppo, dello yogurt greco o panna montata.
 
English Version


And after the hot tea here is a warm dessert. Slowly I’m saying goodbye to summer to its flavours. All the more so because in a few days I’ll leave for a short break in London, where Andrea will participate in a duathlon race while I’ll indulge myself in taking pictures and shopping for spices and other delicacies that I cannot easily find here at home. I know, I'm spoiled, not everyone can go food shopping in another Country but after living there for years and having discovered so many fabulous ingredients that didn’t know before, now I can no longer do without hem. For this reason I never miss an opportunity to stocks on special spices, aromatic teas and kitchen equipment here that I can hardly find in Mantua. Of course, as Andrea pointed out, here in Mantua there are fantastic home ware stores where I can find amazing things, but it’s not enough, I want the best of both worlds, and I’m willing to travel very light going to London to bring back a rich loot on the return flight.
Talking about returns, I started with a warm dessert to welcome autumn and here I recommend it to you. I was inspired by Goodfood for this recipe but I changes the Ingredients according to my taste. I used black plums, that on closer inspection are not black at all, their skin is of a beautiful dark purple shade that after cooking turns into a reddish brown, a typical autumn colour. Today I made this simple sweet dessert of stewed fruit with spices. The syrup makes the fruit swell and succulent, the spices soften a little the fruit sweetness. If accompanied by a nice spoonful of Greek yogurt, my choice, or a little whipped cream for those with a sweeter tooth, it just becomes a dessert of character that will satisfy both adults and children.
4 servings:
  •  400g plums, washed
  • 60 g golden caster sugar
  • cinnamon stick
  • 1 tbsp vanilla extract
  • Greek yogurt or whipped cream to serve
 
Cut the plums into quarters and remove the stones. Tip the sugar into a pan with 100 ml water, the cinnamon and vanilla. Gently heat until the sugar dissolves. Slide the fruit into the syrup. Bring the pan to the boil, then let it simmer for 5-10 mins, depending on the ripeness, until the plums are soft. Leave to cool slightly and serve as they are with something creamy.

lunedì 2 settembre 2013

Salutiamo l'Estate - Tè alla Menta e Zenzero

Scroll Down for English Version

In questi giorni di fine estate, quando il sole è ancora caldo, ma non c'è più l'afa che mi rende apatica, ecco che verso sera mi viene voglia di coccolarmi con un buon tè. Retaggio della mia vita inglese il tè è una bevanda che si accompagna volentieri a un dolcetto, mentre il caffè è più per quando ho bisogno di un po' di sostentamento. Il tè è lezioso, il caffè deciso, li amo tutti e due e non mi privo né dell'uno né dell'altro nelle sue molteplici varianti. Oggi ho voluto provare un mix di sapori freschi e piccanti, la menta presa dal vaso sul balcone e lo zenzero che non manca mai nel mio frigo.
Una punta di dolcezza data dal miele e poi dovevo attendere che freddasse, per servirlo come tè freddo, all'americana, ma non ho resistito e ne ho bevuto un bicchiere caldo, come ho detto, al cambio di stagione la bevanda calda la richiedo proprio!
Se anche voi volete provare questo ottimo connubio ecco che vi spiego come ho fatto il mio tè alla menta e zenzero.
  • 2 bustine di tè alla menta
  • qualche rametto di menta fresca
  • 5  cm di radice di zenzero
  • 1 cucchiaio di miele
Fate bollire 1 litro d'acqua, intanto lavate la menta e sbucciate lo zenzero, tagliatelo a fettine sottili e poi con un pestello schiacciatele un po'. Mettete il tè, la menta e lo zenzero nella teiera e quando l'acqua bolle versatela sopra. Fate riposare per circa 10 minuti poi filtrate la bevanda in un misurino con il beccuccio, aggiungete il miele  e mescolate bene per scioglierlo. Fate freddare, se ce la fate, versate in una bottiglia e servite con cubetti di ghiaccio o se anche voi come me volete la coccola di una bevanda calda, consumatelo subito così com'è, bollente e dolce.
 
English Version
 
 
In the last days of summer, when the sun is still warm, but not so hot to make me real lazy, come the evening I feel like having a good cup of tea. This is a legacy of my English life, tea is a drink that goes well with a nice piece of cake, while coffee is more for when I need a bit energy. Tea is a bit campy, coffee is sharp, I love them both and I don’t devoid of neither in its many variations. Today I wanted to try a mix of fresh and spicy flavours, some mint taken from the pot on the balcony and some fresh ginger that I always keep in my fridge.
A bit of sweetness from the honey, and then I had to wait for it to cool down, to be served as iced tea, but I could not resist and I drank it warm, as I said, I feel like hot drink at the change of season.If you also want to try this perfect blend here is how I made my mint and ginger tea.
  • 2 bags of mint tea
  • a few sprigs of fresh mint
  • 5 cm of ginger root
  • 1 tablespoon honey
 
Boil 1 litre of water, in the meantime, wash the mint and peel the ginger, cut it into thin slices and then pound them a bit with a pestle. Put the tea, mint and ginger into a teapot and when the water boils, pour it over. Let steep for about 10 minutes then strain the drink in a measuring cup with a spout, add the honey and stir well to dissolve it. Let cool, pour into a bottle and served with ice cubes or if you like me want to cuddle yourself with a hot beverage, drink it as it is, hot and sweet.